Autore:
Davide Varenna

INNO ALLA TRADIZIONE Dopo il teaser rilasciato in settimana e dopo la Alfa Romeo Pandion, indiscussa regina dello scorso Salone di Ginevra, l’attesa per la nuova creazione di Bertone non poteva che essere alta. È bastato però attendere qualche ora che già oggi sono arrivate le prime immagini ufficiali e i primi bozzetti che ritraggono la berlina realizzata in collaborazione con Jaguar. “B” come “Bertone” e 99 come gli anni che festeggia la celebre carrozzeria Torinese. Si chiama proprio B 99 la concept che verrà presentata a Ginevra, una possibile erede della X-Type che sfoggia allo stesso tempo dettagli moderni ed elementi classici. L’omaggio al passato si ritrova a partire dalle tecniche di costruzione: l’intera carrozzeria in alluminio è stata infatti battuta a mano, come omaggio all’antica tradizione dei carrozzieri italiani.

LANCIA LA SFIDA Le dimensioni parlano chiaro: con i suoi 4.5 metri di lunghezza la Jaguar B 99 si colloca nel pieno del segmento D, rappresentando un’ottima alternativa a BMW serie 3 e compagne. Nonostante la limitata lunghezza, la concept di Bertone sembra però appartenere ad una categoria ben superiore, complici le altre sue misure (è alta solo 135 cm e larga ben 195 cm) e le sue proporzioni, finemente studiate per creare questo effetto. La  B 99 riprende infatti i volumi delle passate XJ, con uno sbalzo ridotto nel frontale e molto sviluppato nel posteriore, imponenti ruote su cui si appoggia il corpo vettura ed un padiglione molto basso. In controtendenza rispetto alla moda attuale, il tetto scende bruscamente subito dietro alle teste dei passeggeri posteriori, lasciando spazio a un terzo volume lungo e leggero, tipicamente Jaguar.

ANTI-RETRO?! Nonostante il responsabile del design Bertone, Mike Robinson, si dichiari anti-rétro, queste forme sono ben lontane dal ricordare le stranezze della Pandion, risultando invece molto affini ai canoni classici. Più che ad una semplice reinterpretazione, il team di designer ha però lavorato allo sviluppo di un nuovo classicismo, recuperando dal passato la sola calandra ellittica. Per il resto la  B 99 sfoggia soluzioni moderne, come i sottilissimi gruppi ottici e le prese d’aria inferiori rialzate, che contribuiscono a generare un frontale molto raccolto, enfatizzando la larghezza del corpo vettura.

FRONTE-RETRO La grande ruota riduce all’osso il passaruota anteriore, che riesce comunque ad apparire robusto e raffinato, grazie alla piccola nervatura che prosegue fino alle maniglie delle portiere prima di morire nel marcato rigonfiamento del passaruota posteriore. L’incredibile leggerezza di tutta la vettura si ritrova nella coda, dove vengono riproposti fedelmente i motivi dei gruppi ottici e delle prese d’aria anteriori. Per creare grande continuità, anche il disegno ellittico della calandra viene ripreso, ricordando la soluzione adottata lo scorso anno sulla Pandion, dove lo scudo Alfa Romeo campeggiava anche nel posteriore.

AMA LA PULIZIA Aperte le portiere ad armadio, l’assenza del montante centrale concede una panoramica completa sugli interni, anticipati dai primi bozzetti di stile. Un design minimalista, ma di estrema eleganza, domina tutto l’abitacolo, arricchito da materiali pregiati quali il legno, l’alluminio e la pelle. Per enfatizzare al massimo la pulizia delle superfici, anche i controlli e lo schermo del navigatore sono nascosti da un pannello scorrevole, mentre il selettore delle marce si solleva solamente a vettura avviata, ricalcando la soluzione inaugurata dalla XF.

IPOTESI CONCRETA Sotto il cofano si trova un sistema ibrido ad autonomia estesa, sviluppato dalla nuova divisione Bertone Energia. Una soluzione concreta, come concreto appare tutto lo studio della vettura. D’altra parte, Jaguar sta da qualche tempo pensando ad una vettura di segmento D da produrre tra il 2013 ed il 2014, e questa potrebbe essere un’ottima soluzione, sia dal punto di vista tecnico sia da quello stilistico. Dopo la parentesi aperta con la XF e la nuova XJ, la nuova berlina segnerebbe dunque un clamoroso ritorno alle forme classiche, sempre che il pubblico di Ginevra gradisca l’ipotesi. Intanto, per conquistare il pubblico, il costruttore torinese presenterà nel suo stand anche una versione da pista tipo GT2, che sfoggerà una grafica molto aggressiva ed evidenti appendici aerodinamiche.


TAGS: jaguar salone di ginevra 2011 bertone bertone jaguar b 99