Autore:
Salvo Sardina

MERCEDES IMPECCABILE Ci si aspettava un Gran Premio d’Azerbaijan caotico, nella migliore tradizione delle gare a Baku. E invece la Mercedes ha dominato ancora e senza grossi scossoni, seppur con qualche (piccola) ansia legata alla strategia di gara e alla rimonta di Charles Leclerc. A trionfare per la seconda volta in stagione è stato Valtteri Bottas, che si rimette al comando del campionato con un punto di vantaggio sul compagno Lewis Hamilton, stavolta “soltanto” secondo. Ma quella dell’Azerbaijan è stata anche e soprattutto la giornata della Stella a tre punte, capace di portare a casa la quarta doppietta consecutiva in avvio di stagione: impresa mai riuscita a nessuno nella storia della F1.

LA FERRARI CI PROVA Non che i rivali di casa Ferrari si siano tirati indietro. Per lunghi tratti di gara, anzi, è stato un arrembante Charles Leclerc a dare l’impressione di poter rimontare e addirittura impensierire l’1-2 di Stoccarda. In realtà, il monegasco – scattato ottavo dopo l’incidente in Q2 – ha tenuto un ottimo ritmo gara con gomme Medium prendendo la leadership dopo il pit-stop delle due Mercedes, ma ha perso poi smalto nel finale di stint venendo usato solo come “stopper” per favorire il rientro di Sebastian Vettel quando era chiaro che le gomme non gli avrebbero consentito di tenere un ritmo adeguato alla lotta per il podio. Il tedesco, dal canto suo, è riuscito sempre a restare nelle vicinanze del duo d’argento ma non ha mai potuto affondare l'attacco a una W10 apparsa complessivamente superiore sia nel passo gara che nella gestione pneumatici. Una storia che, Bahrain a parte, si ripete costantemente dall'Australia.

GLI ALTRI Vettel chiude dunque il podio alle spalle di Bottas e Hamilton, mentre Max Verstappen centra la quarta posizione davanti a Leclerc. Sesta piazza per un ottimo Sergio Perez, che vince la gara di centro classifica anticipando sul traguardo Carlos Sainz, Lando Norris, Lance Stroll e Kimi Raikkonen. Giornata da dimenticare per Daniel Ricciardo, ritirato dopo un goffo contatto con Daniil Kvyat in seguito al tentativo di sorpasso in curva-3. Fuori gara anche Pierre Gasly, bravo a rimontare fino in sesta posizione dopo essere partito dai box, prima che un problema tecnico lo costringesse a parcheggiare a bordo pista la sua Red Bull.

CLASSIFICA E APPUNTAMENTI Ecco la classifica completa del Gran Premio d’Azerbaijan 2019. Prossimo appuntamento live con la Formula 1 è fissato nel weekend del 12 maggio, quando vi racconteremo minuto per minuto tutte le sessioni del Gp di Spagna 2019.

Pos Pilota Team Tempo Giri
1 Valtteri Bottas Mercedes 1:31:52.942 51
2 Lewis Hamilton Mercedes +1.524s 51
3 Sebastian Vettel Ferrari +11.739s 51
4 Max Verstappen Red Bull-Honda +17.493s 51
5 Charles Leclerc Ferrari +69.107s 51
6 Sergio Perez Racing Point-Mercedes +76.416s 51
7 Carlos Sainz McLaren-Renault +83.826s 51
8 Lando Norris McLaren-Renault +100.268s 51
9 Lance Stroll Racing Point-Mercedes +103.816s 51
10 Kimi Räikkönen Alfa Romeo-Ferrari +1 giro 50
11 Alexander Albon Toro Rosso-Honda +1 giro 50
12 Antonio Giovinazzi Alfa Romeo-Ferrari +1 giro 50
13 Kevin Magnussen Haas-Ferrari +1 giro 50
14 Nico Hulkenberg Renault +1 giro 50
15 George Russell Williams-Mercedes +2 giri 49
16 Robert Kubica Williams-Mercedes +2 giri 49
17 Pierre Gasly Red Bull-Honda Ritirato 38
18 Romain Grosjean Haas-Ferrari Ritirato 38
19 Daniil Kvyat Toro Rosso-Honda Ritirato 33
20 Daniel Ricciardo Renault Ritirato 31

Gli orari tv del weekend di Baku | Tutte le info e i risultati del GP Azerbaijan 2019 | Classifica piloti e costruttori F1 2019

Gran Premio di Azerbaijan 2019 terminato, rivivilo con la nostra cronaca minuto per minuto.

