GP Belgio 2022, le pagelle di Spa Francorchamps
F1 2022

F1 GP Belgio 2022, le pagelle di Spa Francorchamps


Avatar di Simone Valtieri , il 28/08/22

1 mese fa - Le pagelle di MotorBox dopo il GP del Belgio 2022 a Spa-Francorchamps

Le pagelle di MotorBox dopo il GP del Belgio 2022 a Spa-Francorchamps: Verstappen imperatore, ma bravi in tanti: Sainz, Russell, Alonso, Ocon, Gasly e Albon
Benvenuto nello Speciale BELGIANGP 2022, composto da 22 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario BELGIANGP 2022 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

LE PAGELLE DI SPA La Formula 1 torna tra le Ardenne suill'iconica pista di Spa-Francorchamps, da sempre attesissima dai piloti e dal pubblico. Di seguito troverete, subito dopo la gara, i voti e le pagelle dei 20 piloti impegnati nel Gran Premio del Belgio.

Clicca qui per leggere la cronaca del GP del Belgio

MAX VERSTAPPEN - VOTO 10 E LODE Il campione del mondo è un gradino sopra a tutti gli altri in questo momento. La sua macchina è favolosa, ma come lui la guida solamente lui: è l'unico a tenere in vita le gomme in questo modo, e la rimonta sembra essere persino facile. L'unico che oggi avrebbe potuto dargli fastidio è il compagno di team, ma non è al suo livello. E Leclerc, che nei primi giri prova a insidiarlo, viene subito messo kappaò da una visiera nella presa d'aria dei freni che lo costringe a una sosta anticipata e a fare un'altra gara. Insomma, il mondiale sembra avere già un padrone, anche se siamo appena alle porte dell'autunno. Imbattibile.

SERGIO PEREZ - VOTO 7 Prende meno di Sainz nonostante gli arrivi davanti per un semplice motivo: aveva una macchina nettamente superiore, e per stargli davanti ci ha messo metà GP: prima sbagliando la partenza, poi non tenendo il passo fino a quando le gomme del rivale non sono crollate. Il paragone va fatto con il compagno, invece, ed è nettamente a suo sfavore. Ciò non toglie che un secondo posto tranquillo come questo, meriti in ogni caso un buon voto.

CARLOS SAINZ - VOTO 8,5 Non sbaglia niente oggi, ma non può veramente nulla contro la Red Bull. Nonostante le temperature più alte rispetto a ieri, la Ferrari si divora le gomme e dunque, anche se stavolta non sbaglia né strategia, né manovre (partenza e ripartenza perfette per lui), arriva inesorabilmente terzo. Si sono concretizzate tutte le preoccupazioni mostrate ieri nelle interviste post-qualifiche, tutte ed è bravo a non farsi riprendere nel finale da Russell, più veloce di lui per buona parte della gara.

GEORGE RUSSELL - VOTO 8 Iniziamo a considerarlo per quello che è: un pilota vero e della stessa pasta dei migliori. Al via si vede da come stacca su Alonso che non è facile passarlo, poi fa una gara eccellente su una strategia simile a quella di Sainz, tornandogli sotto fortissimo nel finale. Purtroppo la Mercedes di oggi, anche se in gara va sempre meglio rispetto al sabato, ha ancora dei punti deboli evidenti, ma il quarto posto è un ottimo risultato.

CHARLES LECLERC - VOTO 6,5 Dopo una buona partenza su gomma Soft, la sua gara finisce già all'inizio, quando è costretto a rientrare ai box in regime di Safety Car per togliere una visiera finita per sfortuna nella presa d'aria dei freni. E così, per metterci una pezza, allunga a dismisura la vita della gomma Medium montata nell'occasione e poi fa il suo ultimo stint montando un'altra Medium, riuscendo a raccogliere una discreta quinta posizione sul campo. Un voto in meno, però, per l'errore da dilettante fatto nel finale, quando per tentare il giro veloce eccede i limiti di velocità in pitlane, perdendo due punti invece di guadagnarne altrettanti. E dire che era stato anche bravo a non ri-passare subito Alonso per poi sfruttare la sua scia sul Kemmel.

