F1 GP Italia 2022, le pagelle di Monza
F1 2022

F1 GP Italia 2022, le pagelle di Monza


Avatar di Simone Valtieri , il 11/09/22

2 settimane fa - Le pagelle di MotorBox dopo il GP d'Italia 2022 a Monza

Le pagelle di MotorBox dopo il GP d'Italia 2022 a Monza: tanti bei voti nella gara di Monza: meritano i tre sul podio ma anche Sainz e De Vries
Benvenuto nello Speciale ITALIANGP 2022, composto da 24 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario ITALIANGP 2022 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

LE PAGELLE DI MONZA La Marea Rossa sfida quella Oranje in un tripudio di toni caldi sugli spalti di Monza. Il tutto si traduce in pista nell'epica sfida tra Charles Leclerc e Max Verstappen, tra la Ferrari e la Red Bull. Di seguito troverete, i voti dei principali protagonisti del Gran Premio d'Italia 2022

Clicca qui per leggere la cronaca del GP d'Italia

MAX VERSTAPPEN - VOTO 10 Un Max come al solito impeccabile consegue il successo a casa dei rivali che mette la pietra tombale sulle speranze di titolo della Ferrari. Nei primi giri stava recuperando Leclerc un decimo al giro, poi è arrivata la VSC a regalargli tranquillità. Lui, comunque, ha guidato a un ritmo insostenibile per chiunque, merito - e tanto - anche della Red Bull, ma ovviamente non solo, perché l'auto può essere perfetta, ma girare 20 giri sullo stesso passo con entrambe le gomme lo sanno fare solo i campioni assoluti.

CHARLES LECLERC - VOTO 10 La Virtual Safety Car, a cui ha abboccato assieme al team, è stata la fine dei sogni dell'enorme folla di tifosi arrivati a Monza. Lui non ha sbagliato nulla, nei primi giri ha tenuto a distanza Verstappen limitandone la rimonta, poi dopo la sosta ha girato sempre fortissimo, ma ormai la strategia l'aveva già condannato. Con una gara lineare forse se la sarebbe giocata con l'olandese, e non sapremo mai chi avrebbe vinto, perché con questo Max e con questa Red Bull, avrebbe comunque dovuto compiere un'impresa.

GEORGE RUSSELL - VOTO 9 Una gara pulitissima quella del britannico, che su una strategia Soft+Hard è andato sul passo per tutta la gara. Al via ha provato a rendere difficile la giornata di Leclerc e Verstappen, ma quei due giocavano in un altro campionato. E allora: via sul ritmo e nel finale avrebbe anche probabilmente difeso la sua posizione dal ritorno di Sainz, se non fosse stato per il pasticcio della Direzione Gara e della Safety Car, che ha comunque giocato in suo favore. Ma 7 podio al primo anno in cui la macchina te lo permette sono numeri da gran pilota.

CARLOS SAINZ - VOTO 9,5 Se Leclerc ha fatto sognare il pubblico di Monza soprattutto nelle prime fasi, Sainz l'ha fatto divertire per tutta la gara. Il pilota spagnolo scattava 18° e si è inventato gran bei sorpassi su chiunque, soprattutto sul diretto rivale Perez, al via tra Prima Variante e curvone Biassono e poi nelle fasi più avanzate di gara alla curva Roggia. Anche la strategia per Sainz era giusta, Medium+Soft, solo che, inevitabilmente, i tantissimi sorpassi l'hanno portato ad avere un divario quasi incolmabile da Russell. Quasi, perché lo stava colmando, poi la Safety Car è uscita e ha posto fine ai suoi sogni di gloria.

LEWIS HAMILTON - VOTO 8 Alla fine la sua bella rimonta l'ha fatta anche Lewis, scattato dalla 19° posizione nonostante nei primi giri sia rimasto bloccato nelle ultime posizioni. Poi le gomme hanno iniziato a funzionare e ha centrato una serie di sorpassi che lo hanno portato di nuovo in top ten. La strategia, parallelamente, faceva il suo gioco e nella seconda parte di gara, dopo la sosta, è risalito fino alla quinta piazza finale.

