Ferrari, Vettel mette le mani avanti: "Non possiamo promettere nulla"
F1 2019

Ferrari, Vettel mette le mani avanti: "Non promettiamo nulla"


Avatar di Simone Valtieri , il 29/03/19

2 anni fa - Vettel è stato cauto circa un pronto riscatto della Ferrari in Bahrain

Sebastian Vettel è stato cauto nelle dichiarazioni con i giornalisti circa un pronto riscatto della Ferrari in Bahrain

Benvenuto nello Speciale BAHRAINGP 2019, composto da 29 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario BAHRAINGP 2019 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

DURA RIPETERSI Baffo alla Mansell - a cui si dice fiero di essere paragonato - e solita aria tranquilla, ma nelle su parole percepisce ancora l'eco del sonoro schiaffo incassato dalla Ferrari a Melbourne. Stiamo parlando ovviamente di Sebastian Vettel, che nel paddock di Sakhir - dove domenica andrà in scena il Gran Premio del Bahrain - ha incontrato i giornalisti mettendo le mani avanti circa le aspettative di rilancio della Rossa già a partire da questo weekend. Il quattro volte campione del mondo tedesco ha spiegato che - nonostante i precedenti positivi - sarà molto dura per la Ferrari confermare i buoni risultati del passato su questo tracciato.

VEDI ANCHE



MANI AVANTI "Non siamo nella posizione di poter promettere qualcosa, né siamo più i favoriti, ruolo in cui eravamo stati messi dopo i test di Barcellona" - ha esordito Vettel - "A Maranello abbiamo lavorato tantissimo questa settimana per dare una risposta al grosso gap incassato dalla Mercedes prima in qualifica e soprattutto in gara a Melbourne, ma potremo vedere solamente in pista se le conclusioni alle quali siamo arrivati saranno efficaci. In questo momento è tutto sul piano teorico, solamente la pista ci dirà se abbiamo svolto un buon lavoro o meno."

LATO POSITIVO E se il layout della pista di Sakhir presenta alcune somiglianze con quello di Barcellona che potrebbero aiutare la Ferrari a tornare sin da subito competitiva ai massimi livelli, Vettel ha rilasciato anche dichiarazioni più ottimistiche: "Nella seconda metà del 2018 abbiamo imparato molte cose, siamo riusciti  a sviluppare l'auto molto bene fino alla pausa estiva, poi abbiamo scelto la direzione sbagliata proprio nel momento decisivo della stagione e questo ha provocato un gap diventato poi incolmabile. Ma al contrario di chi dice che il secondo posto è la peggiore delle sconfitte, preferisco vedere il lato positivo, ovvero che abbiamo fatto una bella stagione e appreso dai nostri errori per non ripeterli nel corso di quest'anno."


Pubblicato da Simone Valtieri, 29/03/2019
Gallery
BahrainGP 2019
Logo MotorBox