Autore:
Matteo Larini

HAMILTON SUONA LA SESTA Dopo aver realizzato un tempo record in qualifica, l’inglese della Mercedes ha vinto con merito la gara, allungando ancora in classifica rispetto al compagno Bottas, sempre più unico rivale in un mondiale piloti che, ancora una volta, ha preso la strada di Stoccarda. Con l’affermazione odierna, Lewis porta le sue vittorie in stagione a sei, di cui quattro consecutive, rispetto alle sole due di Bottas, vincitore in Australia e a Baku.

DOMINIO TOTALE Il britannico ha veramente avuto un weekend di grazia, in cui ha dimostrato tutta la sua forza con il giro veloce realizzato con gomme usurate al penultimo giro della corsa, poi sottratto al pilota di Stevenage da Sebastian Vettel, che si è fermato all’ultimo giro proprio per cercare di ottenere il punto extra del GPV. L’inglese descrive così il weekend francese: “Un weekend davvero grande. Ho provato tante volte questa sensazioni ma non invecchia mai, è una sfida costante là fuori trovare il limite e padroneggiare pienamente questa vettura, ogni gara è un'occasione per dimostrare che sono ancora forte”.

PAGINE DI STORIA Il campione in carica ha poi voluto ringraziare la sua squadra, che ha ottenuto quest’oggi l’ottava vittoria consecutiva e sta battendo ogni record in questa stagione 2019: “Stiamo creando insieme delle pagine di storia, sono fiero di essere parte di questo gruppo di persone, non finirò mai di ringraziarli: anche Valtteri ha fatto un grande lavoro. Abbiamo avuto una giornata fantastica, è un circuito dove non è facile guidare, ci sono tante sconnessioni e settori molto tecnici dove si può però guadagnare tanto sugli altri”.

GARA AL LIMITE Hamilton ammette infine di non aver avuto una corsa banale: “Non è stata una gara semplice, per nulla. Ci sono sempre delle cose che capitano, onestamente è sempre tutto al limite in gara, tutto deve andare alla giusta temperatura e l’affidabilità è fondamentale”. “Bisogna stare attenti al motore, il carburante e le gomme: abbiamo avuto blistering, ero preoccupato verso la fine, perché anche lo scorso anno avevo avuto problemi simili. Però è il mio miglior avvio stagionale, me lo voglio godere, io devo sempre portare la prestazione che si aspettano da me” ha concluso il cinque volte campione, ricordando la formazione di bolle sul battistrada delle sue Pirelli nelle ultime fasi del Gran Premio.

BOTTAS SCONFITTO Mentre Hamilton festeggia (ed allunga in classifica), Bottas ancora una volta deve analizzare la sonora sconfitta, in attesa di tempi migliori: “Non è successo molto in gara, l’occasione migliore era la partenza, non sono riuscito a sopravanzarlo, è partito bene. Alla fine Lewis era più rapido di me oggi, adesso devo guardare alla prossima corsa. Sono fiero di me e del team, ma devo capire cosa posso fare meglio. Lui non è imbattibile, lo so, devo analizzare i dati e semplicemente lavorare di più”.

 


TAGS: mercedes Hamilton bottas f1 2019 W10 GP Francia FrenchGP 2019