Autore:
Salvo Sardina

LECLERC PROTAGONISTA Tra i pochissimi aspetti positivi del weekend del Gp di Francia in casa Ferrari, non può che esserci lui, Charles Leclerc. Il giovane pilota monegasco è stato infatti davanti al caposquadra Vettel sia in qualifica che in gara, trovandosi a proprio agio con il pacchetto di aggiornamenti che gli ingegneri del Cavallino hanno portato in pista a Le Castellet. In più, il ventunenne è stato anche l’unico in grado di impensierire la doppietta Mercedes, provando negli ultimi giri l’attacco decisivo a un Valtteri Bottas un po’ in crisi con le gomme.

LOTTA FINALEStavo riprendendo Valtteri – ha spiegato Leclerc dopo il traguardo – perché forse faticava a scaldare le gomme dopo la Virtual Safety Car. Ho visto un’opportunità e ci ho provato anche se non è andata a buon fine. Ho guadagnato tanto negli ultimi due giri e l’ho ripreso molto velocemente, quindi ci ho creduto fino agli ultimi metri anche se era un attacco un po’ ottimistico. In ogni caso, penso che, vedendo la situazione in cui ci trovavamo venerdì nelle simulazioni gara, sia stata una gran bella domenica per noi”.

STEP AVANTI Il monegasco ha poi smentito il malfunzionamento degli upgrade portati in pista dalla scuderia di Maranello, dichiarandosi abbastanza soddisfatto delle novità: “Rispetto alle prime libere, in gara mi sono trovato molto bene in macchina, sono contento di essere sul podio. Di sicuro questo non era un buon circuito per la nostra macchina, ma lo step in avanti è stato fatto anche se evidentemente non è abbastanza per vincere. Guardando i tempi sembrerebbe che siamo andati indietro, ma è solo che a Le Castellet la nostra configurazione faceva fatica. C’è stato qualche aggiornamento che abbiamo mantenuto, qualche altro ha funzionato meno bene, ma speriamo che in Austria saremo dove vogliamo essere”.


TAGS: ferrari formula 1 leclerc f1 2019 GP Francia F1 Le Castellet FrenchGP 2019