GARE SFORTUNATE Max Verstappen e Monaco, un rapporto in altalena pieno di potenziale ma ricco di insoddisfazioni. Nei quattro GP corsi qui l'olandese si è ritirato due volte e come migliore risultato il 5° posto del 2017 e come rammarico più grande l'occasione 2018 buttata nel ce... stino con l'errore nelle libere che gli è costato la partecipazione alle qualifiche in un GP poi dominato dal suo compagno di allora Daniel Ricciardo. Alla fine Max è arrivato nono, ma per il tracciato del Principato quest'anno ha tutt'altri programmi.

PISTA RED BULL "Credo che la Mercedes sia chiaramente la favorita e non credo che sia possibile per noi essere competitivi come l’anno scorso, ma lo scopriremo." ha spiegato l'olandese in conferenza stampa - "Io sono fiducioso della possibilità di lottare per il podio, ma dovremo scoprire quale gradino possa essere alla nostra portata. In passato ho avuto problemi in questo GP, ma adesso è un momento migliore: Sì, è vero, ho corso solo 4 GP qua, spero di poterne fare altri 20 e ottenere buoni risultati"

HONDA POTENTE Rispetto allo scorso anno la differenza (e l'incognita) più grande è che la sua Red Bull sarà equipaggiata dal motore Honda, che ha però dimostrato di essere tra i più potenti del lotto in questo avvio di campionato 2019: "Non sono assolutamente sorpreso della potenza del nostro motore, perché era l’obiettivo che si erano posti e hanno portato i risultati promessi." - ha dichiarato Verstappen - "È un processo ancora in corso, stanno lavorando molto duramente e a me piace lavorare con loro, lo faccio con un gran sorriso sul volto anche se entrambi sappiamo di dover migliorare per raggiungere gli obiettivi comuni. Normalmente questa è pista molto favorevole a noi, quindi vedremo."

ERRORE PASSATO Dalla platea fanno poi notare a Max che quell'errore che nel 2018 commise nel corso delle FP3, è a tutt'oggi l'ultimo in ordine temporale, preludio a un anno senza grosse sbavature. Commentando questa affermazione Verstappen ha dichiarato: "Credo che non sia stato l'ultimo quello che ho fatto qui l’anno scorso. È normale, è la vita, sto invecchiando e fai esperienza man mano che si va avanti. Per diventare un pilota migliore devi commettere degli errori, e quello dell’anno scorso sicuramente è stato un errore che mi ha fatto crescere."

CIAO NIKI Non poteva mancare, infine, qualche parola su Niki Lauda: "Era una leggenda di questo sport, ha ottenuto risultati grandiosi ma era anche una persona molto generosa e divertente." - ha ricordato Verstappen - "Non abbiamo mai avuto rapporti di lavoro ma mi è capitato spesso di chiacchierare con lui ed era sufficiente per capire che era davvero in gamba. Una grande perdita per la Formula 1, tutti i miei pensieri adesso sono per la sua famiglia."


TAGS: formula 1 red bull max verstappen f1 2019 GP Monaco 2019 MonacoGP 2019