16.10 - Grazie per averci seguito in queste oltre due ore e mezza di lunga diretta, cari lettori di MotorBox. Vi invitiamo a restare con noi per tutto il pomeriggio, perché sono in arrivo ancora tante news, dichiarazioni, commenti e analisi su questa quarta gara della stagione 2019 di F1. L'appuntamento in diretta è invece fra due settimane con la cronaca in diretta di tutto il weekend del Gp di Spagna 2019.

16.05 - In conclusione, mentre a Baku è già terminata anche la festa del podio, ecco la classifica finale del Gran Premio d'Azerbaijan 2019.

16.02 - Queste invece le parole di John Elkann ai microfoni di Sky Sport F1: "La Mercedes è più forte e più fortunata, però il giro più veloce oggi l'abbiamo fatto noi, lo spirito che c'è in Ferrari è uno spirito molto buono. C'è tanta voglia di vincere e il campionato è ancora lungo. Forza Ferrari".

15.57 - Vettel chiude con il terzo posto la festa del podio: "Il primo stint è stato pessimo, ho faticato tantissimo a far funzionare le gomme all'inizio. Erano troppo fredde, poi le ho danneggiate a un certo punto ed erano troppo calde, quindi non hanno funzionato mai ed è stato uno stint molto discontinuo. Non mi sono mai trovato a mio agio, mai sentito la fiducia in macchina, ma questo è un problema che su questa pista si verifica a volte. Poi sono stato sorpreso perché mi aspettavo le stesse difficoltà sulle gomme medie, e invece non c'è stato alcun problema a riscaldarle, sono durate fino alla fine. Sono molto contento, ho avuto molto più fiducia e avevamo anche un certo passo per seguire le Mercedes, in certi momenti gli abbiamo messo anche un po' di pressione. Chiaramente abbiamo avuto anche dei problemi con Max dietro che è riuscito ad avvicinarci un po', ma con le gomme medie avevamo un po' di passo per riuscire a tenerlo dietro, è stato cruciale ottenere questo terzo posto. Buon per Charles che ha preso il giro veloce alla fine riuscendo a rubarlo alla Mercedes. C'è ancora tantissimo lavoro da fare però, non è assolutamente la situazione che avremmo voluto a questo punto. Dobbiamo accontentarci di aver sfruttato al massimo il weekend. Nelle ultime 4 gare in media non c'eravamo, non eravamo a quel livello, dobbiamo aspettare per vedere cosa accadrà a Barcellona. Il team però ha il morale alto e abbiamo un altro paio di aggiornamenti che saranno portati sulla macchina, dobbiamo continuare a inseguire, speriamo di aver un weekend lineare perché finora non lo abbiamo ancora avuto. Quello ci darebbe la possibilità di riprenderli e di dare la svolta alla situazione".

15.54 - Hamilton, secondo classificato: "Congratulazioni a Valtteri, ha fatto una gara fantastica senza commettere errori e ha meritato pienamente la vittoria. Ha fatto anche la pole, quindi non posso dire molto. Grandissimo risultato per il team, onestamente, è il miglior avvio di stagione che abbiamo mai avuto. Doppiette? Sì, è un lavoro di squadra, tutti in fabbrica hanno lavorato senza fermarsi mai ogni anno, tornando sempre più affamati e desiderosi di vincere ogni anno e questa è la testimonianza di quale forza abbiamo. Sono grato a tutti perché dobbiamo a loro questo successo. È stata una grande gara, sono riuscito a spingere fino alla fine, e questo è stato davvero molto bello".

