Binotto spiega il mancato pit stop Ferrari al GP Miami
F1 2022

Binotto e i motivi del mancato cambio gomme Ferrari all'ingresso della Safety Car


Avatar di Luca Manacorda , il 11/05/22

1 settimana fa - Il team principal Ferrari difende la decisione del team

Il team principal Ferrari difende la decisione del team di non richiamare Leclerc ai box al momento dell'ingresso della Safety Car
Benvenuto nello Speciale MIAMIGP 2022, composto da 25 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario MIAMIGP 2022 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

DUBBIO STRATEGICO La strategia della Ferrari nel finale del GP Miami continua ad essere uno dei temi più discussi dopo la gara di domenica. Tramite le parole del team principal Chris Horner, la Red Bull ha provato pubblicamente a mettere in dubbio le decisioni del muretto del Cavallino Rampante, di fatto ringraziandolo di non aver voluto richiamare ai box per un cambio gomme Charles Leclerc e/o Carlos Sainz al momento dell'ingresso della Safety Car. Ma gli ingegneri della Rossa restano convinti della bontà della loro scelta, sottolineando come quanto visto in pista negli ultimi giri abbia confermato le loro previsioni.

F1 2022, GP Australia: Mattia Binotto (Ferrari) F1 2022, GP Australia: Mattia Binotto (Ferrari)

VEDI ANCHE



LA RISPOSTA DI BINOTTO La Ferrari, che non aveva a disposizione gomme nuove Soft, avrebbe potuto montare delle Hard nuove. Stessa mescola che Max Verstappen e i propri piloti stavano già utilizzando: la manovra avrebbe dunque garantite soltanto uno pneumatico un po' più nuovo. Sul tema è intervenuto Mattia Binotto, che ha spiegato cosa ha spinto il team di Maranello a non richiamare i propri piloti al box: ''Credevamo che, in termini di riscaldamento del battistrada, una gomma usata sarebbe stata migliore di una nuova. Avremmo sofferto di più di problemi nel riscaldare una Hard nuova, che era ciò che avevamo a disposizione nel box. Abbiamo deciso di stare fuori perché credevamo fosse l'occasione migliore per noi, fare un buon riscaldamento e provare ad attaccare nei primi giri che è ciò che è successo''.

LECLERC D'ACCORDO Dal canto suo, Charles Leclerc ha confermato che la situazione creatasi gli ha permesso di avere qualche chance con Verstappen, anche se la migliore c'è stata quando ancora il DRS non era stato riattivato, rendendo impossibile un attacco vincente su una Red Bull apparsa comunque superiore sul passo gara: ''Penso che ci sia stata un'ottima possibilità al secondo giro dopo la Safety Car, ma non c'era il DRS. A parte questo, la Red Bull meritava di vincere e Max meritava di vincere: è stato un po' più veloce di noi''.


Pubblicato da Luca Manacorda, 11/05/2022
Tags
MiamiGP 2022
Logo MotorBox