Anteprima:

Ford Focus RS 2009


Avatar Redazionale , il 07/07/08

13 anni fa - La Focus RS arriverà nel 2009 con 300 cv.

La Casa dell'ovale si appresta a rifare la punta alla gamma Focus con una versione tuttopepe che rinverdisce (in tutti i sensi ) i fasti del passato sportivo. Attesa vedette del Salone di Londra, la Ford Focus RS 2009 sarà su strada agli inizi del 2009.

Benvenuto nello Speciale LE NOVITÀ AUTO DEL 2009, L'ELENCO AGGIORNATO, composto da 63 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario LE NOVITÀ AUTO DEL 2009, L'ELENCO AGGIORNATO qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

GIU' LA POLVERE Dopo anni passati a prendere polvere, la gloriosa sigla RS sta per tornare a campeggiare di nuovo sulle lamiere di una Ford. A portare agli antichi splendori le due lettere apparse alla fine degli anni 60 e consacrate poi dalla Escort 1.600 del 1970 sarà una Focus ipervitaminizzata, che debutterà il 22 luglio sotto i riflettori del London International Motor Show. Per ora i vertici della Casa parlano ancora di "show car" e di dettagli non definitivi in vista del lancio del 2009, ma i giochi sembrano ormai per gran parte fatti.

RACING STYLE La nuova Ford Focus RS 2009 si presenta orgogliosamente ammantata da una scintillante livrea verde, un omaggio al Le Mans Green che sfoggiavano proprio le Escort RS di un tempo. Colore a parte, la RS ha le carte in regola per attirare a sé l'attenzione e far vedere... i sorci verdi a molte concorrenti. La linea è di quelle da pelle d'oca, con un'infinità di dettagli a incattivire il look da berlina "casa e lavoro" della Focus vulgaris. Nel frontale si spalanca una vorace presa d'aria trapezoidale, sottolineata da uno spoiler affilato.

VEDI ANCHE



SI DA' LE ARIE Ai lati sporgono piccoli fendinebbia mentre i fari allo xeno adottano un trucco pesante, con una presa supplementare a fare da eye-liner. Squarci si aprono anche sul cofano, dietro i carnosi passaruota e nei paraurti posteriori, a placare i bollenti spiriti degli organi meccanici. L'attenzione scrupolosa ai flussi d'aria si nota anche in coda, per la presenza di un alettone che sovrasta il lunotto e di un estrattore che sfrutta l'effetto Venturi nella parte bassa.

PRIMA SPREMITURA Da dietro spuntano anche due grossi terminali tondi, cui dà fiato il noto cinque cilindri 2.5 turbo, che, per giustificare la presenza della sigla RS, è però sottoposto dagli ingegneri a un'operazione di spremitura. Lavorando di fino sulla distribuzione, sulla testa e sull'alimentazione, i tecnici sono riusciti a far respirare meglio il motore e a ottenere la bellezza di 300 cv e 410 Nm. A questo risultato contribuisce anchel'aumento della pressione di esercizio del turbo, che può essere monitorata dal pilota tramite uno degli strumenti supplementari, sistemati sulla plancia a mo' di ciliegina sulla torta. La cura RS dell'abitacolo va comunque oltre i tre piccoli indicatori. Gli altri segni particolari sono i sedili Recaro, il rivestimento della console in simil-carbonio, la pedaliera in alluminio e volante con la corona sagomata.

AVANTI TUTTA Lontano dalla vista si segnalano invece sospensioni RevoKnuckle, studiate per ridurre al minimo le reazioni allo sterzo (dotato di un comando più diretto), che sono un po' la bestia nera per tutte le auto potenti a trazione anteriore. La Ford non segue infatti la concorrenza giapponese lungo la strada della trazione integrale e punta invece sulle sole ruote davanti, piazzando tra loro un differenziale autobloccante Quaife Automatic Torque Biasing. La motricità tuttavia non ne risente, se è vero che nelle prime prove la Focus RS si è dimostrata capace di scattare da 0 a 100 in meno di 6 secondi.

CURA RICOSTITUENTE Per essere all'altezza di tanta meccanica l'assetto è profondamente modificato, con anche un Esp tarato ad hoc in modo meno conservativo. All'estremità di carreggiate allargate di 40 mm ci sono cerchi da 19" che calzano pneumatici 235/35. Le molle e gli ammortizzatori sono più rigidi che su tutte le altre versioni e la barra stabilizzatrice posteriore è maggiorata. Anche i freni crescono di diametro, ventilati da 336 mm davanti e da 300 mm dietro, e sono lavorati sulla RS da pistoncini più in carne.


Pubblicato da Paolo Sardi, 07/07/2008
Gallery
Le novità auto del 2009, l'elenco aggiornato
Logo MotorBox