Anteprima

Hyundai Veloster: le nuove foto e il listino per Italia


Avatar Redazionale , il 21/07/11

10 anni fa - Hyundai presenta la Veloster, un Compact Utility Vehicle in arrivo a settembre.

La Hyundai Veloster, irrompe tra le compatte sportiveggianti con una linea molto coraggiosa e con soluzioni originali. Ecco prezzi e allestimenti della Veloster in Italia. Prime consegne a settembre.

Benvenuto nello Speciale TUTTE LE AUTO IN ARRIVO NEL 2011, composto da 77 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario TUTTE LE AUTO IN ARRIVO NEL 2011 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

ASIMMETRICA Quattro porte = berlina a tre volumi? Nossignori, almeno non questa volta. La nuova Hyundai Veloster stravolge le regole canoniche con una carrozzeria asimmetrica. La nuova compatta coreana (è lunga 422 cm, larga 179 cm, alta 139,9 cm, con un passo di 265 cm) completa la quaterna con una porta lato conducente, il portellone e due sportelli lato passeggero. Qualcosa insomma di simile a quello che ha fatto vedere anche la Mini Clubman, anche se qui tutte le porte si aprono in modo tradizionale e non controvento.

A ME GLI OCCHI Se la Hyundai Veloster non è destinata a passare inosservata non è però solo per questa scelta originale. A regalare alla macchina un certo potere ipnotico è infatti anche la sagoma della carrozzeria. Lo sguardo viene catturato in primis dalla calandra esagonale e con gli angoli smussati, la cui forma è ripresa da due ”rughe d’espressione” ai lati del muso. La fiancata vive invece sul contrasto tra il taglio a virgola della linea dei finestrini e i passaruota muscolosi, sotto i quali sono ospitati cerchi da 17” o, a richiesta, da 18”.

SPALLATISSIMA La coda non è meno spettacolare, complice il padiglione che spiove con un taglio quasi da coupé e dà credito alla decisione della Casa di definire la macchina una CUV, Coupé Utility Vehicle. Qui i segni particolari sono i parafanghi spallatissimi, il fascione paraurti massiccio, il grande diffusore con i terminali a filo e le luci inserite all’interno di piccole nicchie. Particolare è anche la forma del lunotto, che nelle immagini sembra una prosecuzione del tetto panoramico che sarà proposto come optional. In alcuni tratti la Hyundai Veloster sembra ispirarsi ad altre sportivette, come Renault Mégane Coupé, ma parlare di copiatura sarebbe forse troppo severo. La Veloster offre tuttavia un bagagliaio di 320 litri che possono diventare 1.015 abbattendo i sedili posteriori.

VEDI ANCHE



SCOLLO A V L’abitacolo è moderno e, a detta dei designer, s’ispira in molti punti al mondo delle moto, cui strizza l’occhio anche la scelta di montanti neri, per fare sembrare parabrezza e vetri la visiera di un casco integrale. La plancia ha un disegno a V, con al centro il pulsante d’avviamento e, poco sopra, uno schermo touch screen da 7”, che dovrebbe poter funzionare anche come consolle per giochi. Di grande impatto è anche la strumentazione, con gli indicatori carenati e coperti da una piccola palpebra.

IL BELLO DELL DIRETTA Quanto ai motori, quando la Veloster arriverà in Italia, in primavera, sarà spinta da un motore 1.591cc a iniezione diretta di benzina e con fasatura variabile delle valvole DCVT capace di circa 140 cv a 6.300 giri, con una coppia di 167Nm a 4.850 giri e un tempo nel 0-100 km/h di 9,7 secondi. I consumi dichiarati variano dai 5,3 litri/100km nel ciclo extraurbano, agli 8,1 nel ciclo urbano e ai 6,5 nel ciclo medio combinato. A far da spalla al 1.6 litri ci sarà un cambio manuale a sei marce e, a partire da fine anno, sarà possibile optare alternativamente per un robotizzato a doppia frizione (e questa è una novità assoluta in casa Hyundai). Per la stessa epoca questo millesei sarà declinato anche in una versione turbo, con potenza superiore ai 200 cv.

DOPPIA SCELTA Due gli allestimenti proposti: Comfort e Sport, entrambi già sufficientemente ricchi nella dotazione di serie da non richiedere grandi costi aggiuntivi per renderle accoglienti le Veloster. La Comfort comprende 6 airbag, ABS+EBD, TCS+ESP, poggiatesta anteriori attivi, assistenza alla partenza in salita, controllo della stabilità, volante in pelle regolabile in altezza/profondità, alzacristalli elettrici, cerchi in lega leggera da 17”, pneumatici 215/45 con sensore di pressione (TPMS), climatizzatore automatico, fendinebbia, impianto stereo integrato con display 7”, lettore CD+MP3 con comandi al volante, presa AUX-USB, specchietti esterni regolabili e riscaldabili elettricamente (con indicatore di direzione integrato). Il tutto a 21.900 euro chiavi in mano. Fra gli optional il sistema ISG (Stop &Go), che consente di contenere le emissioni a soli 137 g/km di CO2 (ciclo combinato), l’accensione con “smart card” ed il sistema di navigazione con mappe europee.

LA GRINTOSA La Sport, che si riconosce esternamente dagli inserti colorati nei cerchi in lega da 18”, punta invece a fornire un ambiente interno più sportivo, aggiungendo al precedente allestimento una strumentazione ad alta leggibilità, pedaliera sportiva in alluminio, sedili rivestiti in pelle e stoffa, Bluetooth, sensore accensione/spegnimento luci e specchietti laterali ripiegabili elettricamente. IL tutto a 23.500 euro chiavi in mano. Tra gli optional il tettuccio elettrico panoramico. Per entrambe le versioni il cambio automatico DCT è offerto a 1.490 euro in più.

DAMMI IL CINQUE Se quanto proposto non fosse ancora di gradimento, la Hyundai ha deciso di offrire sulla Veloster anche la formula di garanzia “Tripla 5”, con cinque anni di garanzia a chilometraggio illimitato, assistenza stradale e controlli gratuiti compresi. Non solo, ma se dopo un mese dall'acquisto qualcuno si scoprisse insoddisfatto della scelta fatta, la Casa coreana applicherà l'opzione "Impegno Hyundai", in pratica la vecchia formula "soddisfatti o rimborsati", annullando il contratto di acquisto e restituendo agli scontenti il 100% di quanto sborsato. Le prime consegne a settembre.


Pubblicato da Redazione, 21/07/2011
Gallery
Tutte le auto in arrivo nel 2011
Logo MotorBox