GP Azerbaijan 2022, le pagelle di Baku
F1 2022

F1 GP Azerbaijan 2022, le pagelle di Baku


Avatar di Simone Valtieri , il 12/06/22

3 settimane fa - Le pagelle di MotorBox dopo il GP dell'Azerbaijan 2022 a Baku

Le pagelle di MotorBox dopo il GP dell'Azerbaijan 2022 a Baku. Verstappen e Perez fanno il loro, il migliore di giornata è George Russell
Benvenuto nello Speciale AZERBAIJANGP 2022, composto da 24 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario AZERBAIJANGP 2022 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

LE PAGELLE DI BAKU La Formula 1 approda sulla velocissima pista stradale di Baku, il cittadino più veloce di tutti prima dell'arrivo di Jeddah. Di seguito troverete, subito dopo la gara, i voti e le pagelle dei 20 piloti impegnati nel Gran Premio dell'Azerbaijan.

Clicca qui per leggere la cronaca del GP dell'Azerbaijan, vinto da Max Verstappen

CHARLES LECLERC - VOTO 8 Dopo una partenza titubante, si era difeso benissimo nei dieci giri successivi dal leone Verstappen, non riuscendo però ad avvicinare Perez. Colta l'occasione della Virtual Safety Car, però, è riuscito a balzare in testa con le gomme Hard e aveva la gara in pugno. Poi la rottura del motore e il sogno mondiale che si fa, ogni domenica, sempre più lontano.

MAX VERSTAPPEN - VOTO 8,5 Nella prima fase di gara mantiene la terza posizione che aveva in griglia e prova ad attaccare Leclerc senza fortuna. Poi, dopo la Virtual Safety Car, raggiunge più facilmente del ferrarista il compagno e lo passa con l'aiuto anche dei box. Si mette in testa tranquillo e naviga fino a fine gara portandosi a casa la quinta vittoria dell'anno. Non la sua vittoria più bella, sicuramente tra le più facili.

SERGIO PEREZ - VOTO 7,5 Se c'erano dubbi su chi fosse il numero 2 in Red Bull, questa gara li ha fugati. Al via è stato favoloso, a sfruttare i riflessi per beffare Leclerc sull'abbrivio, nonostante i pochi metri di rettilineo davanti. Nei primi giri anche: perfetto. Ma forse chiede troppo alle sue gomme, e quando cala di ritmo arriva il team radio ''no fighting'' (non combattere) riferito a Verstappen che sta per sorpassarlo. Dopodiché ha 30 giri davanti per ''rosicare'' e portarsi a casa una seconda piazza che gli vale, comunque, il sorpasso su Leclerc in classifica.

GEORGE RUSSELL - VOTO 9 Continua a essere l'unico pilota sempre nella top 5 da inizio anno. Non sbaglia mai, è velocissimo, e anche su una pista dove il gap con Ferrari e Red Bull per la Mercedes è ampio a causa del porpoising devastante che sia lui che il compagno devono subire, riesce a portare a casa il miglior risultato possibile. Ah, e non dimentichiamoci che ha battutto ancora una volta, sia in qualifica, che in gara, un certo Lewis Hamilton.

LEWIS HAMILTON - VOTO 7 Ben prima di metà gara in un suo team radio diceva che il mal di schiena lo stava devastando, tutti quei saltellamenti in rettilineo si attutiscono sicuramente meno bene alla veneranda età di 37 anni. In pista fa vedere un bel sorpasso su Ocon a inizio gara e uno su Gasly verso la fine. Il quarto posto oggi probabilmente era il miglior risultato possibile.

PIERRE GASLY - VOTO 8 Certo, il quinto posto è figlio anche del doppio ritiro della Ferrari, ma finalmente l'ottimo pilota che conoscevamo è tornato fuori dal guscio, con una prestazione da ricordare. Nel finale può fare poco per tenere dietro Lewis Hamilton, ma è tranquillamente il migliore degli altri.

GLI ALTRI IN BREVE

CARLOS SAINZ - VOTO SV La sua gara dura troppo poco, si ritira al nono giro quando era quarto e non teneva il ritmo dei primi tre. Poi un problema tecnico che rischia di marchiarlo a fuoco come n.2 del Cavallino.

VEDI ANCHE



GUANYU ZHOU - VOTO 7 Stava facendo una gran bella gara, lo hanno richiamato ai box per problemi tecnici, anche lui - come Sainz e Leclerc - motore Ferrari. Peccato, poteva arrivare in top ten.

KEVIN MAGNUSSEN - VOTO 6,5 Stava lottando per entrare in zona punti e facendo una bella gara, ma anche per lui, il motore Ferrari non ha retto ed è andato in fumo come per Leclerc.

YUKI TSUNODA - VOTO 7,5 Dopo una bella prima parte sempre in piena zona punti, tenta l'azzardo di non rientrare con la seconda VSC passando da 8° a 5°. Poi si rompe il DRS e la sua gara è rovinata.

SEBASTIAN VETTEL - VOTO 7 L'Aston Martin è migliorata e Seb la guida bene, a eccezione dell'errore nel primo tentativo di passare Ocon (al secondo ci riesce). Il 6° posto è un bel premio alla pazienza avuta sin qui.

FERNANDO ALONSO - VOTO 6,5 Parte 10° e arriva 7°, se togliamo i ritiri di Leclerc, Sainz e il problema di Tsunoda, significa che è rimasto lì dov'era. Il mezzo voto in più per essersi difeso bene dalle McLaren nel finale.

DANIEL RICCIARDO - VOTO 6 Vince il duello con il compagno di team, ed è una soddisfazione personale che però vale poco. Senza i ritiri dei ferraristi e il problema di Tsunoda, sarebbe rimasto fuori dai punti.

LANDO NORRIS - VOTO 6 È sulla stessa strategia di Verstappen per cui, con gomme più fresche, la sua gara è tutta sorpassi, ma la seconda VSC mette la parola fine alle sue speranze di rimonta.

ESTEBAN OCON - VOTO 5,5 Anche lui, come Vettel, Alonso e i due piloti McLaren (invertiti), arriva nella posizione in cui è partito. Viene inquadrato in TV solo quando viene sorpassato, ha visto domeniche migliori

VALTTERI BOTTAS - VOTO 5 In una giornata sfortunatissima per i colori della Ferrari, con quatro auto su sei ritirate, lui è quello che fa meglio arrivando... 11°. A Montreal è atteso sicuramente a prestazioni migliori.

ALEX ALBON - VOTO 6 Fa una gara di screta, non può nulla nel finale per tenere dietro Tsunoda su gomme Soft, per cui il 13° posto va bene. ''Not great, not terrible''

LANCE STROLL - VOTO 5 Dopo gli errori in qualifica la gara è tutta in salita, e finisce anche con qualche giro d'anticipo per un problema tecnico non meglio precisato. Ci rivediamo a Montreal anche con lui.

MICK SCHUMACHER - VOTO 5 Nulla da ricordare neanche per Mick, che naviga in penultima posizione per tutto il giorno, siamo sicuri che si sia anche un bel po' annoiato.

NICHOLAS LATIFI - VOTO SV Gara rovinata al via dal meccanico che gli ha toccato l'auto al via del giro di formazione. Dopodiché naviga in ultima posizione e ben staccato per tutto il giorno.


Pubblicato da Simone Valtieri, 12/06/2022
Tags
AzerbaijanGP 2022
Logo MotorBox