15.52 - Bottas: "Sì, è stata una gara in realtà difficile anche se non è successo tantissimo. Lewis mi ha messo pressione per tutta la gara, non ho commesso errori, credo di aver tenuto la situazione sotto controllo. Sono contento di aver visto questa bandiera a scacchi. Ora di nuovo davanti in campionato? Significa molto per me, è incredibile come risultato per il team, il livello altissimo al quale stiamo performando in questo momento, sono contento per tutti e per me a livello personale, è solo la mia quinta vittoria assoluta, sono molto contento e spero di poter continuare così".

15.50 - A breve arriveranno le dichiarazioni dei primi tre a pochi istanti dalla festa del podio.

15.47 - Piccola soddisfazione per Leclerc, ancora una volta al quinto posto dietro a Verstappen, così come in Cina: Charles è stato eletto pilota del giorno dal pubblico.

15.46 - Bandiera a scacchi! Valtteri Bottas vince il Gp d'Azerbaijan 2019 e si riprende la leadership del mondiale. Secondo posto per Hamilton, che completa la quarta doppietta di fila e proietta la Mercedes nella storia della F1: in avvio di stagione non era mai successo che un team riuscisse a fare quattro 1-2 di fila. Terza posizione per Sebastian Vettel.

15.45 - Piccola soddisfazione per Leclerc, che segna il nuovo giro record della pista in gara: 1:43.009 per il monegasco.

15.44 - Bottas però risponde a Hamilton e, complice la Williams di Russell da doppiare in rettilineo, apre anche il Drs e segna il miglior giro di gara: 1:44.024 per lui. Inizia l'ultimo giro.

15.42 - Hamilton ha aperto il Drs ma non è riuscito ad avvicinarsi in rettilineo. Due giri alla fine.

15.40 - Tre giri alla fine, Hamilton è in zona Drs su Bottas. Vedremo se Lewis riuscirà ad affondare l'attacco al compagno di squadra!

15.39 - Si ferma invece Charles Leclerc, che aveva 30 secondi di vantaggio su Perez. Il monegasco ha ancora un treno di gomme Soft nuove e può provare a strappare il punticino per il giro più veloce della gara.

15.37 - Giro 48/51, chissà che la Red Bull non richiami Verstappen per provare a mettergli le Soft e sperare nel giro più veloce della gara. Nel frattempo Hamilton è a 1.5 secondi, ma non sembra riuscire a entrare in zona Drs.

15.35 - Dopo la Virtual Safety Car, Verstappen ha un po' perso lo smalto. E adesso Vettel ha un vantaggio di 4.8 secondi. Ancora una volta, sembra essere decisiva la capacità di far lavorare le gomme nella corretta finestra di utilizzo.

15.33 - 1:44.488 e nuovo giro veloce per Valtteri Bottas. Il finnico è stato davvero perfetto fino a questo momento.

15.31 - A Verstappen è stato chiesto adesso di restare al di qua del cordolo in uscita di curva-16. Qualche giro fa l'olandese era andato molto al di là, alzando un po' di polvere.

15.29 - Bottas ha adesso 2.9 di vantaggio su Hamilton, con Vettel a 2.2 dall'inglese. Verstappen è invece a 3.4 dalla Ferrari. Leclerc invece non è ancora minimamente riuscito a essere competitivo con le gomme Soft.

15.27 - Bandiere verdi, si riparte. Mancano 10 giri alla fine.

15.26 - Nel frattempo si è anche ritirato Romain Grosjean.

15.24 - Virtual Safety Car: la monoposto di Gasly è parcheggiata in zona di sicurezza, ma c'è comunque la necessità di rimuovere la vettura.

15.23 - Problemi per Pierre Gasly, che parcheggia la sua Red Bull nelle vie di fuga di curva-5. Sfortunatissimo il francese, che stava meritando di raccogliere tanti bei punti.

15.22 - Bottas ha 2.1 di vantaggio su Hamilton, con Vettel a sua volta a 2.1 da Lewis. Verstappen paga invece 3 secondi da Seb.

