Pubblicato il 01/07/21

IL MISTERIOSO UPGRADE Lo aveva detto, quasi sconsolato, in conferenza stampa dopo la bandiera a scacchi del Gp di Stiria, il primo in cui è stato letteralmente dominato dal rivale Max Verstappen: “Ci servirebbe un aggiornamento di qualche tipo”. Oggi Lewis Hamilton, nel giovedì di interviste precedenti al Gp d’Austria sulla stessa pista di casa Red Bull, anticipa i piani a brevissimo termine della sua Mercedes. E, dopo le parole di Toto Wolff, che nelle scorse settimane aveva spiegato di volersi concentrare al 100% sul 2022, adesso è proprio il sette volte campione del mondo che smentisce il grande capo annunciando l’esordio di un nuovo pacchetto di upgrade.

F1 GP Austria 2021, Spielberg: Lo stravagante look di Lewis Hamilton (Mercedes) all'arrivo in pista

A TUTTA BIRRA Insomma, se per certi versi l’immagine che Wolff voleva dare era forse quella di una Mercedes rinunciataria e alle corde, per il campione inglese il team sta lavorando “a tutta” per provare a rimontare il gap sui rivali, un po’ come spiegato anche da James Allison. “So che c’è un aggiornamento in arrivo – ha spiegato Hamilton – alla fine stiamo lavorando al massimo. E, inoltre, stiamo capendo sempre di più del comportamento di questa macchina. Conosciamo cose nuove, che ci permettono di spingere ancora più forte per estrarre il massimo dalla W12. Ho fiducia nella squadra e credo che ce la faremo”.

F1 GP Stiria 2021, Spielberg: Lewis Hamilton (Mercedes AMG F1)

DI CORSA AL SIMULATORE Nei giorni scorsi ha anche fatto un certo rumore la storia Instagram con cui Lewis ha comunicato al mondo di essere… persino al lavoro al simulatore. Una pratica da lui mai particolarmente amata in passato, ma che adesso può rivelarsi determinante nella ricerca dei centesimi che potrebbero fare la differenza nella lotta con Red Bull: “Dopo le difficoltà che abbiamo avuto, sono andato al sim per aiutare il team a prepararsi al meglio, magari scoprendo qualche altra strada sul piano del setup. Ci sono un paio di cose positive che possono venire fuori dal simulatore, anche se non cambiano la vita. Continuerò a usarlo, ma abbiamo comunque dei piloti che fanno un grande lavoro”.

NESSUNA PREOCCUPAZIONE Scivolato a -18 di gap in classifica da Verstappen, Hamilton ha comunque ribadito di non essere ancora pronto ad abdicare: “Stiamo tutti spingendo al massimo di quanto sia possibile. Ovviamente, saremmo felici di avere una macchina più prestazionale per essere in grado di lottare anche in gara oltre che in qualifica. Anche loro continuano a evolvere la monoposto, ma non posso certo entrare in una bolla negativa di preoccupazione. Tutto quello che posso fare adesso è canalizzare tutta l’energia nell’assicurarmi di essere preparato al massimo, aiutando anche i miei ingegneri a esserlo. Bisogna restare uniti e lavorare tutti insieme per sistemare i problemi che ci sono. Questo è ciò che facciamo, questo è il motivo per cui siamo campioni del mondo. E ho fiducia nel fatto che tutti insieme possiamo farcela”.


TAGS: formula 1 lewis hamilton f1 gp austria Mercedes amg f1 f1 2021 Red Bull Ring F1 Spielberg F1 AustrianGP 2021