Autore:
Giulio Scrinzi

GP ABU DHABI La stagione 2017 è ufficialmente finita: lo scorso weekend è andato in scena l'ultimo Gran Premio previsto dal calendario iridato, che ha acceso i motori su un circuito di Abu Dhabi dove la Mercedes ha letteralmente messo in riga tutte le scuderie avversarie. Stavolta, però, è stato il turno di Valtteri Bottas, che si è reso protagonista di una gara praticamente perfetta nella quale ha battuto il neo Campione del Mondo Lewis Hamilton, che con il suo secondo posto ha contribuito a portare davanti a tutti, una volta di più, le Frecce d'Argento Made in Brackely. La Ferrari, invece, è stata costretta a inseguire, con un Sebastian Vettel che ha salvato gli onori del Cavallino grazie al suo terzo posto, mentre Kimi Raikkonen è giunto al traguardo solamente quarto, insidiato fino all'ultimo dall'unica Red Bull superstite di Max Verstappen.

LE PAGELLE Fatta questa premessa, diamo i voti a piloti e scuderie che hanno gareggiato nell'ultimo round stagionale, ospitato sul circuito di Yas Marina, ad Abu Dhabi. Le pagelle, come al solito, sono soggettive e se volete dare la vostra opinione non esitate a dare qualche punto in più o in meno ai vari protagonisti. E, magari, lasciate anche un commento sotto l'articolo oppure sulla pagina Facebook di MotorBox, in modo da discuterne assieme!

VALTTERI BOTTAS – VOTO 10 Il ruolo di seconda guida non piace a nessuno, ma Valtteri Bottas quest'anno l'ha interpretato a regola d'arte. Ha sempre aiutato il suo compagno di squadra, ma una volta che questo ha centrato il quarto iride in Messico... ecco il momento per togliersi qualche sassolino dalle scarpe! Le due pole in Brasile e ad Abu Dhabi sono state molto importanti per il finlandese della Mercedes al fine di recuperare un po' di fiducia in sé stesso, totalmente rinforzata inoltre grazie a una vittoria sullo Yas Marina dove si è reso protagonista di una gara praticamente perfetta. Il suo proposito per l'anno prossimo? Puntare direttamente al Titolo Mondiale.

LEWIS HAMILTON – VOTO 9 Voleva chiudere l'ultima gara dell'anno in bellezza, ma alla fine ha dovuto desistere nei confronti delle ferrea volontà di stare davanti mostrata dal suo compagno di squadra. Ad Abu Dhabi Lewis Hamilton ha concluso la sua stagione 2017 in seconda posizione, ma la sua prestazione è stata inferiore rispetto a quelle che ci ha abituato durante l'anno: nel momento clou non ha avuto (o non ha voluto avere?) la forza per spingere ancora di più sul gas e rispondere ai giri veloci di Bottas, che invece si è dimostrato letale come a Sochi e sul Red Bull Ring. In ogni caso, in questo Campionato Hamilton è cresciuto molto e ha centrato tutti i suoi obiettivi: se continua così, l'anno prossimo sarà ancora più difficile batterlo.

SEBASTIAN VETTEL – VOTO 8 Si è capito fin dalla prima curva che la Ferrari, ad Abu Dhabi, non sarebbe stata della partita per la vittoria. Le Frecce d'Argento erano troppo veloci per la SF70H, che alla fine ha rimediato come miglior risultato il terzo posto del suo miglior interprete, un Sebastian Vettel che chiude la stagione con le orecchie basse per quello che è successo durante la tripletta asiatica. Ma ora è tempo di guardare al 2018, un Campionato dove la Scuderia di Maranello dovrà imparare dai propri errori per puntare esclusivamente a quel Titolo Mondiale che manca nelle sue bacheche praticamente da dieci anni.

KIMI RAIKKONEN – VOTO 7 Sullo Yas Marina di Abu Dhabi Kimi Raikkonen è stato l'ombra di tutte le dichiarazioni che ha rilasciato ai media: fin dalla partenza è rimasto nel panino delle Red Bull, per poi stazionare in una quarta piazza mantenuta per miracolo sotto la bandiera a scacchi. Alla fine Max Verstappen non è riuscito a sopravanzarlo, ma in ogni caso l'ultima gara stagione di Iceman non deve essere considerata per lui come un arrivo. Piuttosto come un punto di partenza per l'anno prossimo, dove a detta sua vuole tornare a lottare per il Mondiale: speriamo troverà la forza dei suoi anni migliori...

MAX VERSTAPPEN – VOTO 7 Visto il ritiro di Daniel Ricciardo per il cedimento del propulsore Renault sulla sua Red Bull, Max Verstappen si è fatto una volta di più portabandiera del reparto corse di Milton Keynes. La sua RB13, tuttavia, non era settata al meglio e questo lo ha penalizzato nel dare quel qualcosa di più che solitamente è in grado di regalare. La sua quinta posizione al traguardo non gli rende giustizia ed è stato un peccato che non sia riuscito a sopravanzare per soli otto decimi un Kimi Raikkonen decisamente non in giornata...

