Autore:
Matteo Larini

MERCEDES SUGLI SCUDI Se alla vigilia del weekend cinese Toto Wolff temeva di trovarsi ancora più distante rispetto alla Ferrari in Cina, le qualifiche odierne hanno mostrato una situazione capovolta rispetto al Bahrain: le due monoposto anglo-tedesche hanno dominato la qualifica conquistando tutta la prima fila. Vettel, con la Ferrari, è terzo: il distacco, però, è significativo e pone degli interrogativi sul resto del weekend, soprattutto perché Mercedes sembra essere più competitiva in curva.

BOTTAS LEADER Oltre a guidare la classifica piloti, il finlandese Bottas (tornato in versione Melbourne) ha dominato il turno di qualifica, ottenendo un’ottima pole position, nonostante un giro non ideale. Valtteri, ai microfoni di Sky, ha spiegato: “Certamente è stato un bel weekend finora per me, partirò dalla pole. Mi sono sentito a mio agio sin da stamattina: in qualifica ho faticato solo un po' a inizio Q3 e alla fine è andata bene. Il giro finale è stato non male ma non perfetto: per fortuna è bastato per la pole. La macchina è stata molto buona e anche Lewis ha migliorato tanto e mi è arrivato vicino”.

HAMILTON SECONDO Il campione in carica Lewis Hamilton, nonostante si sia avvicinato molto al compagno di squadra, non è riuscito ad ottenere la pole-position. Tuttavia, il britannico non si è scoraggiato in vista della gara e si è complimentato con il compagno di squadra, molto rapido anche al venerdì: “Non ho mollato, complimenti a Valtteri che è stato stellare, io ho faticato tutto il weekend ma piano piano ho rosicchiato e alla fine ero vicino, un risultato fantastico per il team. Probabilmente devo recuperare ancora un po' ma vedremo domani. Le Ferrari sembrano veloci in rettilineo, noi in curva siamo riusciti a estrarre prestazione e questo ci mette in ottima posizione per la gara: il via sarà il momento chiave”.


TAGS: ferrari mercedes vettel Hamilton gp cina bottas f1 2019 ChineseGP 2019