Video

5 domande su... BMW S 1000 XR


Avatar Redazionale , il 07/10/15

6 anni fa - La gente chiede, MotorBox risponde. Guarda il video

La gente chiede, MotorBox risponde. Guarda il video sulla BMW S 1000 XR

Benvenuto nello Speciale PROVE MOTO 2015, composto da 53 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario PROVE MOTO 2015 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

La BMW S 1000 XR è una moto che non passa certo inosservata e nelle settimana in cui l'abbiamo avuta in prova ha destato la curiosità di un sacco di gente. Per una volta, dunque, vogliamo raccontarvela in modo diverso, rispondendo ai commenti e alle domande che abbiamo sentito più spesso.

Bella moto ma non ricorda qualche altro modello?
Sicuramente c’è qualche somiglianza, soprattutto con la Ducati Multistrada. Però non si può mica crocifiggere la BMW: le moto di questo segmento, le cosiddette crossover, devono avere una posizione di guida rialzata e un cupolino filante e protettivo al tempo stesso. E’ difficile essere originali al 100%. E poi… più si guarda questa moto e più ci si rende conto che ha la sua personalità, con il muso da sportiva e la parte centrale massiccia.

Sembra comoda, va bene per i viaggi?
Sulla S1000 XR si sta eretti ma si è ben riparati dall’aria, grazie al cupolino regolabile e alla carenatura che devia l’aria lontano dalle gambe. Qualche limite nei viaggi lunghi viene però fuori. Alle velocità autostradali le vibrazioni si fanno sentire e la sella non è comodissima. Volendo si può anche andare in capo al mondo ma è meglio non fare tappe troppo lunghe, se si vuole arrivare a destinazione riposati.

VEDI ANCHE



Che motorone! Va forte?
Sì direi anzi che va fortissimo. Il motore è lo stesso quattro cilindri mille che corre in superbike. E’ depotenziato ma ha sempre 160 cv, che se fanno sentire ogni volta che si dà gas. Dopo i 5.000 giri ha un allungo che toglie il fiato e non esiste una strada che permetta di sfruttare tutte le potenzialità della moto. Ecco… giusto le autostrade tedesche, dove non ci sono limiti di velocità ma lì non ci sono curve e sarebbe un peccato perché questa BMW ha la ruota davanti che sembra piantata per terra.

E’ facile da guidare?
Con il peso e le prestazioni che ha non è certo una moto per tutti. L’elettronica di bordo dà però una bella mano a gestire la S1000 XR. L’ABS è di serie e lo stesso vale per il controllo della trazione, che in questo caso è fondamentale quando ci si trova in strada sotto la pioggia. Non mancano poi le modalità di guida, selezionabili tramite un pulsante sul manubrio. Un clic e questa BMW cambia carattere, da tranquillo Dr Jekyll a incontenibile Mr Hyde.

Non è rivale dell’altra BMW, la R 1200 GS?
No, le due moto sono molto diverse, più di quanto possa sembrare a prima vista. La GS è più versatile, resta la più indicata per fare turismo e se la cava bene anche sullo sterrato. La XR è invece di tutt’altra passa. Più che una giramondo vera e propria, si può considerare una sportiva comoda, con prestazioni mozzafiato. Manopole riscaldabili, borse, cruise control… pescando nella chilometrica lista degli optional si può fare di lei anche una buona compagna di viaggio ma si avrà sempre l’impressione di portare al guinzaglio un leone.

SCHEDA TECNICA
Motore 4 cilindri in linea
Potenza massima 160 cv
Telaio a doppio trave in alluminio
Altezza sella 840 mm
Peso 228 kg in ordine di marcia
Prezzo da 16.300 euro
ABS, ASC e riding mode di serie


Pubblicato da Paolo Sardi, 07/10/2015
Gallery
prove moto 2015
Logo MotorBox