Carlos Sainz pessimista per la gara: "Mai così più lenti di Red Bull in qualifica"
F1 2022

Sainz pessimista per la gara nonostante la pole: "Temo che Verstappen possa vincere"


Avatar di Simone Valtieri , il 27/08/22

1 mese fa - Sainz scatterà in pole in Belgio ma teme che Verstappen possa vincere

Il ferrarista Carlos Sainz scatterà in pole del Gran Premio del Belgio, ma è preoccupato da diversi fattori, e teme che Verstappen possa spuntarla
Benvenuto nello Speciale BELGIANGP 2022, composto da 22 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario BELGIANGP 2022 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

PREOCCUPAZIONI Carlos Sainz scatterà per la seconda volta in carriera dalla pole position dopo quella ottenuta nello scorso Gran Premio di Gran Bretagna, ma stavolta il pilota spagnola non è stato l'autore del miglior tempo, anzi, ha incassato oltre 6 decimi dalla Red Bull e da Max Verstappen, che non gli partiranno davanti solamente per via delle tante penalità raccolte per i cambi delle componenti della Power Unit. Proprio per questo motivo Sainz, che è un pilota intelligente e poco avvezzo alle illusioni, non nasconde le sue preoccupazioni per il Gran Premio del Belgio di domani. ''Il nostro obiettivo è stato raggiunto, ossia quello di battere Checo in qualifica nonostante una Red Bull che era più veloce'' - ha esordito alle nostre domande nel ring delle interviste - ''Come squadra abbiamo fatto un bel lavoro per partire in pole domani, ma non so quanto questo sarà una vantaggio, perché a Spa partire in pole, con la velocità che le Red Bull esprimono sui dritti, alla curva 5 saremo vulnerabili. Sono contento comunque di aver fatto un bel giro e di poter partire davanti.''

POTREBBE VINCERE MAX Per provare a stare davanti alle Red Bull sulla bandiera a scacchi, anche Sainz - come Leclerc - non esclude la possibilità di giocarsi una strategia a una sola sosta scattando con la gomma Soft: ''Dobbiamo vedere domani, le temperature saliranno e se c'è una cosa che ho imparato in Ungheria è di non avere paura di cambiare i piani se la pista e le temperature cambiano, decideremo domani. La Hard è più competitiva che a Budapest, ma continua a essere lenta. Non so se dipende dalle temperature o da altro, ma abbiamo visto in Ungheria che come sono calate le temperature le Red Bull sono diventate molto più veloci, domani farà più caldo e questo mi dà un po' più di ottimismo e pensare che forse domani possiamo accorciare quel gap che hanno: al momento sono 6-8 decimi, e se resta tale, può anche vincerla Verstappen domani.

VEDI ANCHE



SORPRESA RED BULL Carlos, così come aveva fatto nelle interviste televisive sulla retta d'arrivo subito dopo la fine delle qualifiche, non ha nascosto anche con noi la sua sorpresa per quanto le Red Bull sembrano essere cresciute dopo la pausa estiva: ''È la prima volta che la Red Bull è più veloce di noi in qualifica con questo margine, non l'abbiamo mai visto in tutto l'anno sei o sette decimi, ancora non ci diamo nessuna spiegazione perché non capiamo. Di sicuro questa è una pista dove conta l'efficienza aerodinamica e loro sono più efficienti, hanno più top speed per lo stesso carico e dopo hanno anche una pista fredda che comincio a pensare che forse li aiuta''. Una spiegazione potrebbe essere ricercata nel telaio alleggerito portato in Belgio dalla scuderia austriaca, circa 6 kg in meno che si tradurrebbero in un vantaggio cronometrico di circa 2 decimi al giro. 2 decimi, non 6 o 7.


Pubblicato da Simone Valtieri, 27/08/2022
Tags
Gallery
BelgianGP 2022
Logo MotorBox