Autore:
Giulio Scrinzi

PRIMA VETTEL... La sconfitta mondiale a favore del rivale Lewis Hamilton deve avergli dato la carica per gettare le basi in vista di un 2018 ancora migliore: in seguito al trionfo sul circuito brasiliano di Interlagos, stamattina Sebastian Vettel è stato capace di partire con il piede giusto, portando la sua Ferrari davanti a tutti nel primo turno di libere sulla pista di Abu Dhabi. Le FP1, come da tradizione, si svolgono con il sole ancora alto nel cielo e quindi con un asfalto leggermente più caldo del previsto, che ha premiato le doti della SF70H nei confronti della Freccia d'Argento del neo Campione del Mondo, un Hamilton arrivato a soli 120 millesimi dal tedesco di Heppenheim.

POI HAMILTON Nelle seconde libere, però, Hammer ha ripristinato tutti gli equilibri in gioco, riacciuffando la prima posizione in classifica grazie a un tempo davvero strepitoso, un 1'37''877 decisamente migliore rispetto al primato del circuito di Yas Marina, firmato dallo stesso Hamilton nel 2011 quando era al volante della McLaren motorizzata Mercedes. Le più basse temperature dell'asfalto (con 13 gradi in meno) hanno avvantaggiato, in questo caso, la W08 tedesca, mentre la SF70H numero 5 si è dovuta accontentare del secondo crono a soli 149 millesimi dalla vetta.

RICCIARDO IN ARRIVO Tra i due litiganti... stavolta il terzo ha dovuto fare da fanalino di coda: stiamo parlando di Daniel Ricciardo, che in mattinata non aveva fatto meglio del decimo tempo per il fatto che si era concentrato su un lavoro improntato maggiormente per la gara. Nel pomeriggio, invece, l'australiano ha preso il posto del compagno di squadra olandese, centrando il terzo crono a 303 millesimi dal best lap di Hamilton. Verstappen, invece, è scivolato in sesta piazza, fallendo più volte i suoi tentativi di qualifica e accusando un distacco di ben un secondo dalla testa della classifica.

RAIKKONEN DAVANTI A BOTTAS Quarto crono per Kimi Raikkonen e quinto per Valtteri Bottas: i due finlandesi hanno ripetuto la stessa identica prestazione sia nelle FP1 che nelle FP2, pagando in ultimo rispettivamente 475 e 660 millesimi dal tempone segnato da Hamilton. La nostra impressione? Che Iceman sia in grado di insidiare Ricciardo per il gradino più basso del podio virtuale, mentre il numero 77 della Mercedes ci è sembrato più in difficoltà nel trovare l'assetto ottimale per una pista che, almeno per lui, si sta dimostrando più ostica del previsto.

FORCE INDIA IN LOTTA Dietro ai top team, si sono confermate le più competitive le due Force India VJM10: stavolta, però, è stata quella di Sergio Perez a sopravanzare la gemella di Esteban Ocon, anche se solo per 1 centesimo di secondo. Tra i due la lotta nel battere l'avversario sembra non conoscere fine, ma in ogni caso sono stati in grado di mettersi dietro la migliore delle Renault di Hulkenberg, nono, e la più rapida McLaren di Fernando Alonso, che ha così completato la top ten.

TUTTI GLI ALTRI Fuori dai primi dieci la prima Williams di Felipe Massa, al suo ultimo GP in Formula 1 ma non in grado di fare meglio dell'11esimo tempo. Dietro di lui la seconda MCL32 di Stoffel Vandoorne, che ha preceduto Sainz e la terribile coppia dei giovani Stroll e Gasly. Per quanto riguarda la HAAS, ha salvato l'onore del reparto corse a stelle e strisce solamente Kevin Magnussen con il suo 16esimo posto, perchè la VF-17 di Grosjean, oggi, non voleva saperne di stare in pista. Il francese ha commesso diversi errori e, in ultimo, ha dovuto accontentarsi dell'ultimo posto di giornata, sopravanzato anche da un Brendon Hartley che ha preferito lavorare in ottica gara dal momento che domani i tecnici della Toro Rosso dovranno cambiare la MGU-H sulla sua STR12, un'operazione che gli costerà 10 posizioni in griglia di partenza.

CLASSIFICA DI GIORNATA Qua di seguito la classifica aggiornata al secondo turno di libere andato in scena sullo Yas Marina di Abu Dhabi.

PILOTA TEAM TEMPO GAP
1. Lewis Hamilton Mercedes 1'37''877  
2. Sebastian Vettel Ferrari 1'38''026 +0.149
3. Daniel Ricciardo Red Bull Racing 1'38''180 +0.303
4. Kimi Raikkonen Ferrari 1'38''352 +0.475
5. Valtteri Bottas Mercedes 1'38''537 +0.660
6. Max Verstappen Red Bull Racing 1'38''894 +1.017
7. Sergio Perez Force India 1'39''323 +1.446
8. Esteban Ocon Force India 1'39''333 +1.456
9. Nico Hulkenberg Renault 1'39''529 +1.652
10. Fernando Alonso McLaren-Honda 1'39''559 +1.682
11. Felipe Massa Williams 1'39''635 +1.758
12. Stoffel Vandoorne McLaren-Honda 1'39''671 +1.794
13. Carlos Sainz Jr Renault 1'40''201 +2.324
14. Lance Stroll Williams 1'40''329 +2.452
15. Pierre Gasly Toro Rosso 1'40''694 +2.817
16. Kevin Magnussen HAAS 1'41''128 +3.251
17. Pascal Wehrlein Sauber 1'41''270 +3.393
18. Marcus Ericsson Sauber 1'41''302 +3.425
19. Brendon Hartley Toro Rosso 1'41''496 +3.619
20. Romain Grosjean HAAS 1'41''560 +3.683

TAGS: formula 1 sebastian vettel kimi raikkonen valtteri bottas lewis hamilton f1 F1 2017 max verstappen daniel ricciardo formula 1 2017 f1 2017 gp abu dhabi