15.20 - I tempi di Leclerc non sono eccezionali con le gomme Soft. E, infatti, Gasly praticamente è ancora solo a 1.8 dal collega di casa Ferrari nonostante gomme che hanno sulle spalle ben 37 giri.

15.19 - Ecco la classifica a -15 dalla fine.

15.17 - Leclerc riesce a passare Gasly: il monegasco è però a 28 secondi da Bottas a 15 giri dalla fine.

15.16 - Arriva finalmente la sosta di Leclerc, che però adesso è rientrato in pista in sesta posizione, addirittura alle spalle di Gasly. Si ritira nel frattempo anche Daniil Kvyat.

15.14 - Ritiro intanto per Daniel Ricciardo, che si scusa con i meccanici per l'errore. L'australiano della Renault è anche sotto investigazione per quanto accaduto in curva-3 con Kvyat.

15.12 - Leclerc adesso è stato superato anche da Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. Charles si lamenta via radio: "Adesso stiamo perdendo del tempo", ma dai box arriva subito la risposta: "Non crediamo che le Soft dureranno fino alla fine, dobbiamo allungare questo stint ancora un po'".

15.10 - Bottas ha scavalcato comodamente Leclerc utilizzando il Drs in pieno rettilineo. Nel frattempo Daniel Ricciardo è finito nelle vie di fuga dopo aver tentato l'attacco su Daniil Kvyat, poi costretto anche lui a tirare dritto.

15.07 - I primi quattro della gara sono racchiusi in soli 5.3 secondi. Bottas e Hamilton hanno entrambi il Drs: vedremo se Lewis attaccherà il compagno prima che Valtteri riesca a passare Leclerc. Mancano 20 giri alla fine.

15.04 - Siamo nel corso del giro 29/51: Bottas si è di nuovo avvicinato a 1.9 da Leclerc che, ribadiamo, deve ancora fare il suo pit-stop obbligatorio. Hamilton è a 1.3 dal compagno, con Vettel a 3.5 dal britannico.

15.01 - Abbiamo da poco passato la metà gara, con Leclerc che a poco a poco sta rispondendo ai tempi di Bottas. Charles negli ultimi due giri ha girato sugli stessi tempi di Bottas, mentre Hamilton - dopo aver fatto respirare le gomme per un paio di giri - è tornato ad avvicinarsi al compagno.

14.59 - Gasly continua a girare sempre due o tre decimi più veloce di Leclerc. Davvero buona la gestione gomma del francesino di casa Red Bull che, al pari di Charles, ha già percorso 25 tornate con queste gomme Medium.

14.57 - Grosjean arriva lungo in curva-15 ed è costretto a un testacoda controllato per rientrare in pista. Intanto Leclerc ha solo 3.4 di vantaggio su Bottas, il quale però negli ultimi giri ha un po' alzato il piede rispetto alla furia di qualche giro fa.

14.56 - Via radio Peter Bonnington consola Hamilton: "Non ti preoccupare, a fine gara avrai le tue opportunità". E Lewis in effetti ha di nuovo abbassato i suoi tempi.

14.54 - Gasly riesce a girare persino più rapido di Leclerc. Intanto Hamilton negli ultimi due giri ha alzato nettamente il piede. Non sappiamo se ci sono problemi sulla monoposto di Lewis, che però adesso ha di nuovo solo 2.3 su Vettel.

14.52 - Questa la classifica dopo 21 giri di gara. Intanto i giri veloci di Verstappen consentono all'olandese di tornare in gara con Leclerc: al momento Max sarebbe davanti al monegasco dopo la sosta.

14.50 - Leclerc prova comunque a rispondere alle due Mercedes, ma perde circa 1.5 secondi da Bottas e Hamilton. Vettel è invece a 4.2 da Lewis mentre Verstappen (che ha passato Gasly) segna il nuovo giro record in 1:45.569.

14.48 - 1:45.683 per Hamilton, che continua a spingere fortissimo, portandosi a 2.4 da Bottas. I due Mercedes a breve potrebbero trovarsi in lotta per la seconda posizione (prima virtuale).

