PARADOSSI Segnatevi una data, 19 aprile 2019. Per i metanisti, un vero e proprio spartiacque. Perche da allora sarà lecito impugnare la pistola di persona, e rifornire il proprio mezzo senza attendere l'aiuto di nessuno. Una storia all'italiana, quella del metano per autotrazione. Siamo il primo Paese al mondo per tecnologie e diffusione, e uno degli ultimi dal punto di vista normativo. Finalmente, la svolta: dopo aver superato il vaglio della Commissione Europea, dopo anche le firme di Ministero dell'Interno e Ministero dello Sviluppo Economico, mercoledì 20 marzo il decreto formulato i mesi scorsi per aprire la modalità di rifornimento self-service anche al gas naturale è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, diventando legge a tutti gli effetti. L'entrata in vigore, come da prassi 30 giorni dopo. Dal 19 aprile il nuovo corso del metano: il pieno anche di notte, senza l'ausilio di alcun operatore.

COSA CAMBIA La novità comporterà alcuni passaggi tecnici e disciplinari, tra i quali un provvidenziale mini-corso di formazione rivolto agli automobilisti in procinto di rifornire di metano. Un video tutorial multilingue si sbloccherà non appena verrà completata la procedura di pagamento elettronico, quindi con Bancomat o carta di credito. Il sistema non chiederà invece l'autenticazione dell'utente, oggi obbligatoria per gestori e personale di servizio. Ne consegue che la responsabilità dell'operazione cadrà in capo all'automobilista stesso, sollevando invece il titolare dell'impianto. Modifiche anche alla pistola di erogazione del metano, con l'introduzione di un pulsante di ritenuta

EUROMETANO La riforma snellisce così una prassi, quella del rifornimento di gas naturale, che sin qui condizionava almeno in parte sia gli spostamenti quotidiani dei proprietari, sia anche l'acquisto stesso di un'auto a metano, scelta in verità ben più influenzata dalla capillarità o meno della rete, con grandi differenze tra il Nord e il Sud Italia. In particolare, come sottolinea Federmetano, "il rifornimento self-service renderà ancora più appetibile il gas per autotrazione anche alle flotte, che vedevano nella necessità di servizio un ostacolo all’espansione nell’utilizzo di questo vettore energetico". Fluidificate le procedure di "ricarica" di bombole di gas, lo Stivale raggiunge inoltre nazioni come AustriaSvizzera e Germania sulle cui strade il metano self-service è la norma. Trascorso un naturale periodo di apprendistato, impugnare l'erogatore e rabboccare il serbatoio sarà semplice come fare il pieno di benzina.


TAGS: metano auto a metano decreto commissione europea rifornimento self-service