Autore:
Giulio Scrinzi

STORIA DI SUCCESSI Oggi è conosciuta come un team a sé stante, ma fino al 2004 la Red Bull è stata solamente un importante sponsor all'interno della Formula 1: proprio in quell'anno rilevò la Jaguar, si mise in proprio e cominciò la propria scalata nel grande Circo della Velocità. Le sue più importanti vittorie le ha ottenute a partire dal 2010, quando il tedesco Sebastian Vettel, ormai pilota d'esperienza, ha cominciato a sfruttare al meglio il V8 Renault aspirato portandolo al dominio per ben quattro stagioni consecutive fino al 2013.

SCAMBIO DI SEDILI Con l'avvento dell'era turbo-ibrida la rivale Mercedes ha alzato ancora di più l'asticella, per cui la Red Bull (come del resto anche la Ferrari) non ha potuto fare altro che stargli il più possibile nei tubi di scarico. L'anno scorso la line-up era formata dall'australiano Daniel Ricciardo e dal russo Daniil Kvyat, ma le scarse prestazioni di quest'ultimo hanno convinto i vertici di Milton Keynes di sostituirlo con l'olandese Max Verstappen, effettuando uno scambio con l'italiana Toro Rosso.

VERSO IL TITOLO MONDIALE Alla fine della stagione il reparto corse austriaco ha concluso la classifica Costruttori in seconda piazza ma con molto margine da migliorare: con questa motivazione, per il 2017 i riconfermati Ricciardo e Verstappen porteranno in pista la prossima RB13 per dare la caccia alla W08 EQ Power+ degli uomini di Brackley.

Piloti 2017 Red Bull Racing

Daniel Ricciardo
Daniel Ricciardo
Max Verstappen
Max Verstappen

TAGS: red bull racing red bull racing 2017 f1 2017 red bull racing red bull daniel ricciardo 2017 red bull max verstappen 2017 daniel ricciardo 2017 max verstappen 2017