Sainz e Ocon criticano la FIA per la pericolosità di curva 14
F1 2022

Inascoltate le richieste di Sainz sulla sicurezza in curva 14: "Questo non è accettabile"


Avatar di Luca Manacorda , il 08/05/22

2 settimane fa - Ocon si è fatto male dopo aver sbattuto nello stesso punto di Sainz

Nonostante le richieste dei piloti per una maggior sicurezza, Ocon si è fatto male dopo aver sbattuto nello stesso punto di Sainz
Benvenuto nello Speciale MIAMIGP 2022, composto da 25 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario MIAMIGP 2022 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

NON SOLO SHOW I primi due giorni sul nuovo circuito di Miami hanno evidenziato diverse criticità. Dall'asfalto che ha richiesto dei rattoppi in diversi punti, alle barriere non adatte per alcuni punti della pista. Su questo punto, in particolare, l'attenzione si è concentrata su curva 14, teatro di due incidenti in fotocopia di Carlos Sainz ed Esteban Ocon. Il ferrarista è andato a sbattere nel corso delle PL2 e, durante il successivo briefing con la FIA, ha voluto sottolineare come in quel punto non fosse l'ideale avere il muretto a delimitare la pista.

SAINZ INASCOLTATO La richiesta di Sainz alla Federazione era in effetti piuttosto comprensibile, ossia inserire in quel punto le barriere Tecpro che hanno la grande capacità di assorbire gli impatti e renderli meno traumatici: ''Mi dispiace essere critico, ma ieri ho detto alla FIA che il mio crash in un punto da seconda marcia non dovrebbe essere così duro, oggi mi faceva un po' male il collo. Ho detto loro 'Mettiamo le Tecpro lì', perché c'è un muretto di cemento molto duro - ha ricordato lo spagnolo dopo le qualifiche - Esteban è andato a schiantarsi lì e sono abbastanza sicuro che anche lui lo abbia sentito''. Tra l'incidente di Sainz e quello di Ocon è passato un giorno, ma la situazione è rimasta immutata.

VEDI ANCHE

OCON FURENTE Il pilota dell'Alpine si è schiantato nel corso delle PL3. L'impatto, valutato con una forza di 51G, ha rotto il telaio della monoposto, impedendo al francese di partecipare alle successive qualifiche. Ocon, che nell'incidente ha riportato anche qualche conseguenza fisica, anche se i medici lo hanno autorizzato a proseguire il weekend e dunque oggi sarà regolarmente al via della gara: ''L'impatto è stato molto più duro di come avrebbe dovuto essere. Ne abbiamo discusso venerdì con Carlos e con i direttori di gara, ma non siamo stati ascoltati. Questo non è accettabile e la FIA dovrebbe spingere di più per la nostra sicurezza''. Il francese ha poi aggiunto: ''Mi sono fatto male alle ginocchia. Non mi aspettavo che andasse così male. Ci fosse stato il Techpro, probabilmente il telaio sarebbe sopravvissuto. Carlos aveva detto che l'impatto era stato troppo grande e oggi è stato enorme. Probabilmente è il più grande schianto della mia carriera ad essere onesti. Ieri Carlos si è fatto male, oggi mi sono fatto male anche io. La FIA dovrebbe spingere di più per la nostra sicurezza. Quando ieri un pilota professionista del calibro di Carlos, alla guida della Ferrari, dice una cosa del genere penso che il minimo sia che vada preso in considerazione e che si faccia il meglio possibile per apportare un cambiamento''.

F1 2022, GP Miami: Esteban Ocon (Alpine) dopo l'incidente in curva 14 F1 2022, GP Miami: Esteban Ocon (Alpine) dopo l'incidente in curva 14

FIA SILENTE Al momento, dalla Federazione non sono giunti commenti a riguardo. È quantomeno ironico che queste pesanti critiche alla sicurezza arrivino proprio nel weekend in cui la battaglia tra i piloti e l'organo di governo sull'inasprimento delle regole relative al divieto di indossare gioielli e piercing e all'utilizzo di biancheria intima ignifuga abbia raggiunto il suo apice, con le proteste plateali di Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. Secondo Jenson Button, campione del mondo nel 2009 e ora commentatore tv, qualcosa verrà fatto prima della gara di oggi: ''Dopo quell'incidente, e ora sono due, sono sicuro che lo inseriranno'' ha dichiarato riferendosi all'agognato Tecpro.


Pubblicato da Luca Manacorda, 08/05/2022
Tags
MiamiGP 2022
Logo MotorBox