Autore:
Salvo Sardina

MONDO ALLA ROVESCIA Sembra cambiato davvero tutto in sole due settimane, con la Ferrari tornata improvvisamente sui livelli di Barcellona e la Mercedes alle prese con problemi di bilanciamento. Le prove libere del Gp del Bahrain ci hanno consegnato una situazione totalmente ribaltata rispetto a quella vista sin dal venerdì della tappa di Melbourne. Tutto vero? Secondo Lewis Hamilton e gli uomini di Stoccarda, decisamente sì.

FERRARI DAVANTI Non ha usato mezzi termini, il cinque volte campione del mondo, per descrivere i rapporti di forza dopo la prima giornata di attività a Sakhir: “Abbiamo avuto alcuni problemi di bilanciamento della vettura, ma comunque ci sono stati dei miglioramenti dalle PL1 alle PL2. Sembra che noi non abbiamo quel vantaggio che avevamo in Australia, e che le Ferrari siano avanti. Dobbiamo tenere la testa bassa, continuare a lavorare e analizzare tutti i dati che abbiamo raccolto per tornare forti già in PL3 e nelle qualifiche. Credo che in Q3 saremo più vicini, anche se sarà sicuramente una battaglia durissima”.

QUALIFICHE ENTUSIASMANTI Al fatto che la lotta al vertice sarà piuttosto intensa ci crede anche il leader del campionato, Valtteri Bottas, evidentemente non preoccupato dai distacchi che i due ferraristi hanno inflitto a tutti i rivali nelle sessioni del venerdì: “Il bilanciamento della monoposto non era un granché nella prima sessione, però poi abbiamo fatto qualche modifica che mi ha fatto sentire un po’ più a mio agio. Sono convinto che ci sarà una battaglia molto tirata tra noi e le Ferrari. Loro sembrano chiaramente più veloci qui di quanto non fossero a Melbourne. Sarà dura, saremo molto vicini, il che significa che si preannunciano qualifiche entusiasmanti”.


TAGS: ferrari mercedes formula 1 prove libere f1 Hamilton GP bahrain bottas f1 2019 BahrainGP 2019