Autore:
Simone Dellisanti

DARWIN DOCET La Mercedes AMG GT R PRO ha tolto i veli al Los Angeles Auto Show negli Stati Uniti, mostrandosi a tutto il mondo come l'anello di congiunzione tra le Mercedes stradali e quelle dedicate esclusivamente alle competizioni. La Mercedes GT R Pro, esteticamente, è molto simile alle AMG GT3 e GT4 che corrono nei campionati Gran Turismo ma con un paraurti anteriore ancora più pronunciato, sagomato e dotato di bocche d'areazione maggiorate che sovrastano uno splitter più massiccio. Nonostante un muso così 'appesantito' dalle bocche d'aerazione la coda e il profilo laterale sono più vuoti e lisci ad eccezione di un'ampia presa d'aria posizionata vicino alle ruote anteriori e all'alettone posteriore.

DA CAPOGIRO Il motore e i numeri sono quelli che abbiamo già visto sulla Mercedes GT R. Un V8 biturbo da 4.0 litri con 585 CV a 6.250 giri/min e 700 Nm espressi tra i 2.100 e i 5.500 giri/min con consumi dichiarati di 12,4 l/100 km, mentre lo 0-100 km/h viene bruciato in 3,6 secondi per una velocità massima di 318 km/h. A differenziarla dalla sorellina più piccola ci pensano alcune chicche prese a piene mani dal mondo delle competizioni sportive come la presenza delle sospensioni coil-over regolabili meccanicamente in compressione ed estensione direttamente dalla vettura e senza l'uso di ausili meccanici esterni, cosi come il rapporto di compressione delle molle. Per configurare al meglio il vostro set up però, non dimenticate di regolare la barra di torsione in fibra di carbonio sull'asse anteriore e quella in acciaio sull'asse posteriore. Da segnalare la presenza di un pannello di fibra di carbonio integrato nel fondo della vettura che irrigidisce ancora di più il telaio e il roll bar per la protezione del pilota.

ATTENTI AL CRONO Su ogni Mercedes GT R Pro sarà inoltre presente il Carbon Package che comprende i cerchi di lega forgiati da 18" e l’impianto frenante con dischi carbonceramici. Gli amanti della tecnologia saranno contenti di sapere che, attraverso il quadro strumenti digitale da 12,3” potranno scoprire tutti i dati sulle loro performance in pista grazie al data logger AMG Track Pace che registra oltre 80 parametri della vettura. Il sistema è in grado di rilevare automaticamente il tracciato, indicando i tempi sul giro e gli intertempi.


TAGS: mercedes los angeles auto show 2018 los angeles 2018