DANIEL RICCIARDO – VOTO NP Non pervenuto: questo è l'unico voto che ci sentiamo di dare a Daniel Ricciardo, di nuovo vittima di un problema (stavolta idraulico) alla sua Red Bull che lo ha costretto al ritiro. Le ultime gare dell'australiano non sono state granchè positive, sia in termini di risultati sia per il suo morale: speriamo che nel 2018 abbia un po' più di fortuna.

FORCE INDIA – VOTO 7 Consistente la prestazione della Force India, che con quest'ultima gara ha consolidato la sua quarta piazza in Classifica Costruttori. Ad Abu Dhabi Sergio Perez ha chiuso la sua ultima fatica in settima posizione, lo stesso piazzamento che ha conquistato in Classifica Piloti, mentre Esteban Ocon lo ha seguito all'ottavo posto. Grazie alla potente motorizzazione Mercedes, la squadra di Vijay Mallya è riuscita a battere reparti corse molto più blasonati come la Renault o la McLaren: chapeau!

RENAULT – VOTO 7 Interessante anche la performance messa in campo dalla Renault... quantomeno quella della sua prima guida, un Nico Hulkenberg che ha fatto di tutto per permettere alla sua squadra di conquistare il sesto posto in Classifica Costruttori, ma che alla fine la sua sesta piazza sotto la bandiera a scacchi non è stata sufficiente per raggiungerlo. Avrebbe potuto aiutarlo Carlos Sainz Jr, ma un errore durante il cambio gomme, con l'anteriore sinistra mal fissata, lo ha costretto a un ritiro che è costato veramente caro. Peccato, sarà per l'anno prossimo.

McLAREN-HONDA – VOTO 6 Quella di Abu Dhabi è stata l'ultima gara in cui abbiamo visto una McLaren motorizzata Honda. Dall'anno prossimo, infatti, il team di Woking passerà ai propulsori Renault, nei confronti dei quali la speranza è quella che siano più competitivi ma, soprattutto, più efficienti in termini di affidabilità. In ogni caso, bisogna dar merito a Fernando Alonso di aver portato la sua MCL32 sullo Yas Marina all'interno della top ten, battendo un certo Felipe Massa che, invece, ha chiuso la sua carriera di Formula 1. Stoffel Vandoorne, invece, non è riuscito ad andare oltre alla 12esima posizione: l'anno prossimo andrà meglio?

WILLIAMS – VOTO 6 Ad Abu Dhabi in casa Williams tutti avevano la lacrimuccia pronta, visto che quella dello Yas Marina è stata l'ultima gara in Formula 1 per Felipe Massa, capace di portare la FW40 all'interno della top ten e, per la precisione, in decima piazza. Ha deluso, invece, il suo compagno di squadra, un Lance Stroll che ha svolto il ruolo di fanalino di coda dell'intera griglia. Speriamo che per l'anno prossimo si prepari al meglio il giovane canadese, che sarà aiutato da quel nuovo top driver che sarà scelto a breve al termine dei test di Abu Dhabi previsti per la prossima settimana. Sarà Robert Kubica il prescelto?

HAAS – VOTO 5 Il team HAAS ha chiuso la stagione in alto mare: anche nell'ultimo weekend stagionale i due titolari non sono mai riusciti a trovare la quadra della situazione, con un Romain Grosjean sempre più propenso a fare errori e un Kevin Magnussen che ha seguito il suo esempio proprio in gara, autore di un testacoda dopo poche curve. Alla fine i due hanno terminto l'ultima gara del 2017 rispettivamente all'11esimo e al 13esimo posto, decisamente distanti rispetto agli standard che ci avevano abituato qualche mese fa. La svolta arriverà l'anno prossimo?

TORO ROSSO – VOTO 6 In Toro Rosso c'è tanta voglia di cambiare: assoldate due giovani leve dal nome di Pierre Gasly e Brendon Hartley, fra non molto toccherà anche alla power unit, che nel 2018 passerà dalla fragilissima Renault alla (più promettente?) Honda. Scelte, si spera, ampiamente ponderate, visto che anche ad Abu Dhabi i due titolari non sono andati oltre la 15esima e la 16esima piazza sotto la bandiera a scacchi. Il lato positivo? Il sesto posto mantenuto in Classifica Costruttori, grazie al quale la compagine faentina riceverà dei sussidi dalla FIA per lo sviluppo della sua prossima monoposto.

SAUBER – VOTO 5 Finalmente anche per la Sauber la stagione 2017 è giunta al termine: un Campionato difficile, caratterizzato da tantissime difficoltà che hanno minato le potenzialità della C36. Il bottino portato a casa, alla fine, è stato solo di 5 punti, racimolati grazie agli unici piazzamenti di un Pascal Wehrlein... ormai prossimo a fare le valigie. Benchè non si sappia ancora con certezza la line-up 2018, ci aspettiamo l'arrivo di Charles Leclerc dalla Formula 2 e la conferma di Marcus Ericsson, senza il quale (o meglio, senza i suoi sponsor) il team elvetico avrebbe una vita molto breve...


TAGS: formula 1 sebastian vettel kimi raikkonen valtteri bottas red bull racing lewis hamilton f1 F1 2017 max verstappen daniel ricciardo scuderia ferrari formula 1 2017 f1 2017 gp abu dhabi mercedes amg petronas