Ineos Grenadier: svelati a Stoccarda gli interni del fuoristrada
Off-road

Ineos Grenadier: svelati gli interni del fuoristrada estremo inglese


Avatar di Dario Paolo Botta , il 08/07/21

4 mesi fa - Ineos Grenadier: la Casa inglese svela gli interni del suo fuoristrada

Un abitacolo spazioso e moderno pensato per gli amanti dell'off-road più estremo. Grenadier è l'ultimo fuoristrada old-school!

VECCHIA MANIERA Che Ineos Grenadier fosse un fuoristrada decisamente unico lo si era già capito al momento dell’unveiling ufficiale qualche tempo fa. Ora l’azienda capitanata da Jim Ratcliffe (grande estimatore dei 4X4) ha svelato gli interni del suo rocciosissimo “gippone”, progettati con il preciso obiettivo di offrire tutto lo spazio, la praticità e la versatilità che gli estimatori della guida in off-road cercano in un 4X4 duro e puro. Il design integra dunque tecnologie all’avanguardia e si avvale di soluzioni indispensabili per fare la differenza in situazioni estreme.

Ineos Granadier: gli interni Ineos Granadier: gli interni

PRATICO E FUNZIONALE ''Quando abbiamo iniziato a delineare gli interni del Grenadier abbiamo cercato ispirazione negli aerei, nelle imbarcazioni e persino nei trattori moderni, dove la funzionalità è una priorità: gli interruttori e i comandi più usati sono a portata di mano, mentre quelli ausiliari si trovano in una posizione secondaria, ma sempre facilmente accessibili, anche da parte del passeggero'', ha dichiarato Toby Ecuyer, Head of Design di Ineos, che aggiunge: ''È lo stesso approccio che abbiamo adottato con Grenadier: il layout degli interni è ben organizzato e funzionale, ed è pensato per la semplicità d’uso''.

VEDI ANCHE



Ineos Grenadier: tasti sul bordo superiore del parabrezza Ineos Grenadier: tasti sul bordo superiore del parabrezza

CABINA DI PILOTAGGIO Sulla console centrale e sul padiglione è collocato un vero e proprio tripudio di interruttori, manopole e tasti. Tutti i comandi sono ben distanziati, e posizionati proprio dove serve. Davvero impressionante poi, la disposizione dei pulsanti nella parte superiore del parabrezza, in perfetto stile cockpit aeronautico. Una volta seduti ai comandi sembra proprio di essere finiti nella cabina di pilotaggio di un Boeing 747! L’infotainment si gestisce da uno schermo touchscreen da 12,3 pollici, oppure utilizzando la manopola sul tunnel centrale. A disposizione del cliente ci sono anche Apple CarPlay e Android Auto. Il raffinato sistema Pathfinder per la navigazione fuoristrada consente invece d’impostare un itinerario attraverso pratici waypoint: punti di passaggio definiti da longitudine, latitudine e altitudine, laddove strade e percorsi tracciati sono qualcosa di sconosciuto.

Al posto di guida di Ineos Granadier Al posto di guida di Ineos Granadier

PROSEGUONO I COLLAUDI Da sottolineare i sedili firmati Recaro antimacchia e waterproof, che sorreggono bene il busto e a prima impressione sembrano comodi e abbastanza contenitivi. Disponibili anche appositi tappetini in tessuto e rivestimenti in pelle (lavabile, of course), pensati per chi sale in auto portando con sé fango e terra. Dirk Heilmann, CEO di INEOS Automotive, ha affermato: ''Ineos Grenadier è stato progettato dentro e fuori per portare a termine un lavoro: trasportare senza problemi persone e attrezzature dove si desidera, con livelli ottimali di comfort e controllo''. Al momento sono 130 i prototipi di Grenadier ad aver già raggiunto - almeno in patte - l’obiettivo prefissato: 1,8 milioni di chilometri di collaudi preliminari estremi in tutto il mondo. Lo step successivo? le dune desertiche del Marocco. Ineos Grenadier sarà ordinabile a partire da ottobre 2021, mentre le consegne inizieranno a luglio 2022. Prezzi ancora tutti da svelare...


Pubblicato da Dario Paolo Botta, 08/07/2021
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox