Confronto naked

Ducati Monster 1200 S vs BMW R 1200 R


Avatar Redazionale , il 27/02/15

6 anni fa - Due bicilindriche capaci di tutto. O quasi

Una volta erano mondi lontani, troppo per essere una la sostituta dell’altra. Ora non più. La BMW R 1200 R e la Ducati Monster 1200 S recentemente si sono avvicinate parecchio l’una all’altra per prestazioni e praticità. Almeno stando a quanto dichiarano le rispettive Case… È davvero così?

Benvenuto nello Speciale PROVE MOTO 2015, composto da 53 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario PROVE MOTO 2015 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

PIANETI LONTANI Non si parla del secolo scorso quando BMW R 1200 R e Ducati Monster 1200 S erano due moto lontane, agli antipodi una rispetto all’altra. Ma il mondo cambia, le moto cambiano e i gusti dei motociclisti anche. Significa che oggi la Ducati Monster 1200 S, pur mantenendo il DNA da sportiva dura&pura, si concede qualche lusso e comodità per piacere a un pubblico più ampio. Al contrario, a Monaco di recente hanno iniettato una dose abbondante di cazzutaggine nella propria roadster, la BMW R 1200 R, e, un po’ come accadeva con Bruce Banner (alias Hulk), ora "se le girano" sono guai per tutti. Sta a vedere che Monster e 1200 R, oggi, si toccano i piedi per quanto sono vicine…

NUMERI CHE PARLANO Non credete a quello che ho appena detto? Allora faccio parlare i numeri delle rispettive schede tecniche: la Ducati Monster 1200 S ha 145 cavalli a 8.750 giri e 124,5 Nm a 7.250 giri, che devono smuovere 209 chili in ordine di marcia (con il 90% del serbatoio pieno). La BMW R 1200 R sembra partire in svantaggio: 125 cavalli a 7.750 giri e 125 Nm a 6.500 giri, con un peso totale di 231 chili in ordine di marcia (pur sempre con il 90% di benzina nel serbatoio, come da normativa). Tuttavia sono fiducioso che, per lo meno in strada, la curva di coppia più piena ai bassi regimi della BMW metterà una bella pezza alla mancanza di cavalleria.

VEDI ANCHE



COME UNA NAKED Uno dei motivi che mi ha fatto pensare al confronto tra Ducati Monster 1200 S e BMW R 1200 R è anche l’arrivo – rivoluzionario – di una forcella vera sulla BMW in luogo del Telelever, storico sistema di sospensione anteriore utilizzato per quasi tutte le moto di Monaco (eccetto la sportiva S 1000 RR e la NineT) e che avvicina la R a una naked. Altro punto di contatto è sicuramente l’elettronica: entrambe infatti (la BMW non di serie) montano piattaforme di altissimo livello: mappature motore, controlli di trazione e ABS regolabili, tutto con un semplice tasto che regola le riding mode. In più, la BMW può vantare le sospensioni semi-attive (optional abbastanza caro), un bel plus che aiuta a guidare senza pensieri.

ANCORA NUMERI Basta parlare, passiamo ai numeri. Non più quelli della scheda tecnica ma quelli del listino: la Monster 1200 S parte da 15.990 euro e offre un pacchetto, soprattutto elettronico, già molto completo. La BMW invece sembra costare meno: 13.950 euro, che però diventano ben di più se si opta per il pacchetto elettronico completo e le sospensioni semi-attive.


Pubblicato da Alessandro Codognesi, 27/02/2015
Gallery
prove moto 2015
Logo MotorBox