Pubblicato il 28/06/21

REMUNTADA CHARLES Premiato dal pubblico dei social con il riconoscimento di Driver of The Day, Charles Leclerc è stato chiaramente uno dei grandi protagonisti del Gp di Stiria di ieri. Inutile però nascondersi dietro un dito: il ferrarista ha sì compiuto tanti sorpassi spettacolari, ma lo ha fatto dopo essere finito in fondo al gruppo a causa di un suo errore di valutazione. Certo dalla poltrona di casa è facile esprimere giudizi, ma altrettanto ovvio è che Charles ha calcolato male gli ingombri della sua ala anteriore nel momento in cui si è spostato verso l’AlphaTauri di Pierre Gasly per prendergli la scia. E se la remuntada ha rianimato una corsa altrimenti un po’ spenta, dall’altro lato non può non esserci un po’ di amarezza pensando al risultato che si sarebbe potuto portare a casa con il passo gara mostrato al Red Bull Ring dalla Ferrari SF21.

F1 GP Stiria 2021, Spielberg: Charles Leclerc (Ferrari) sorpassa Esteban Ocon (Alpine)

CHARLES COME MICHAEL? Un parere, questo, condiviso anche da Ross Brawn. L’attuale dirigente di Liberty Media nonché vero e proprio deus ex machina dei nuovi regolamenti che vedremo dal 2022, ha descritto l’errore di Charles ipotizzando un parallelo con un grande campione che lui ha avuto modo di conoscere bene: Michael Schumacher. “Quando vinci delle gare e sei un buon pilota come Leclerc – ha spiegato nella sua consueta analisi sul sito della F1, l’ingegnere che ha firmato l’epoca d’oro delle vittorie del Kaiser in Ferrari – allora diventi un po’ frustrato quando sei costretto a lottare a centro gruppo anziché nelle prime posizioni dello schieramento. Mi ricorda un po’ Michael… Anche lui aveva molti più incidenti nella mischia che non quando si trovava davanti, cosa che in realtà è anche inevitabile”.

F1 2004: Ross Brawn e Michael Schumacher (Ferrari)

APPROCCIO CONSERVATIVO Leclerc, in effetti, si è reso poi protagonista anche di alcune sportellate pericolose durante la rimonta verso la zona punti, toccandosi con Kimi Raikkonen (che ha perso un pezzo dell’ala anteriore rischiando di forare la posteriore destra di Charles) e poi sfiorando anche l’Alpine di Alonso in curva-4. “Può suonare ovvio – ha proseguito Brawn – ma ci sono piloti che, pur gareggiando costantemente nella pancia del gruppo, non hanno mai incidenti. Lui deve cercare di mantenersi all’erta anche quando si trova nelle posizioni di rincalzo, perché lì è tutto molto più affollato. Considerando che lui stesso è consapevole di essere molto forte, credo che dovrebbe considerare un approccio moderatamente più conservativo di quello attuale. Comunque non è facile, perché se poi sei troppo conservativo, allora fai lo stesso degli incidenti. Bisogna trovare un bilanciamento, ma sospetto che il problema sia legato alla mentalità che lo porta a pensare di dover essere in lotta al vertice e, quindi, di voler tornare su il più velocemente possibile”.  


TAGS: ferrari formula 1 fia f1 Michael Schumacher ross brawn scuderia ferrari Charles Leclerc f1 2021 Gp Stiria StyrianGP 2021 Red Bull Ring F1 Spielberg F1