Pubblicato il 26/06/21

GIOIE E DOLORI Le qualifiche del GP Stiria sono state un momento di riscatto per Valtteri Bottas, il quale ha ottenuto il secondo tempo a meno di due decimi dal poleman Max Verstappen. Il finlandese, però, domani non conoscerà la gioia della prima fila: dopo che gli steward gli hanno assegnato una penalizzazione di tre posizioni sulla griglia di partenza per il suo testacoda nella pit lane durante le PL2 di venerdì pomeriggio, il pilota della Mercedes scatterà solo dalla quinta posizione. La manovra è stata ritenuta pericolosa per l'incolumità del personale presente nella corsia box, così come lamentato dalla McLaren che ha visto la W12 intraversarsi davanti al proprio garage.

ECCESSIVA SEVERITA' Una punizione probabilmente troppo severa, dato che Bottas stava provando una procedura di partenza in seconda marcia su consiglio del suo team. Il finlandese si è espresso con amarezza nella consueta conferenza stampa successiva alle qualifiche: ''Dal mio punto di vista, la penalità è piuttosto severa. Certo, le altre squadre quando vedono l'occasione si lamentano che è pericoloso, eccetera, per ottenere la penalizzazione. È così che va, tutti cercano sempre di fregarti in questo sport''.

F1, GP Stiria 2021: Bottas in testacoda nella pit-lane

LAVORO DI SQUADRA Bottas si consola con la buona prestazione messa in mostra oggi, un buon viatico per cercare di recuperare posizioni domani, anche se la Red Bull di Verstappen per ora è apparsa imbattibile. Il numero 77 ha sottolineato l'importanza del lavoro svolto in collaborazione con Lewis Hamilton: ''Onestamente penso che sia stata una buona qualifica. Credo di essermi perso un po' con l'assetto durante il fine settimana, finora, ma poi sono riuscito a prendere la giusta direzione. Abbiamo lavorato a stretto contatto con Lewis, per cercare di aiutarci a trovare il set-up ottimale, e sicuramente abbiamo ricevuto qualche indicazione dal suo lato del box, perché venerdì stavo faticando con il ritmo ed ero un po' un po' confuso su quale strada prendere. Lavorando come una squadra abbiamo trovato la giusta direzione e dopo di ciò ho effettivamente trovato la fiducia nella macchina e mi sono sentito bene. In quell'ultimo giro non c'erano due decimi rimasti sul tavolo, quindi penso che Max e Red Bull siano stati più veloci oggi. È stato un buon giro e sono contento di questo''.

ANCHE TSUNODA Lo stesso Bottas ha provocato suo malgrado un'altra retrocessione in griglia, quella del giapponese Yuki Tsunoda. Il pilota dell'AlphaTauri scende da ottavo a undicesimo per aver ostacolato il finlandese nel corso della Q3.


TAGS: f1 bottas StyrianGP 2021 retrocessione