Pubblicato il 05/07/21

PUNIZIONI E POLEMICHE Il GP Austria si lascia alle spalle una serie di polemiche relative alle decisioni degli steward, i quali sono ricorsi in più occasioni ai 5 secondi di penalità per punire alcune manovre dei piloti in fase di battaglia. A far discutere in particolare è stata la decisione di castigare Lando Norris per la difesa su Sergio Perez al giro 4, il primo dopo la ripartenza seguita alla Safety Car entrata per agevolare la rimozione dell'Alpine di Esteban Ocon, ferma in pista dopo un contatto avvenuto poco dopo il via. Il pilota della McLaren si è detto frustrato per una scelta che gli è costata probabilmente il secondo posto finale a favore di Valtteri Bottas e lo stesso Chris Horner, team principal della Red Bull, ha definito l'episodio un normale incidente di gara.

SPAZIO MANCANTE Il direttore di gara della F1, Michael Masi, ha voluto spiegare perché gli steward hanno preso la decisione giusta: ''Nell'episodio di Sergio con Lando, il messicano era completamente a fianco di Lanco, quindi c'era l'onere di lasciare lo spazio pari alla larghezza di una vettura. Lo stesso è poi avvenuto tra Perez e Leclerc all'uscita di curva 4 e poi ancora all'uscita di curva 6. Il punto di vista degli steward, ovviamente io non mi siedo nella loro stanza per deliberare, in tutte e tre le circostanze è che si sarebbe dovuto lasciare lo spazio pari a una monoposto perché le due auto erano una accanto all'altra''.

F1, GP Emilia Romagna 2021: Max Verstappen (Red Bull) e Lewis Hamilton (Mercedes)

EPISODI DIVERSI A far arrabbiare i piloti e molti osservatori è una certa disparità di trattamente rilevata rispetto ad altri episodi avvenuti nel corso della stagione. Norris ha detto chiaramente che non riesce a comprendere cosa ci sia diverso da quanto accadde tra Max Verstappen e Lewis Hamilton al primo giro del GP Emilia Romagna (foto sopra), quando l'olandese costrinse il rivale a saltare sui panettoni gialli posizionati oltre il cordolo di curva 1. Masi ha replicato anche a questa rimostranza: ''Penso che per la prima curva nel primo giro, e dovete ricordarlo anche dal punto di vista di una squadra, tutti gli incidenti vengano trattati in modo più indulgente. Questo è stato il caso per un certo numero di anni secondo il principio del 'lasciarli correre'. Ogni caso è molto difficile da provare e confrontare. So che a tutti piace raggrupparli, ma è molto difficile confrontare due curve completamente diverse come la prima di Imola e le curve 4 e 6 in Austria''.


TAGS: norris f1 perez penalità AustrianGP 2021