Ferrari certa che Leclerc avrebbe vinto a Baku, ma in realtà...
F1 2022

Baku, Ferrari sicura: "Leclerc avrebbe vinto comodamente". Ma i dubbi restano


Avatar di Luca Manacorda , il 17/06/22

2 settimane fa - Inaki Rueda spiega il lavoro strategico nel GP Azerbaijan

Inaki Rueda ha spiegato il lavoro strategico nel GP Azerbaijan e come sarebbe finita senza ritiro
Benvenuto nello Speciale AZERBAIJANGP 2022, composto da 24 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario AZERBAIJANGP 2022 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

SCELTA STRATEGICA ESATTA? Quando Charles Leclerc è stato costretto a fermarsi per un problema al motore nel GP Spagna, era ormai chiaro che il monegasco aveva la vittoria in pugno. L'analogo ritiro nel GP Azerbaijan, arrivato prima di metà gara, è avvenuto con una situazione di gara ancora molto aperta, legata al fatto che la scuderia di Maranello aveva anticipato il pit stop per approfittare del periodo di Virtual Safety Car instauratosi dopo il ritiro di Carlos Sainz al nono giro, mentre la Red Bull aveva proseguito su una strategia tradizionale.

F1 2022: Inaki Rueda con James Vowles, capo strategia Mercedes F1 2022: Inaki Rueda con James Vowles, capo strategia Mercedes

DRS E VSC Il capo degli strateghi Inaki Rueda, al centro delle critiche dopo il disastro di Montecarlo, ha spiegato come ha agito il muretto del Cavallino Rampante a Baku: ''Charles stava lottando per il comando con Perez e aveva Verstappen negli scarichi. Max è entrato nel raggio d'azione del DRS su Charles e questo è qualcosa su cui abbiamo lavorato ultimamente. Con margini così piccoli con la Red Bull, ci troviamo a vincere o perdere con i sorpassi DRS. Per Baku, abbiamo portato un'ala posteriore diversa e abbiamo lavorato sulla nostra strategia. Fondamentalmente, quando Sainz si è fermato, ci siamo resi conto che molto probabilmente ci sarebbe stato un periodo di Virtual Safety Car e ci siamo preparati''.

SITUAZIONE FAVOREVOLE Leclerc ha dunque approfittato della VSC per montare le gomme con cui avrebbe poi dovuto concludere la gara, una scelta imitata anche dai piloti che seguivano i primi tre in classifica come le due Mercedes e Pierre Gasly. Rueda ha aggiunto: ''Charles è stato in grado di fare il suo unico pitstop della gara con una perdita di tempo molto inferiore rispetto a entrambe le Red Bull. Quindi, dopo il periodo di VSC, Charles è partito per andare fino in fondo con le gomme dure. La Red Bull ha cercato di andare il più a lungo possibile con la gomma media, ma stavano crollando molto di prestazione. La gomma media ha avuto molto degrado e Perez ha perso tempo cercando di andare più lungo per controbilanciare su Charles. Sfortunatamente, dopo 11 giri con la gomma dura, Charles ha subito un guasto al propulsore e questo ha interrotto la nostra gara''.

VEDI ANCHE



VITTORIA SICURA, O FORSE NO? Dopo aver rappresentato la situazione che si aveva poco prima del ritiro di Leclerc, Rueda ha concluso: ''Le nostre simulazioni indicano che, se non ci fosse stato un altro periodo VSC, Charles avrebbe vinto comodamente la gara contro Verstappen''. Nonostante la conclusione dello stratega Ferrari, i dubbi sull'esito finale rimangono: innanzitutto perché, a differenza di quanto detto dallo spagnolo, un altro periodo di VSC c'è effettivamente stato, provocato dalla rottura del motore Ferrari della Haas di Kevin Magnussen. In seconda battuta, la maggior parte degli altri piloti che erano sulla strategia di Leclerc hanno approfittato di questo per effettuare una seconda sosta, che è risultata fondamentale ad esempio a Lewis Hamilton per riuscire poi a superare Gasly per la quarta posizione.

F1 2022, GP Azerbaijan: Pierre Gasly precede Lewis Hamilton F1 2022, GP Azerbaijan: Pierre Gasly precede Lewis Hamilton

L'OBBIETTIVO NON CAMBIA Al di là dei possibili scenari del GP Azerbaijan, Rueda ha infine aggiunto le note positive del weekend di Baku: ''Abbiamo una macchina molto performante in qualifica e in gara, siamo in grado di combattere in ogni possibile scenario. La nostra affidabilità è un punto debole. Ne siamo consapevoli e ne parleremo in futuro. Le nostre ambizioni sono ancora alte e il nostro obiettivo non è cambiato''.


Pubblicato da Luca Manacorda, 17/06/2022
Tags
Gallery
AzerbaijanGP 2022
Logo MotorBox