Pirelli, le gomme prototipo sono piaciute ai team
F1 2021

Pirelli, il test delle gomme prototipo è andato secondo i piani


Avatar di Salvo Sardina , il 02/07/21

4 mesi fa - Per alcuni piloti poche differenze rispetto alla C4, altri hanno trovato più grip

Per alcuni piloti ci sono poche differenze da annotare, mentre altri hanno trovato maggiore grip in trazione: il risultato (parziale) del test delle nuove Pirelli per Silverstone
Benvenuto nello Speciale AUSTRIANGP 2021, composto da 25 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario AUSTRIANGP 2021 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

VENERDÌ IMPEGNATIVO La prima giornata di attività del Gran Premio d’Austria 2021 è stata decisamente impegnativa. I team e i piloti, con la costante minaccia della pioggia che nelle PL2 ha anche in parte disturbato il programma solito delle prove libere, hanno dovuto non solo testare le mescole di uno step più morbido rispetto a quelle dello scorso fine settimana, ma provare per la prima volta le gomme prototipo che Pirelli introdurrà in via definitiva dal prossimo Gp di Silverstone. Le nuove P Zero, che presentano una costruzione più rigida e resistente, sono state prodotte per la seconda parte di campionato 2021 in modo da ridurre il rischio che si verifichino forature simili a quelle che hanno messo fuori dai giochi Max Verstappen e Lance Stroll a Baku.

F1 GP Austria 2021, Spielberg: Carlos Sainz (Scuderia Ferrari) con gomme Pirelli Test F1 GP Austria 2021, Spielberg: Carlos Sainz (Scuderia Ferrari) con gomme Pirelli Test

VEDI ANCHE



LE NUOVE GOMME Ogni pilota aveva a disposizione due set di gomme prototipo, non marchiate con alcun colore ma di mescola C4, la Medium qui nel Gp d’Austria. La raccomandazione del fornitore unico era quella di completare un programma di almeno 13 giri (chi non l’ha fatto oggi, potrà comunque farlo domani nelle prove libere 3) per valutare al meglio eventuali differenze nella guida rispetto ai pneumatici con struttura tradizionale utilizzati fino a questo momento. Pensati già nella passata stagione dopo il test delle libere di Portimao, i prototipi presentano una costruzione che è già stata scelta per le gomme da 18 pollici che vedremo debuttare nella prossima stagione e compensano la maggiore rigidità verticale e robustezza della spalla con la possibilità di ridurre le pressioni di esercizio di 2 PSI (dopo gli incidenti di Baku, Pirelli era di nuovo tornata a salire con le prescrizioni minime in modo da non compromettere l’integrità delle gomme).

F1 GP Austria 2021, Spielberg: la hospitality Pirelli nel paddock F1 GP Austria 2021, Spielberg: la hospitality Pirelli nel paddock

IL FEEDBACK DEI TEAM Abbastanza positiva la risposta delle squadre che oggi sono riuscite a completare il programma richiesto, al punto che il responsabile F1 e Car Racing di Pirelli, Mario Isola, ci ha spiegato ottimista di “non vedere ragioni per cui queste nuove gomme non debbano essere introdotte a Silverstone”. “Sono pneumatici che i team – prosegue l’ingegnere milanese – hanno valutato come molto simili nel comportamento alle C4, il che poi era il nostro obiettivo primario visto che non volevamo cambiare il bilanciamento delle attuali monoposto. Alcuni ci hanno detto di aver trovato maggiore trazione sul posteriore mentre altri ci hanno detto che i prototipi si sono comportati in modo analogo rispetto alle Medium tradizionali. Oggi volevamo testare proprio questo, verificando che fossero gomme buone sul piano della guidabilità, visto che le avevamo già provate indoor sotto l’aspetto della sicurezza e dell’integrità. Domani avremo le conferme finali”.


Pubblicato da Salvo Sardina, 02/07/2021
Gallery
AustrianGP 2021
Logo MotorBox