Autore:
Paolo Sardi

IN SCIA Le gamme delle Case automobilistiche non sono proprio come i branchi di certi animali ma per certi versi poco ci manca. Anche al loro interno si può individuare un esemplare dominante - o meglio un modello, in questo caso - che guida il gruppo verso nuovi orizzonti. All'interno del listino Porsche questo ruolo spetta di diritto alla 911 Carrera e non è quindi un caso che nella scia del suo model year 2009 arrivi anche, sotto i riflettori del Salone di Los Angeles, una nuova generazione delle "piccole" Boxster e Cayman.

INIEZIONE DI POTENZA Anche per loro a Zuffenhausen hanno optato per un'evoluzione misurata fatta in punta di matita. A fare da filo conduttore nel listino per il nuovo anno saranno soprattutto i Led, utilizzati tanto nel frontale quanto a livello delle luci di coda. Per il resto, Boxster e Cayman si rinnovano soprattutto sotto le lamiere grazie all'impiego nuovi motori che mantengono comunque il classico schema a sei cilindri boxer. Le versioni "base" delle due sportivette adottano ora un 2.900cc che eroga 255 cv nel caso della Boxster e 265 in quello della Cayman, con un incremento rispetto al passato rispettivamente di 10 e 20 cv. Le varianti S montano invece un 3.4 a iniezione diretta che assicura 310 cv alla scoperta e 320 alla coupé, con guadagni invece nell'ordine di 15 e 25 cv.

DOPPIA FRIZIONE L'altra novità di spicco per il 2009 è il cambio robotizzato a sette marce e doppia frizione PDK, che rimpiazza nell'elenco degli optional il "vecchio" Tiptronic. Questa trasmissione garantisce vantaggi su tutti i fronti. Gli innesti più rapidi permettono di ottenere scatti più brillanti. Ordinando il pacchetto opzionale Sports Chrono con funzione "launch control" i tempi nel passaggio 0-100 scendono di 2 decimi rispetto a quelli ottenuti con il cambio manuale a sei marce standard. Cronometro alla mano, si va dai 4,9 secondi della Cayman S PDK ai 5,9 della Boxster manuale. In tema di consumi invece il confronto è con il Tiptronic e il PDK fa segnare miglioramenti dell'11% con la motorizzazione base (ora la percorrenza media è di 11,2 km/litro) e del 16% con la S (10,9 km/litro).

A FEBBRAIO Gli ingegneri tedeschi hanno lavorato di fino anche sull'assetto e sulla taratura del servosterzo per regalare maggior piacere nella guida sportiva. I cerchi hanno ora un canale più largo per ospitare freni di maggiori dimensioni, che il controllo della stabilità PSM, nella sua ultima evoluzione, provvede a precaricare l'impianto non appena il pilota toglie bruscamente il pedale dall'acceleratore per ridurre gli spazi d'arresto. Quanto infine all'abitacolo, con un occhio clinico si può notare il nuovo stereo di serie con display da 5 pollici, al posto del quale si può ordinare il sistema PCM con navigatore e schermo maggiorato da 6,5 pollici. Queste Porsche arriveranno a braccetto sul mercato nel corso del prossimo mese di febbraio. Quanto ai prezzi, la Boxster base costerà 47.280 euro, mentre la S avrà un listino di 57.180 euro. Leggermente più cara invece la Cayman, proposta a51.000 euro tondi tondi con motore 2.9 litri e a 62.940 euro con quello 3.4.


TAGS: porsche boxster e cayman 2009 motor show 2008 Le novità auto del 2009, l'elenco aggiornato