Prezzi e quotazioni usato Ducati Panigale(MY 2016, 2017, 2018)

Ducati Panigale

La famiglia Panigale contraddistingue le Ducati più calienti: la 959 Panigale diverte e non impegna troppo, la mostruosa 1299 necessita di polsi e fisici allenati.

MY 2016/2018 A partire da 16.850 €
Scheda tecnica
Marca / ModelloDucati Panigale
Prezzi a partire da: 16.850 €
Omologazione: Euro4
Valutazione Media:
PRO

Design Quando si tratta di mettersi in mostra sul cavalletto, la Panigale ha ben poche rivali 

Feeling di guida Dimenticate le vecchie Ducati, rigide e impiccate per definizione. A entrare in sintonia con lei, impieghi poco

CONTRO

Prezzo Stile e piacere di guida si pagano cari. Quale che sia la cilindrata, la Panigale è sempre la più costosa della sua categoria

Cavalletto Il supporto laterale è complicato da azionare, non molto intuitivo nel meccanismo

Quale versione scegliere

La Panigale 1299 è il top di gamma sia come prestazioni, sia come fascia di prezzo, quasi da Suv. Per divertirsi, e tanto, basta la 959.

Quale colore scegliere

Non fate pasticci, e acquistatela in Rosso Ducati. Anche perché in realtà non avete altra scelta.

Quotazioni Panigale
Modello 2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012
- - 21.700 20.400 - - - -
- - 14.200 13.300 - - - -
30.500 29.200 26.300 - - - - -
20.000 19.100 17.200 16.200 - - - -
12.900 12.300 11.100 10.400 - - - -
14.600 14.000 12.600 - - - - -
Com'è la Panigale?

La gamma Panigale è la più sportiva dell'intera offerta Ducati, nonché la più innovativa: addio al classico telaio a traliccio in tubi, spazio al monoscocca e al motore con funzione portante. Già, il motore: il bicilindrico Superquadro a distribuzione Desmodromica è in tutto e per tutto un propulsore da corsa, nell'erogazione come nelle prestazioni pure. L'edizione 2018 della Panigale 1299 guadagna due cilindri (V4). Più si cresce di cubatura, più ovviamente la superbike bolognese si fa impegnativa, senza mai tuttavia arrivare a disarcionare il fantino. E per la gestione della guida, non manca nulla: Abs, controllo di trazione, regolazione elettronica delle sospensioni e riding mode. 

Come va la Panigale?

Nonostante l'impostazione marcatamente corsaiola, la posizione di guida non è poi così spaccaossa come si potrebbe pensare: in sella, le ginocchia assumono una posizione umana e le braccia raggiungono senza troppa fatica i semimanubri. Ci si sente ben inseriti e liberi di scorrere sulla sella. Già dalle prime curve, si capisce come le parole d'ordine siano divertimento e facilità di guida. La Panigale ti fa sentire subito a tuo agio. Soprattutto se prendi prima un po' di confidenza in modalità Sport, che usa senza troppe remore Abs e Traction control e consente di tararsi sui limiti propri, e della moto). In Race le cose cambiano: il Traction lavora meno, lascia un po' di agio al posteriore in accelerazione, e se hai fegato disegni virgoloni neri sull'asfalto.

Logo MotorBox