Autore:
Matteo Larini

VERSTAPPEN QUARTO Si scrive quarto ma si legge secondo. No, non è uno scherzo: è il risultato ottenuto da Max Verstappen al Gran Premio di Monaco, in cui ha lottato all’arma bianca con Hamilton per due terzi di gara contentendogli la vittoria (virtuale) fino all’ultimo metro. Per sua sfortuna però – ma si dovrebbe dire errore – l’olandese ha dovuto scontare una penalità di cinque secondi aggiunti al tempo finale per un contatto con Bottas in corsia box. Non essendo riuscito a superare Hamilton ed avendo guadagnato meno del necessario sui suoi immediati inseguitori, il pilota Red Bull è così sceso di due posizioni nella classifica finale, che avrebbero potuto essere di più se la Direzione Gara non avesse considerato la toccata finale con Hamilton un incidente di gara.

LOTTA SERRATA L’olandese è chiaramente insoddisfatto della penalità subita, che lo ha privato di un podio che avrebbe ampiamente meritato: Naturalmente è un peccato avere questa penalità ma ho cercato di dare tutto per superare Lewis, lui aveva delle gomme più morbide quindi dopo lo stop non sarebbe stato facile, ho iniziato a spingere e lui ha dovuto aumentare il suo passo ed alla fine ha distrutto le gomme”. Max ha cercato di superare Lewis in ogni modo possibile, ma la differenza di potenza nel tunnel ha ridotto le possibilità di attacco: “Cercavo ogni volta di superarlo dopo il tunnel ma il problema è che non si riusciva ad avvicinarsi abbastanza lì, quindi ho semplicemente cercato di mettergli pressione. Seguire tutta la gara un’altra vettura nelle curve qui non è facile”. Il lato positivo, però, è la competitività mostrata: “Chiaramente avrei voluto essere sul podio ma se si guarda al passo ed alla performance eravamo forti”.

GASLY QUINTO Pierre Gasly ha chiuso al quinto posto dopo aver mostrato un buon passo per tutta la gara, recuperando alcune posizioni rispetto alla griglia di partenza. Il francese è ovviamente soddisfatto dei progressi compiuti e della maggiore competitività mostrata sul tracciato monegasco: “È stata una giornata davvero positiva e possiamo essere molto contenti della quinta posizione dopo aver iniziato dall’ottavo posto su una pista in cui è difficile recuperare. Abbiamo avuto una buona strategia e una macchina davvero fantastica. Mi è piaciuto guidare una macchina così veloce su una pista come questa e poter spingere così forte alla fine e fare dei giri molto veloci finendo entro dieci secondi dal leader. Sono davvero felice e ora dobbiamo continuare a lavorare in modo da poter offrire prestazioni simili nei prossimi weekend”.


TAGS: red bull max verstappen pierre gasly f1 2019 MonacoGP 2019