Autore:
Marco Rocca

SEMPRE UN’EMOZIONE L’arrivo di una nuova generazione di 911 è sempre un’emozione. Tutte le volte ti fai sempre la stessa domanda: quanto sarà cambiata?
Una domanda che sai benissimo essere retorica perché se un po’ conosci la storia della noveundici sai anche che in 55 anni di storia non ci sono mai stati grandi stravolgimenti. Ma questo, per come la vedo io, è un bene.

SIAMO A OTTO L’ottava generazione della Porsche 911 debutta ora oltreoceano al Salone di Los Angeles 2018. Ho già il batticuore.
Cominciamo dalla linea. Sempre lei, certo, ma nuova sotto diversi aspetti. Il posteriore, per esempio, adesso presenta la stessa larghezza per tutti i modelli mettendo bene in evidenza la snellezza della sezione centrale, che ora è anche più pulita grazie alle maniglie a scomparsa in stile Tesla.

MUSO PIU’ LARGO Anche la parte anteriore è stata ritoccata nelle misure: la carreggiata è stata allargata di 45 mm e, complici le grandi prese d’aria a sviluppo orizzontale, ora risulta decisamente più imponente e schiacciata al suolo. Il cofano basso solcato da due nervature è un chiaro rimando alle prime 911 e trovo che sia azzeccatissimo.

IN ALLUMINIO Al posteriore l’ala estraibile è significativamente più grande che in passato a tutto vantaggio di una deportanza maggiore. E’ rimasta la striscia rossa luminosa caratteristica delle versioni a trazioni integrale. Piccola curiosità, tolte le sezioni anteriori e posteriori, l’intera carrozzeria è realizzata in alluminio.

L’ABITACOLO Come abbiamo visto dalle foto spia l’abitacolo è tutto nuovo. Le 911 dagli anni Settanta del secolo scorso sono stati la principale fonte di ispirazione. Accanto al contagiri centrale analogico, tipicamente Porsche, due schermi senza cornice forniscono tantissime informazioni al guidatore. Al centro della plancia lo schermo centrale del PCM da ben 10,9 pollici cattura gli sguardi. Aggiornati anche gli ADAS o assistenti alla guida con l'introduzione del Cruise Control adattivo con funzione stop & go e l'Emergency Assist. 

LA TECNOLOGIA. Dal punto di vista della digitalizzazione la 911 fa un altro passo verso il futuro. Con l’app Porsche Road Trip, per esempio, è possibile ricevere suggerimenti per organizzare un viaggio abbinando punti di interesse, hotel e ristoranti esclusivi, mentre con l’applicazione Porsche 360+ arriva un assistente digitale per ogni esigenza.

QUI MOTORE E veniamo alla parte più succulenta, quella relativa al propulsore che rimane il 3.0 boxer biturbo ma aggiornato lato sovralimentazione e iniezione. Da 420 cavalli sono diventati 450 cv per la 911 S. Ma la grossa novità sta nel nuovo cambio automatico, che rimane PDK a doppia frizione, ma ora a otto rapporti comandabili dai paddle al volante.

CHE NUMERI! I numeri della cartella stampa sono entusiasmanti: 3,7 secondi nello 0-100 per 308 km/h di velocità massima che scendono a 3,4 secondi per la Carrera 4S per 306 km/h di punta massima optando per il pacchetto Sport Chrono opzionale. Al debutto la modalità di guida Wet, pensata per le condizioni stradali più difficili e per i guidatori meno esperti.

QUI PREZZI La Porsche ha già comunicato i prezzi di lancio della 992 per il mercato italiano: 123.999 euro per la Carrera S e 132.051 euro per la Carrera 4S.


TAGS: porsche nuova porsche 911 porsche 992 salone di los angeles 2018 los angeles 2018 porsche los angeles 2018