Covid-19 e calendario F1: anche il GP Cina a rischio
F1 2021

F1, torna l'incubo Covid: a rischio anche il GP Cina


Avatar di Simone Valtieri , il 05/01/21

10 mesi fa - Oltre al GP d'Australia e ai test di Barcellona, a rischio anche il GP Cina

Oltre al Gran Premio d'Australia e ai test di Barcellona, a forte rischio anche il GP della Cina. Ipotesi doppia gara in Bahrain
Benvenuto nello Speciale FORMULA 1 2021, composto da 19 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario FORMULA 1 2021 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

INCUBO SENZA FINE Un copione già ampiamente vissuto nel 2020. È questo che sembra attendere la Formula 1 perlomeno nei primi mesi del 2021. Dopo le indiscrezioni riportate ieri sul possibile slittamento del Gran Premio d'Australia a Melbourne del 21 marzo, e sul potenziale trasloco dei test (ancora previsti ufficialmente per il 2-4 marzo prossimo a Barcellona) dalla Catalunya al Bahrain, arrivano oggi nuove indiscrezioni dalla Spagna che sposterebbero in avanti nel tempo anche il Gran Premio della Cina, terza tappa del campionato 2021 prevista per l'11 aprile. Una bella grana da risolvere per Stefano Domenicali, nuovo CEO della Formula 1.

DOPPIO PIANO B ''Esiste un piano B sia per il Gran Premio d'Australia che per il GP della Cina'' - scrive l'inviata di Movistar+ Noemi di Miguel sui suoi canali social - ''L'idea è quella di mantenere le stesse date ma di correre su altri circuiti. Al vaglio la doppietta in Bahrain oppure l'inserimento di una gara a Imola o Portimao. Le due ipotesi sono queste ma non c'è ancora nessuna decisione definitiva''. Attualmente il calendario del Campionato Mondiale di Formula 1 2021 prevede il via a Melbourne il 21 marzo, poi la gara di Sakhir (Bahrain) il 28 marzo, seguita dalla Cina l'11 aprile e da un evento ancora da decidere per il 25 aprile, in sostituzione del GP del Vietnam.

VEDI ANCHE



GP Bahrain 2020, la partenza GP Bahrain 2020, la partenza

DOPPIO BAHRAIN Se in quest'ultimo caso si parla di Imola o Portimao per riempire lo slot ancora vuoto, nel caso della Cina l'ipotesi sarebbe quella di rimpiazzare la gara con un secondo evento in Bahrain, un po' come avvenuto nel 2020, in un autodromo che può contare su diversi layout sempre disponibili. Non è però chiaro se e come cambierebbero le date degli eventi: tra il GP del Bahrain (28 marzo) e quello della Cina (11 aprile) è previsto un weekend vuoto (il 4 aprile), e se dovesse essere confermato anche lo spostamento dei test da Barcellona a Sakhir, si renderebbe a questo punto necessario un compattamento del programma così da ottimizzare gli spostamenti dei team, che altrimenti prevederebbero una lunga permanenza nel paese per venire incontro alle locali norme anti-covid.

F1 GP Cina 2019, la pit-lane della pista di Shanghai F1 GP Cina 2019, la pit-lane della pista di Shanghai

CALENDARIO FITTO Da capire, infine, se Melbourne e Shanghai potrebbero trovare una nuova collocazione nella parte finale del campionato 2021. Per quanto riguarda l'Australia l'ipotesi di una nuova data è già al vaglio, ma non è per nulla chiaro cosa accadrebbe per il GP della Cina. Nel caso in cui il posto della gara di Shanghai venga preso da un secondo GP in Bahrain e che una tra Imola e Portimao riempisse il buco lasciato dal Vietnam, si renderebbe così necessaria l'introduzione di un 24° appuntamento per recuperare anche quello cinese, un bel problema logistico ed economico da sbrogliare visto il fitto susseguirsi di impegni che già interessa la parte conclusiva del calendario 2021.


Pubblicato da Simone Valtieri, 05/01/2021
formula 1 2021
Logo MotorBox