Autore:
Matteo Larini

SECONDA E QUINTA FILA Nonostante sembrasse che in questo weekend a Le Castellet Pierre Gasly avesse finalmente trovato un po' di passo per lottare con il compagno Verstappen, alla fine le qualifiche ci hanno consegnato l'ennesima 'vittoria' dell'olandese, che ha fatto il massimo e partirà quarto dietro a Leclerc. Il compagno francese, che corre in patria, non è andato oltre un'anonima nona posizione. 

VETTURA STRANA L’olandese Verstappen, quarto in griglia, ha commentato così le sue qualifiche, rammaricandosi per il distacco da Leclerc: “Dopo aver apportato alcuni miglioramenti alla vettura, abbiamo avuto una buona qualifica. In Q3 penso che avremmo potuto essere più vicini alla Ferrari ma il mio ultimo giro non è stato molto pulito. Nelle ultime curve è successo qualcosa e l'auto aveva un comportamento strano, dovremo verificare...altrimenti penso che avremmo potuto essere più vicini”.  

SORPRESA MCLAREN Max è comunque soddisfatto, e crede di potersi difendere in gara dall’attacco delle rinate McLaren: “Al momento sembra che la McLaren sia molto vicina ma dovremmo avere tre o quattro decimi su di loro. Ancora una volta, abbiamo massimizzato la nostra posizione in griglia ed è bello essere sulla seconda fila e partire con la gomma media. Penso che abbiamo bisogno di un po' di fortuna per il podio, come l'anno scorso, in quanto questa non è la nostra pista ideale”.

OBIETTIVO FERRARI Alla luce dei risultati delle qualifiche, Verstappen mette nel mirino le Ferrari, anche se ammette che sarà dura salire sul podio: “In gara, tutto ruoterà intorno alla gestione delle gomme. Non sono sicuro che possiamo combattere con la Mercedes, ma spero che possiamo combattere con la Ferrari. Naturalmente faremo del nostro meglio e vedremo fino a che punto possiamo arrivare”.

GASLY NONO Pierre Gasly, atteso al riscatto sulla pista di casa, ha invece avuto una Q3 da incubo, in cui non è andato oltre il nono posto. Il francese è deluso, ma spera di poter recuperare in gara: “Nel complesso, abbiamo avuto una qualifica difficile. Nella FP3, siamo stati più competitivi ma abbiamo apportato alcune modifiche dopo la sessione e le qualifiche sono state difficili in quanto ho faticato con l'aderenza. Sono abbastanza deluso dal nono posto perché penso che avevamo chiaramente qualcosa in più”.

QUESTIONE DI STRATEGIA In vista della gara, il ventunenne si aspetta di tornare davanti grazie al buon passo: “Iniziamo la gara con la gomma morbida, quindi sappiamo che non sarà facile ma il passo è a posto. Dovremo pensare alla strategia e vedere cosa possiamo fare per far durare questi pneumatici il più a lungo possibile in modo da poter lottare per recuperare posizioni. Spingerò al massimo”.


TAGS: red bull verstappen gasly f1 2019 GP Francia FrenchGP 2019