14.46 - Se Leclerc si fermasse adesso si troverebbe subito alle spalle di Sebastian Vettel. Intanto Hamilton fa un nuovo giro veloce: 1:45.867 per il leader del mondiale.

14.45 - 1:46.087 per Bottas, che segna il nuovo giro veloce in gara e si mette a 10.8 da Leclerc. Hamilton è staccato di 3.8, Vettel a 6.7 secondi.

14.44 - Adesso le Mercedes sono tornate a girare velocissime, con Leclerc che nell'ultimo passaggio ha perso un secondo da Bottas, pur mantenendo un buon passo sul 47 medio.

14.43 - Tutti i piloti adesso sono in pista con le gomme "gialle". Leclerc, Gasly, Grosjean e Russell sono gli unici che si devono ancora fermare. Siamo nel corso del giro 17/51.

14.41 - Drive Through per Robert Kubica, reo di non aver rispettato la corretta procedura di partenza dai box.

14.40 - Vettel segna il giro più veloce in 1:46.852 e si mette a 1.4 da Hamilton. Le Ferrari all'attacco. Si ferma intanto anche Max Verstappen, che rientra in pista sesto alle spalle di Pierre Gasly.

14.39 - Leclerc era a soli 2.7 da Hamilton prima che il britannico si fermasse. Questo vuol dire che il monegasco è pienamente rientrato in lotta per la vittoria, con Bottas che da quando ha montato le Medium non è ancora riuscito a girare sui tempi di Charles.

14.37 - Si ferma anche Hamilton, con Leclerc e Verstappen che si prendono le prime due posizioni. Lewis è rientrato in quarta posizione con "soli" 2 secondi di vantaggio su Vettel. La gara è ancora lunghissima e apertissima.

14.35 - Pit-stop per Bottas, che si ferma e rientra in pista in quarta posizione alle spalle di Hamilton, Leclerc e Verstappen (che si devono tutti ancora fermare). Vettel è invece quinto a 7.9 dal finnico. Entrambi hanno montato le gomme Medium.

14.34 - Vettel si ferma ai box e lascia dunque strada a Leclerc. Il monegasco sta letteralmente volando ed è "solo" a 9 secondi da Bottas adesso! Anche le due Mercedes, così come Seb, sono un po' in crisi con le gomme rosse.

14.33 - La classifica dopo 10 giri di gara.

14.31 - Avevamo promesso una bella lotta per la quarta posizione, ma in realtà Leclerc ha praticamente sverniciato Verstappen in rettilineo. Adesso Charles è nettamente il più rapido in pista (nell'ultimo passaggio oltre un secondo meglio delle due Mercedes) e si trova alle spalle di Vettel: cosa deciderà il muretto Ferrari?

14.30 - Verstappen tra l'altro si lamenta via radio per un malfunzionamento del freno motore. Leclerc è già alle sue spalle pronto alla caccia.

14.29 - Giro 9/51: Bottas, Hamilton, Vettel, Verstappen, Leclerc. Il monegasco è già in zona Drs alle spalle dell'olandese. A breve vedremo una bella lotta per la quarta posizione.

14.27 - Leclerc è il pilota più veloce in pista al momento. Intanto si ferma ai box Kimi Raikkonen: per lui un nuovo treno di gomme Medium per sperare in una Safety Car e arrivare fino in fondo.

14.25 - Leclerc è veramente una furia e, nonostante si trovi in mezzo al traffico è praticamente l'unico che sembra in grado di poter tenere il ritmo delle Mercedes. Charles ha adesso anche scavalcato Perez per il quinto posto. Vettel è intanto già a 6.3 da Hamilton e 10.1 da Bottas.

14.23 - Giro 6/51 e doppio sorpasso sul rettilineo dei box: Verstappen ha scavalcato Perez per il quarto posto, così come Leclerc è riuscito a mettersi dietro Norris. Charles ha 15 secondi di ritardo da Bottas ed è già negli scarichi di Perez.

14.22 - Leclerc è riuscito a passare Sainz grazie all'utilizzo del Drs ed è adesso alle spalle di Lando Norris.