FERNANDO ALONSO - VOTO 8 Nando è sempre Nando. Al via fa una partenza perfetta ma poi arriva la collisione con Lewis, al quale non riserva certo parole di stima via radio. In ogni caso resta in P4 e si fa passare solamente da chi ha una monoposto nettamente superiore alla sua, cioè i rimontanti Verstappen e Leclerc. Dopodiché inizia una lotta giro su giro con il vecchio rivale Sebastian Vettel, uscendone vincitore e chiudendo agevolmente in sesta posizione. Il quinto posto regalatogli da Leclerc è un bonus.

LEWIS HAMILTON - VOTO 5 Scattava dalla quarta posizione, è partito bene ma nel duello con Alonso ha avuto la peggio, chiudendo forse troppo presto ed entrando in collisione con lo spagnolo. Anche se la direzione gara non gli ha dato alcuna penalità, un po' di responsabilità probabilmente è sua, ha chiuso come se non ci fosse nessuno. E l'ha pagato caro.

GLI ALTRI IN BREVE

ESTEBAN OCON - VOTO 8 Scattava dalla 15° e fa una bella gara in rimonta anche lui come Max e Charles. La ciligina sulla torta è il doppio sorpasso a Vettel e Gasly in fondo al Kemmel. Bravo.

VEDI ANCHE



SEBASTIAN VETTEL - VOTO 7 Ottima gara oggi per il tedesco, soprattutto dopo una qualifica deludente. Oggi prova a sfidare Alonso, ma le Alpine oggi sono più forti, e deve cedere anche a Ocon.

ALEX ALBON - VOTO 8 Il decimo posto è un risultato eccellente per il thailandese, figlio di una super qualifica chiusa in Q3. Ha tenuto dietro per tutto lo stint finale cinque piloti con auto più veloci.

VALTTERI BOTTAS - VOTO SV La sua gara dura meno di 3 giri, coinvolto in una manovra dissennata di Latifi. Non ha colpe, e vista la gara di Zhou, avrebbe potuto lottare per la 10° piazza.

DANIEL RICCIARDO - VOTO 4 Il Daniel di un tempo non c'è più. Non è stato mai in gara, 15° in coda a un trenino di piloti che un tempo si sarebbe mangiato. Vero è che la McLaren oggi non andava.

LANCE STROLL - VOTO 5 Oggi scattava davanti al compagno ma gli è arrivato dietro di oltre 25'', senza far vedere alcun tipo di guizzo, ingabbiato per mezza gara nella pancia del gruppo.

LANDO NORRIS - VOTO 5 Scattava 16° ma oggi la McLaren è stata molto in difficoltà. Il 12° posto è comunque deludente, sebbene sia riuscito a tenere dietro il compagno, tanto per non smentirsi.

NICHOLAS LATIFI - VOTO 4 Ultimo per distacco, nel giorno in cui il compagno fa un capolavoro, senza considerare che rovina la gara di Bottas con una manovra azzardata.

GUANYU ZHOU - VOTO 6 Non male il pilota cinese, che è stato anche bravo a far durare a lungo le gomme rosse nel finale di gara. Il 14° posto non è buono ma oggi poteva fare poco di più.

PIERRE GASLY - VOTO 7,5 Bravo Pierre. Doveva scattare ottavo, ma è partito dalla pitlane per un problema. Lui però, con un super stint finale con gome Medium, ha rimontato fino al nono posto.

YUKI TSUNODA - VOTO 6,5 Anche lui, come il compagno, scattato dalla pitlane, ha fatto una buona gara restando però intruppato nel gruppone. Un gradino sotto al compagno.

KEVIN MAGNUSSEN - VOTO 5,5 La Haas oggi era forse la peggiore auto in pista e non ha funzionato neanche la strategia. Mezzo punto in più per aver battuto il compagno.

MICK SCHUMACHER - VOTO 5 Come detto per Magnussen, non c'era la macchina, e neanche Mick, che con una strategia a rincorrere le soste del compagno, alla fine gli è arrivato dietro.

In aggiornamento.


Pubblicato da Simone Valtieri, 28/08/2022
Tags
BelgianGP 2022
Logo MotorBox