Autore:
Paolo Sardi

ARRAMPICATRICE SOCIALE Alla Hyundai hanno in testa un programma molto ambizioso: andare a pestare i piedi alle Case che si spartiscono il mercato europeo delle Suv di grossa taglia. L'operazione è già riuscita loro negli States, dove la Veracruz si è guadagnata un posto al sole nelle classifiche di vendita. Ora, utilizzando la stessa base meccanica, stanno per presentare al Mondial de l'Automobile la ix55, variazione sul tema pensata appositamente per il Vecchio Continente.

PICCOLI AGGIUSTAMENTI A distinguerla dalla progenitrice sono piccoli dettagli a livello estetico e, soprattutto, diverse regolazioni dell'assetto. Le sospensioni sono indurite, per assecondare i gusti della clientela europea e per funzionare meglio anche alle andature più sostenute consentite dai nostri diversi limiti. Quanto al fronte motori, alle nostre latitudini, le unità a benzina dovrebbero cedere il centro della ribalta a turbodiesel. Non dovrebbe essere invece stravolto l'abitacolo, una specie di piazza d'armi con sette comodi posti su tre file.


TAGS: hyundai ix55 motor show 2008 Le novità auto del 2009, l'elenco aggiornato