SERGIO PEREZ - VOTO 6 Oggi il confronto con il compagno è stato impietoso. Su una pista del genere e con l'efficienza aerodinamica che aveva a disposizione, ha faticato tantissimo ed è finito ultimo tra i top driver. A sua parziale giustificazione c'è il problema di surriscaldamento che ha avuto all'anteriore destra subito dopo il pit-stop, ma anche questo aspetto è figlio, in parte di un problema tecnico, ma in parte della guida.

NYCK DE VRIES - VOTO 9 L'abbiamo visto correre nel paddock al sabato mattina, non capivamo cosa fosse successo: l'avevano chiamato a sostituire lo sfortunato Albon e si muoveva velocemente dal box Aston Martin (per cui aveva fatte lo PL1) a quello Williams. Basta questo per capire che gara clamorosa ha fatto Nyck De Vries, campione del mondo di Formula E e, probabilmente, pilota di Formula 1 il prosismo anno: è scattato ottavo e ha chiuso nono con una Williams, lottando con piloti più esperti e con auto più performanti della sua. Bravo!

GLI ALTRI IN BREVE

LANDO NORRIS - VOTO 7,5 Come spesso accade, è stato il migliore tra quelli che non hanno a disposizione un'astronave o un'ex astronave, senza contare il pit-stop lentissimo che ha subito.

VEDI ANCHE



PIERRE GASLY - VOTO 7 Monza è un posto che lo ispira, e nonostante i limiti evidenti della vettura, Pierre ha fatto una bella gara, lottando con i denti e strappando alla fine un ottavo posto che vale.

GUANYU ZHOU - VOTO 7 Mettersi dietro un'Alpine non è scontato in questa fase della stagione se guidi un'Alfa Romeo, e lui l'ha fatto. Il punticino è un giusto premio alla gara del pilota cinese.

ESTEBAN OCON - VOTO 5 Vale il discorso opposto a quello fatto per Zhou, tra l'altro non aveva il passo del compagno, né ha mostrato nulla di clamoroso in tutto il weekend. 

DANIEL RICCIARDO - VOTO 6,5 Non stava guidando male, aveva perso la posizione dal compagno ma era comodo in zona punti, poi il ritiro, ed è diventato sfortunato protagonista del finale di gara.

FERNANDO ALONSO - VOTO 7 Stava facendo una gran gara. Era riuscito a far durare le Medium oltre trenta giri, il guasto è arrivato poco prima di indossare le Soft. Peccato, avrebbe fatto un gran finale.

SEBASTIAN VETTEL - VOTO SV La sua gara finisce troppo presto per essere giudicata, certo la Aston Martin non era la macchina migliore sulla pista.

KEVIN MAGNUSSEN - VOTO 5 Giunge ultimo e non solo perché si becca 5 secondi di penalità per aver tratto vantaggio da una taglio della chicane, anche perché si ferma a fine gara per montare le soft.

MICK SCHUMACHER - VOTO 6 Non la migliore delle domeniche per Mick che ha la fortuna di non fermarsi a cambiare le gomme nel finale giovando di un guadagno di posizioni con la Safety Car.

NICHOLAS LATIFI - VOTO 4 Parte 10° ma il compagno non lo vede più se non dopo il traguardo. E dire che conosce bene macchina e team, mentre De Vries era al suo esordio assoluto.

VALTTERI BOTTAS - VOTO 6 Dopo il contatto al via la sua gara è stata un po' rovinata, anche se nel finale ha ottenuto una posizione migliore della preventivabile per non essersi fermato con la Safety Car.

YUKI TSUNODA - VOTO 6 Scattava ultimo ed era su una strategia conservativa Medium+Hard, nel finale prova il colpaccio con le Soft ma come a tanti altri piloti, non riesce. 

LANCE STROLL - VOTO 5,5 Dopo un discreto avvio era calato con le gomme Hard. Non ha però potuto finire la gara per un problema tecnico e vedere se la strategia avrebbe funzionato. 


Pubblicato da Simone Valtieri, 11/09/2022
Tags
Gallery
ItalianGP 2022
Logo MotorBox