Autore:
Salvo Sardina

ORDINI DI SCUDERIA Il fine settimana del Gran Premio d’Azerbaijan è ormai partito con le classiche conferenze stampa del giovedì. Nella capitale Baku, però, gli occhi sono ancora puntati su quanto accaduto nell’ultimo Gp in calendario, quello di Cina, caratterizzato dal tanto discusso team order della Ferrari ai danni di Charles Leclerc. Il monegasco ha infatti lasciato passare il compagno di squadra Sebastian Vettel, perdendo poi la possibilità di salire sul podio e, a causa della strategia svantaggiosa, anche di impensierire il quarto posto di Max Verstappen.

PARLA LECLERC Il ventunenne ex Alfa Romeo Sauber è stato interpellato proprio sul tema degli ordini di scuderia, anche alla luce della richiesta del muretto Ferrari di non attaccare Vettel in Australia e di attendere un paio di giri – in quel caso il team order però fu disatteso – prima di affondare l’assalto al tedesco in Bahrain: “Ci saranno sempre ordini di questo tipo in Formula 1. Continuerò a obbedire? Dipende dalle situazioni, in alcuni casi lo farò”.

FRUSTRAZIONE Leclerc non ha nascosto la delusione per aver dovuto cedere il suo terzo posto a Vettel, pur riconoscendo le buone ragioni del team: “Quando sei in macchina e ti chiedono di lasciar passare un altro pilota è davvero frustrante. Ovviamente lo è per tutti quelli che si trovano in una situazione del genere, non lo è stato solo per me. D’altra parte, però, ho capito le loro motivazioni, avevano più dati al muretto rispetto a quelli che avevo io in macchina. Vedremo cosa accadrà in futuro”.

TANTO DA DIMOSTRARESeb ovviamente – ha concluso Charles – è adesso al quinto anno con la Ferrari e ha vinto quattro titoli mondiali in passato. Io, invece, sono appena arrivato e sono solo alla seconda stagione in F1. Quindi ci sono ancora tante cose che devo dimostrare, starà a me cercare di fare il miglior lavoro possibile quando sarò in macchina, in modo da far vedere al team di cosa sono capace. Credo che al momento devo solo continuare a fare quello che sto facendo, provando a migliorarmi gara dopo gara nella speranza che le cose cambino presto”.


TAGS: ferrari formula 1 vettel f1 gp baku leclerc f1 2019 gp azerbaijan Ordine di scuderia AzerbaijanGP 2019