Autore:
Lorenzo Centenari

ULTRA-AUTONOMIA Non c'è due senza tre, basta stringersi e fare spazio all'ultimo arrivato. Anno nuovo, vita nuova, e così per il 2019 Volkswagen Polo TGI e Golf TGI acquistano la terza bombola di gas e la sotterrano sotto i sedili posteriori. Proprio come le colleghe Seat Arona, Seat Leon e Skoda Octavia. Cresce dunque il grado di percorrenza a metano, rispettivamente di 60 km per Polo (368 km calcolati secondo il ciclo di omologazione Wltp), di 80 km per Golf (422 km). Buone notizie, ma al momento solo per i sostenitori del gas naturale di lingua tedesca: nuove Golf e Polo TGI sono già in vendita solo in Germania, lo sbarco sul mercato italiano è ancora allo studio.

Nuova Volkswagen Polo 1.0 TGI 2019

CENTRALI TURBOGAS Volkswagen Golf TGI 2019 abbandona il 1.4 TSI turbo benzina e adotta il nuovo 1.5 TSI da 130 cv con turbocompressore a geometria variabile. A sua volta, grazie al serbatoio supplementare la capacità di stoccaggio del metano cresce fino a 115 litri (o meglio, a 17,3 kg). La combinazione tra maggiori riserve di carburante e maggiore efficienza nei consumi (3,5 kg/100 km), rispetto alla versione precedente assicurano una range-extention di tutto rispetto. Quanto a Polo TGI, sotto il cofano sempre il 3 cilindri 1.0 TSI da 90 cv, mentre il carico di metano raggiunge ora quota 13,8 kg (91,5 litri). La comunità italiana del gas naturale spera: un peccato non poter mettere il sedere su vetture tanto smart.


TAGS: volkswagen volkswagen golf tgi auto a metano volkswagen polo tgi