Autore:
Simone Valtieri

SULLA TERRA La pole del 1000° GP della Formula 1 non parla rosso. Dopo il bel weekend - almeno dal punto di vista prestazionale - del Bahrain, la Ferrari torna sulla terra in Cina e occuperà domani la seconda fila sulla griglia di partenza del tracciato di Shanghai. Tre sono i decimi di margine dalla Mercedes, 17 millesimi invece il divario - minimo - tra Vettel e Leclerc, con il monegasco che sembra aver trovato la quadra dopo i problemi nelle libere e a inizio qualifica.

LE QUALIFICHE Nel corso della Q1, infatti, Leclerc era stato costretto a utilizzare un secondo treno di mescole Soft, dopo aver realizzato un primo tentativo perfettibile e frenato nel finale dal traffico. 2° posto poi arpionato con il secondo giro dietro a Bottas (5° Vettel) si è passati alla Q2 con le due Ferrari 3° e 4°, meglio Vettel, a mezzo secondo dalla coppia di Mercedes. In Q3 dopo il primo tentativo Verstappen era riuscito a inserirsi tra i due piloti del Cavallino, ma all'ultimo giro Vettel e Leclerc sono riusciti a riprendersi la seconda fila e accorciare il distacco a 3 decimi. Imbattibile oggi - per stessa ammissione dei due protagonisti - la Mercedes. 

VETTEL NON MOLLA"Purtroppo sembra che le Mercedes fossero troppo veloci oggi" - ha siegato Sebastian Vettel a caldo - "Fin dal Q1 sono sembrati essere più avanti. Noi comunque abbiamo avuto una buona sessione, forse c'era ancora qualcosa da spremere dall'auto ma alla fine sono stato contento di aver fatto l'ultimo tentativo, eravamo al limite per passare il traguardo in tempo utile. Avrei potuto fare qualcosa di meglio ma non abbastanza per battere le Mercedes. Magari in gara avremo un vantaggio in rettilineo e potremo fare qualcosa di più, vedremo come andrà, potrebbe essere una bella giornata per noi." Una curiosità: per ottenere la pole 2018 Vettel aveva girato circa 8 decimi più velocemente: 1'31"095 lo scorso anno contro l'1'31"848 di oggi.

RAMMARICO LECLERC Un po' di rammarico per Charles Leclerc, che dopo aver pagato dazio per tutto il weekend, è arrivato a soli 17 millesimi dal compagno: "Peccato, forse arrivare alle Mercedes non si poteva, ma io ero molto veloce all'ultimo giro e ho fatto un errore, non sono contento anche se, da una parte, pensando a quanto ho fatto fatica nelle libere e a quanto sono arrivato vicino a Seb... Sono però contento del progresso della macchina, dunque vediamo domani. Noi ci crediamo, no nsarà facile perche la Mercedes è stata molto forte questo weekend, ma io darò assolutamente tutto e vedremo."

NESSUNA POLEMICA Charles ha dato anche un parere su quanto fatto dalla Mercedes all'ultimo tentativo della Q3, con un giro di lancio molto lento che ha costretto diversi piloti dietro di loro a "beccare" la bandiera a scacchi e non poter effettuare l'ultimo tentativo. "Noi eravamo un po' più veloci di Mercedes nel giro di lancio, per quello ci siamo avvicinati, lo sapevamo, non è qualcosa che hanno fatto a posta (di andare lente), lo fanno dall'inizio del weekend nel giro di lancio."


TAGS: ferrari formula 1 sebastian vettel Charles Leclerc f1 2019 ChineseGP 2019