14.20 - Intanto i primi tre si stanno un po' sgranando: Bottas ha rifilato 2.7 a Hamilton, con Vettel staccato di 4.2 dal britannico. Intanto Verstappen è alle spalle di Perez e sta cercando di attaccare il messicano.

14.19 - Inizia la rimonta di Charles Leclerc: il monegasco ha scavalcato Ricciardo nel giro scorso e adesso ha anche infilato Daniil Kvyat. La Ferrari #16 è ottava, alle spalle delle due McLaren di Norris e Sainz.

14.17 - Abbiamo detto che al via è filato tutto liscio, ma in realtà il replay ci mostra come Albon abbia dato una gran bella bussata con la posteriore destra al muro in uscita di curva-1. Alex è scivolato in dodicesima piazza, ma è ancora pienamente (e sorprendentemente, vista la violenza dell'urto) in gara.

14.16 - Bottas sta già scappando via. Ecco il vantaggio del finnico dopo un giro di gara!

14.15 - Bottas, Hamilton, Vettel, Perez, Verstappen, Norris, Kvyat, Sainz, Ricciardo e Leclerc. Il monegasco ha perso due posizioni al via, forse anche a causa delle gomme medie che in questa prima fase sono meno performanti.

14.13 - Si spengono le luci e... Parte il Gran Premio d'Azerbaijan 2019! Buona la partenza di Hamilton, che ha provato a scavalcare Bottas nelle prime due curve, ma il compagno di squadra è riuscito a tenere dietro il leader del mondiale. Via molto regolare con tutti i piloti che sono sfilati senza problemi nelle prime curve.

14.12 - Tutte le vetture si sono mosse correttamente dallo schieramento. Tra circa un minuto lo spegnimento dei semafori..

14.10 - Via al giro di formazione. Ovviamente non c'è nessuna "formazione" per Raikkonen, Kubica e Gasly, che tra poco invece usciranno dai rispettivi garage per incolonnarsi davanti al semaforo della corsia box.

14.08 - Tutto pronto, tra due minuti il giro di formazione, poi il via del quarto Gp della stagione...

14.06 - Le scelte dei piloti per questa prima parte di gara: Soft usate per i primi sette in griglia, per Magnussen, Giovinazzi e Raikkonen: Soft nuove per Sainz, Ricciardo, Albon, Stroll e Hulkenberg; Medium nuove per Leclerc, Grosjean, Russell, Kubica e Gasly.

14.02 - Ecco anche il trofeo del vincitore. Chi riuscirà a portarselo a casa? Sarà ancora un 1-2 Mercedes? In questo caso, il team anglo-tedesco entrerebbe sempre più nella storia della F1 visto che non è mai successo che in avvio di mondiale ci fossero 4 doppiette di fila dello stesso team.

14.00 - Questi i treni di gomme che i piloti hanno a disposizione per la gara. A breve vi renderemo conto dei compound scelti dai team per la partenza.

13.58 - Poco più di dieci minuti al giro di formazione ed è il momento di parlare un po' di strategie. Secondo la Pirelli non ci sono poi così tante possibilità: una sola sosta prevista, con la tattica più veloce che prevede una partenza con gomme Soft e il passaggio alle Medium; in alternativa, partenza con le Medium e poi via con le Soft fino alla bandiera a scacchi.

13.55 - Piloti schierati in griglia per l'esecuzione dell'inno nazionale dell'Azerbaijan.

13.52 - A Leclerc è andata male ma, nella sfortuna, le cose per lui potrebbero mettersi bene. Il monegasco è l'unico in top-10 a partire con gomme Medium, e si tratterà di gomme nuove visto che quelle utilizzate per il giro veloce in Q2 si sono danneggiate nello schianto con le barriere in curva-8. Qualificatosi con il decimo tempo non avendo preso parte alla Q3, il giovane ferrarista partirà ottavo per via delle penalità a Giovinazzi e Raikkonen.

