Autore:
Matteo Larini

TERZA DOPPIETTA MERCEDES Sembra incredibile, ma la Mercedes è riuscita nell’impresa di conquistare ben tre doppiette di fila all’inizio della stagione 2019: se la seconda del Bahrain è apparsa un po’ fortunosa e dovuta più che altro ai problemi di affidabilità e di guida della Ferrari, la prima in Australia e quella odierna sono giunte al termine di un vero e proprio dominio delle monoposto anglo-tedesche. La vittoria di Hamilton, infatti, non è mai stata messa in discussione, così come il secondo posto del compagno Valtteri Bottas.

HAMILTON SORRIDE Il vincitore del Gran Premio di Cina e nuovo leader del mondiale Hamilton ha molti motivi per cui essere felice. Raccontando la sua gara nelle interviste a Sky, il campione in carica ha ammesso di essersi divertito: “Una gara emozionante, quando ero in testa sentivo di poter tenere la gara sotto controllo almeno per un po’, ma è stato interessante vedere i diversi passi così come i diversi pit-stop. Noi siamo rientrati nello stesso giro e la Ferrari è passata alle due soste e quindi ci siamo adattati a loro, anche se avevamo pianificato di fermarci una sola volta”.  

LOTTA MERCEDES - FERRARI Interpellato in merito alla superiorità della Mercedes sulla Ferrari, Hamilton ha rimarcato che, nonostante le tre doppiette consecutive del suo team, in Bahrain la Ferrari ha dominato: “Non so se siamo superiori, se vediamo che in Bahrain ci hanno spazzato via in termini di passo e poi sono stati sfortunati in termini di affidabilità, non so bene cosa avessero fatto nella prima gara. In effetti, se si guarda con attenzione, abbiamo fatto tre doppiette e questo dimostra la forza del nostro pacchetto, non solo la macchina ma anche i piloti. Abbiamo fatto tre gare senza sbavature e tutti nel team stanno lavorando alla perfezione: è questo ci mette davanti alla Ferrari”.

BOTTAS SECONDO Dopo essere partito dalla pole-position ed aver perso la prima posizione al via, il finlandese Valtteri Bottas non è mai sembrato una seria minaccia per il compagno di squadra, ad eccezione dei giri immediatamente successivi alla prima sosta. L’ex leader del mondiale è chiaramente deluso, e non lo ha nascosto: “Sicuramente oggi è un dispiacere perché quando parti in pole l’obiettivo è vincere. Però poteva andare peggio, alla fine sono secondo ed è solo la terza gara: ho portato a casa un po’ di punti. La stagione è lunga ed in questo sport sono i dettagli a fare la differenza, sempre. Stavolta ho perso la leadership per un pattinamento, ma il nostro passo gara è stato buono e migliore rispetto al Bahrain. Incredibile per la squadra ottenere tre doppiette consecutive".


TAGS: ferrari mercedes Hamilton bottas f1 2019 ChineseGP 2019