Mattia Binotto difende la scelta di far fermare Leclerc: "Era la decisione giusta"
F1 2022

Binotto difende la scelta di far fermare Leclerc: "Era la decisione giusta"


Avatar di Simone Valtieri , il 28/08/22

4 settimane fa - Binotto ha difeso la decisione costata a Leclerc 2 punti in classifica

Il team principal della Ferrari, Mattia Binotto, ha difeso la decisione costata a Leclerc 2 punti in classifica. E sulla prestazione dell'auto...
Benvenuto nello Speciale BELGIANGP 2022, composto da 22 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario BELGIANGP 2022 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

I FATTI Il Gran Premio del Belgio è stata la pagina peggiore della stagione per la Ferrari, non tanto a livello di risultati, quanto di prestazione. Nella gara di Spa Francorchamps le rosse sono state facili prede delle due Red Bull, e solo le scelte fatte su Carlos Sainz, tutte giuste, hanno evitato che George Russell gli soffiasse il podio nel finale. Con Charles Leclerc, invece, ci sono stati diversi problemi, tutti indipendenti dal muretto di Maranello, o quasi. Intanto il monegasco è stato sfortunato al via, raccogliendo la visiera strappata via dal casco proprio da Max Verstappen e dovendosi fermare ai box per una sosta non prevista dopo l'ottima partenza. La gara è stata rovinata, ma Leclerc era riuscito comunque a prendersi la quinta posizione, fino a due giri dalla fine, quando è stato richiamato ai box per una sosta supplementare e per provare a dare l'assalto al giro veloce, un'operazione che avrebbe dovuto fargli recuperare due punti nel tracollo odierno, uno perso da Max (detentore del fast lap) e uno guadagnato da lui. Il problema è stato, in primis, che appena rientrato in pista la Ferrari numero 16 è stata facile preda di Fernando Alonso, sesto fino a quel momento, abile a sfruttare gomme calde e DRS sul rettilineo del Kemmel per sopravanzare la rossa. Poco male, così il monegasco - che ha evitato di restituire il sorpasso nel corso del giro - ha potuto sfruttare la scia della Alpine nell'infruttuoso tentativo successivo (perdendo però forse qualcosa alla staccata della Source, la prima curva). Oltre a non essere riuscito a prendere il giro veloce - troppo più forti oggi le Red Bull - Leclerc ha però subito una penalità di 5 secondi (di cui si è preso tutta la colpa) che l'ha fatto retrocedere alle spalle proprio di Alonso, perché nel rientrare ai box ha infranto il limite di velocità in pitlane. Si poteva evitare la penalità? È stato giusto rischiare?

VEDI ANCHE

LE PAROLE La risposta l'ha data Mattia Binotto, che intervistato da Sky UK (Il team principal della Ferrari non ha concesso dichiarazioni a Sky Italia) ha affermato: ''Abbiamo preso la decisione corretta facendo fermare Charles. Nelle corse serve prendersi qualche rischio e noi abbiamo cercato di conquistare il punto addizionale, senza però riuscirci. Non credo però che sia stato un errore, tutt'altro''. Il problema di oggi era un altro, la competitività della F1-75. ''Quest'anno in alcune gare siamo stati più forti noi, in altre loro'', ha proseguito il manager. ''A Spa il loro pacchetto ha funzionato meglio del nostro visto che noi degradavamo le gomme in pochi giri e loro riuscivano a mantenerle in vita. Dobbiamo analizzare tutti i dati a disposizione e guardare avanti, accettando che questo fine settimana la Red Bull sia stata superiore''. Nel comunicato ufficiale, Binotto ha aggiunto: ''Il risultato di oggi è sotto le aspettative. Red Bull ha fatto un grande lavoro e la differenza di prestazione questo week-end tra noi e loro, sia in termini di passo che per quanto riguarda il degrado gomme, è stata evidente. Buona la gara di Carlos, Charles è stato sfortunato nei primissimi giri e la sua corsa da quel momento è stata ancora più in salita. Dal canto nostro dobbiamo rimboccarci le maniche per continuamente migliorare la prestazione della vettura. La prossima gara ci vedrà impegnati a Zandvoort, una pista con caratteristiche completamente diverse sulla quale daremo come sempre il massimo per ottenere il miglior risultato''.


Pubblicato da Simone Valtieri, 28/08/2022
Tags
BelgianGP 2022
Logo MotorBox