Autore:
Paolo Sardi

FATTORE CAMPO Alla Peugeot hanno deciso di sfruttare il fattore campo e di far sfilare la loro ultima novità, la 308 CC, sulla passerella del Salone di casa, quello di Parigi. Poco conta che la kermesse parigina si svolga a ottobre, quando in teoria l'epoca delle auto scoperte volge ormai al termine. Da tempo ormai le Coupé Cabriolet si sono svincolate da ogni tipo di stagionalità, guadagnandosi sul campo i gradi di auto buone per tutte le occasioni. E i panni della sportiva tuttofare sembrano proprio calzare a pennello alla trasformista francese.

HA NASO Da un punto di vista estetico, il va sans dire,la CC mantiene uno spiccato family feeling con le altre 308. Il denominatore comune sono l'enorme presa d'aria frontale, i fari allungati e appuntiti e i passaruota spallati, con il bordo appiattito. Al centro, il frontale è quello nasuto tipico delle versioni più sportive. Dalla sua punta partono le robuste nervature che solcano il cofano per dar vita poi ai montati del parabrezza, mentre altre pieghe, più discrete, movimentano le fiancate creando particolari giochi di luce.

BRASILIANO Il padiglione ha un taglio pulito e guida lo sguardo verso una coda che i designer sono riusciti a rendere piuttosto leggera, smussando la zona delle luci a Led e rendendo invece più spigolosa la parte centrale, che culmina in un piccolo spoiler. A sottolineare il tutto c'è un estrattore diviso in due da un lembo di paraurti che scende a mo' di slip brasiliano. L'insieme ha un'aria neanche troppo massiccia, nonostante la capacità di carico sia di tutto rispetto, pari a 403 dmc con la capote sollevata e a 226 dmc in configurazione en plein air.

SI DA' LE ARIE Per scoprirsi in modo totalmente automatico, la 308 CC impiega giusto una ventina di secondi, svelando alla vista un abitacolo a quattro posti reso più accogliente che in passato dallo stretching fatto dalla carrozzeria e dalle carreggiate. Per regalare qualche centimetro in più ai passeggeri posteriori anche in lunghezza, gli ingegneri francesi hanno studiato sedili anteriori con schienali supersottili. Questa non è però la loro unica peculiarità. I sedili hanno infatti anche i poggiatesta integrati, un sistema di bocchette chiamato Airwave che consente di mandare aria calda sul collo nelle giornate più fredde e un nuovo airbag pronto a saltar fuori per proteggere la testa.

DIESEL O BENZINA? Sul fronte sicurezza si segnalano inoltre gli ormai classici roll-bar estraibili, pronti a uscire alle spalle dei passeggeri posteriori in caso di ribaltamento, e la scontata presenza nella dotazione di serie dell'Esp.Parlare di gamma, dotazioni e prezzi è però prematuro. Quel che è certo è che al lancio la 308 CC sarà proposta con due motori: il 1.600 turbo THP con iniezione diretta della benzina da 150 cv e il sempreverde turbodiesel 2.0 HDi Fap da 140 cv. Per entrambi è previsto l'abbinamento a un cambio manuale a sei marce ma anche gli amanti delle trasmissioni automatiche troveranno pane per i loro denti.

SCARICA I WALLAPER















TAGS: peugeot 308 cc motor show 2008 Le novità auto del 2009, l'elenco aggiornato Speciale Salone di Parigi 2008, l'elenco aggiornato