13.50 - Tra poco avremo il solito cerimoniale con l'esecuzione dell'inno nazionale e i piloti tutti schierati in cima alla griglia. Intanto però parliamo un po' di meteo: a Baku è un'altra bellissima giornata di primavera, con un gran sole che illumina e scalda il tracciato: 21 gradi la temperatura dell'aria, 43 quella dell'asfalto.

13.47 - Notizia dell'ultim'ora: anche Robert Kubica partirà dalla pit-lane a causa delle riparazioni dopo lo schianto in curva-8 della Q1 di ieri.

13.45 - Le ultime impressioni di Hamilton prima del via della gara. Per lui un (tamarrissimo) cappellino Medium.

13.43 - Ecco il riepilogo della griglia di partenza:

Pos Pilota Team Tempo
1 Valtteri Bottas Mercedes 1:40.495
2 Lewis Hamilton Mercedes 1:40.554
3 Sebastian Vettel Ferrari 1:40.797
4 Max Verstappen Red Bull-Honda 1:41.069
5 Sergio Pérez Racing Point-Mercedes 1:41.593
6 Daniil Kvjat Toro Rosso-Honda 1:41.681
7 Lando Norris McLaren-Renault 1:41.886
8 Charles Leclerc Ferrari Senza tempo
9 Carlos Sainz Jr. McLaren-Renault 1:42.398
10 Daniel Ricciardo Renault 1:42.477
11 Alexander Albon Toro Rosso-Honda 1:42.494
12 Kevin Magnussen Haas-Ferrari 1:42.699
13 Lance Stroll Racing Point-Mercedes 1:42.630
14 Romain Grosjean Haas-Ferrari 1:43.407
15 Nico Hülkenberg Renault 1:43.427
16 George Russell Williams-Mercedes 1:45.062
17 Antonio Giovinazzi* Alfa Romeo-Ferrari 1:42.424
18 Robert Kubica Williams-Mercedes 1:45.455
PL Pierre Gasly** Red Bull-Honda Senza tempo
PL Kimi Räikkönen*** Alfa Romeo-Ferrari Senza tempo

*10 posizioni di penalità per sostituzione della centralina elettronica.
**Squalifica per infrazione delle normative di funzionamento del flussometro. Gasly sarebbe comunque partito dalla pit-lane per non essersi fermato alle verifiche tecniche nel corso delle prove libere 2.
*** Squalifica perché l'Alfa Romeo n.7 non ha passato il test di flessibilità dell'ala anteriore dopo le qualifiche. Raikkonen aveva ottenuto il nono tempo al termine delle qualifiche, e sarebbe dovuto partire ottavo in seguito al declassamento del compagno di team Giovinazzi.

13.40 - Mezz'ora al via. Nel corso del giro di schieramento comunque Hamilton ha avvisato i box di sentire la macchina un po' "strana" chiedendo ai tecnici di controllare.

13.38 - La pit-lane è stata aperta con i piloti già in pista per andarsi a schierare in griglia. La pista però è sempre decisamente insidiosa e difficile da interpretare. Sia Hamilton che Vettel sono stati protagonisti di un lungo in staccata: il tedesco ha bloccato entrambe le anteriori forse a freni freddi, mentre il pilota Mercedes è finito nelle vie di fuga in asfalto per non rovinare le gomme.

13.35 - La novità di questa mattina è che l'Alfa Romeo di Kimi Raikkonen sarà costretta a partire dalla pit-lane, facendo così compagnia alla Red Bull di Pierre Gasly. Il motivo? La macchina del finnico non ha superato le verifiche tecniche, con l'ala anteriore trovata non conforme al regolamento.

13.30 - Buon pomeriggio a tutti voi, cari lettori di MotorBox! Ormai ci siamo, tra circa 40 minuti ci sarà il via al Gran Premio di Azerbaijan 2019. Alle 14.10 il via del giro di formazione, con lo spegnimento dei semafori giusto un paio di minuti dopo. Noi, intanto, vi accompagneremo con il nostro lungo pregara. Siete pronti?


TAGS: gara formula 1 gp baku f1 2019 gp azerbaijan Diretta F1 Live F1 F1 in diretta AzerbaijanGP 2019