Autore:
Salvo Sardina

VENERDÌ ROSSO Il venerdì di prove libere del Gran Premio d’Azerbaijan si è concluso nel segno di Charles Leclerc ma, più in generale, della Ferrari. Forti anche delle numerose evoluzioni tecniche portate in pista – alcune più in prospettiva futura che non direttamente da usare domenica – le monoposto di Maranello si sono mostrate in ottima forma sin dai primi giri sul tracciato cittadino di Baku. E, veloci soprattutto sul giro secco, hanno monopolizzato la “prima fila virtuale” dopo le prove in assetto qualifica, con Sebastian Vettel staccato di tre decimi dal vicino di box.

MERCEDES DA BATTERE Nonostante gli ottimi rilevamenti cronometrici, la parola d’ordine degli uomini in rosso è “basso profilo”. Perché è soltanto venerdì, certo, ma anche perché le Mercedes si sono mostrate molto veloci nelle simulazioni passo gara con gomme Medium. “È stato un venerdì difficile – ha spiegato Sebastian Vettel al termine della giornata di prove – e la pista era molto scivolosa. Però è stato divertente, la macchina ha funzionato bene anche se credo che possiamo ancora migliorarla. Nel complesso sono contento del nostro punto di partenza, speriamo domani di essere molto vicini alla Mercedes. Anche loro sono sembrati molto forti, sebbene noi forse abbiamo mostrato qualcosa di più…”.

PASSO GARA Pur riconoscendo la superiorità delle Frecce d’argento palesata in vari modi nei primi tre Gp della stagione, il quattro volte campione del mondo non si è mostrato preoccupato dall’ottimo passo gara di Hamilton e Bottas: “Non abbiamo ancora guardato approfonditamente, abbiamo pensato più a noi stessi e al feeling con la macchina. Ma, come detto, sarà la Mercedes la macchina da battere questo weekend. Anche le Red Bull a tratti sono sembrate veloci, vedremo cosa accadrà in qualifica. La cosa principale per noi era riuscire a trovare il ritmo e la fiducia al volante, perché ci sono frenate ad alta velocità, pochi punti di riferimento e molte sconnessioni sull’asfalto… È molto facile andare lunghi, quindi sarà decisivo avere un buon feeling di guida. Stiamo lavorando proprio per questo”.


TAGS: ferrari formula 1 vettel f1 baku f1 2019 gp azerbaijan AzerbaijanGP 2019