Pubblicato il 22/05/21

CARLOS MUSO LUNGO La Ferrari ha riscoperto antiche sensazioni a Monte Carlo grazie alla pole position ottenuta da Charles Leclerc e alla seconda fila di Carlos Sainz, ma proprio lo spagnolo a fine sessione si è dimostrato alquanto deluso. L'ex pilota della McLaren si è dimostrato competitivo per tutta la giornata, ma alla fine si è fermato al quarto tempo della decisiva Q3. Un risultato sul quale ha inciso anche la sfortuna.

GIORNATA FRUSTRANTE Sainz non ha nascosto il suo stato d'animo negativo davanti ai microfoni: ''Sono molto deluso a dire il vero. E' una cosa difficile da accettare, da digerire, non è che tutti i giorni della tua vita hai l'opportunità di metterti in pole a Monaco: oggi avevo sicuramente il ritmo per farlo, ma date le circostanze non ci sono riuscito. E' una giornata molto frustrante per me''.

ALTO POTENZIALE L'incidente di Leclerc ha impedito anche a Sainz di migliorarsi nel secondo tentativo lanciato della Q3, ma lo spagnolo ha spiegato che neppure il suo primo giro cronometrato è stato esente da imprevisti: ''Nel primo run ho perso due-tre decimi nell'ultimo settore rispetto al mio miglior giro, quindi sapevo di valere un 1:10.2-1:10.1 con l'evoluzione della pista. Nel secondo run avevo molto traffico, ho trovato Perez in curva 1 e avevo già perso un decimo, poi stavo recuperando tempo sul giro e sapevo di avere il tempo nell'ultimo settore, ma in curva 13 ho visto le bandiere gialle e ho dovuto abortire. Avevo il ritmo per la pole e invece partirò quarto, quindi nemmeno vicino. Sono entrato nelle qualifiche pensando che pole e vittoria sarebbero state possibili e ora mi schiererò quarto, molto lontano da dove penso che sarei potuto essere''.


TAGS: sainz f1 MonacoGP 2021