Autore:
Salvo Sardina

MIGLIOR RISULTATO Sembra quasi difficile da credere, ma il secondo posto ottenuto da Sebastian Vettel a Monte Carlo è il miglior risultato della stagione della Ferrari. Il tedesco della Rossa ha in effetti concluso la gara al terzo posto ma è poi scalato alle spalle del vincitore Hamilton per effetto della penalità inflitta dalla Direzione gara a Max Verstappen.

OCCASIONESì, è stata una gara difficile da gestire – ha spiegato Vettel subito dopo la bandiera a scacchi – perché qui può sempre succedere di tutto ed è successo. Dopo l’ingresso della Safety Car abbiamo fatto una buona sosta, ma quella di Max è stata incredibile. Poi l’ho visto ruota a ruota con Valtteri e ho pensato che ci sarebbe stata una buona occasione anche per me. In effetti siamo riusciti a sfruttarla a svantaggio di Bottas, un peccato per lui. Ho cercato di mantenere la posizione e di mettere anche un po’ di pressione a Max visto che aveva la penalità da scontare. Mi sarebbe piaciuto stare un po’ più vicino ma avevo dei problemi alle gomme posteriori”.

GRAINING Il risvolto della medaglia è però che le quelle anteriori hanno funzionato a dovere, con la SF90 (sorprendentemente) unica vettura a non soffrire il graining, cioè quell’“arricciamento” del battistrada tipico di quando gli pneumatici non vengono scaldati a dovere: “Non abbiamo sofferto il graining come Max e Lewis, ma alla fine la situazione era comunque complicata. Il risultato credo che sia stato eccezionale per me e per tutto il team. Non siamo ancora abbastanza veloci rispetto ai nostri avversari e c’è tanto lavoro da fare. Oggi c’è da congratularsi con i vincitori, quindi con Lewis. Credo che oggi Niki sarebbe stato contento”.


TAGS: ferrari formula 1 vettel f1 gp monaco f1 2019 MonacoGP 2019 F1 Monte Carlo