F1 GP Francia, la Mercedes delude Wolff: "Uno schiaffo in faccia"
F1 2022

F1 Francia, la qualifica Mercedes delude Toto Wolff: "Come uno schiaffo in faccia"


Avatar di Salvo Sardina , il 24/07/22

2 settimane fa - Il team principal analizza il deludente risultato di Hamilton e Russell in qualifica

Il team principal della Mercedes analizza il deludente risultato di Lewis Hamilton e George Russell nelle qualifiche del Paul Ricard: "Se me l'avessero detto, non ci avrei creduto"
Benvenuto nello Speciale FRENCHGP 2022, composto da 26 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario FRENCHGP 2022 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

Le novità portate dalla Mercedes a Le Castellet avrebbero sulla carta dovuto, insieme alle qualità della pista del Paul Ricard che presenta un asfalto liscio come una tavola da biliardo – di certo un aiuto per quei team che soffrono tanto il porpoising – permettere a Lewis Hamilton e George Russell di avvicinarsi alla lotta tra Ferrari e Red Bull. La differenza tra i calcoli a tavolino e la realtà dei fatti sta, invece, tutta nei 9 decimi di gap tra il sette volte iridato e la pole position di Charles Leclerc. O negli 1.2 secondi di ritardo di George Russell, sesto in griglia perché superato anche dalla McLaren dell’amico Lando Norris. Insomma, al di là delle posizioni, che tutto sommato rispecchiano l’andamento del campionato, a voler essere buoni non c’è stato quel salto di qualità che al box di Brackley tutti si aspettavano.

F1 2022: Toto Wolff è il team principal di Mercedes AMG F1 F1 2022: Toto Wolff è il team principal di Mercedes AMG F1

TOTO DELUSO Una delusione anche e soprattutto per il condottiero Toto Wolff. Dopo le qualifiche, il team principal austriaco era quasi incredulo per il risultato dei suoi: “Se mi avessero detto che avremmo chiuso le prove in queste posizioni, avrei risposto ‘non è possibile’! Quindi è un po’ uno schiaffo in faccia. Siamo stati più lenti rispetto agli ultimi weekend, ma stiamo ancora lavorando per riprendere i primi. Avevamo avuto buoni segnali a Silverstone, poi in Austria, che è un circuito dove solitamente non siamo molto competitivi, avevamo chiaramente visto i motivi per cui non eravamo veloci, ma comunque vicini ai leader. In una pista in cui si gira in un minuto, avevamo tre decimi di ritardo in qualifica, il che era accettabile. Quindi abbiamo portato un bel pacchetto di aggiornamenti al Paul Ricard, pensando che la pista liscia ci avrebbe permesso di riprendere la caccia ai nostri rivali. E invece… Boom, improvvisamente nessuna performance! E non riusciamo nemmeno a capire cosa sia andato storto”.

VEDI ANCHE



F1 GP Francia 2022, Le Castellet: Lewis Hamilton (Mercedes AMG F1) F1 GP Francia 2022, Le Castellet: Lewis Hamilton (Mercedes AMG F1)

LE IPOTESI SUL FALLIMENTO Wolff ha poi analizzato il lavoro svolto nel corso del weekend del GP Francia: “Abbiamo sperimentato varie configurazioni sull’ala posteriore, dalla più carica che avevamo a disposizione, che Lewis ha descritto come se avesse un paracadute alle sue spalle, fino alla versione più piccola che però ci ha fatto perdere troppo tempo nelle curve ad alta velocità. Poi abbiamo lavorato anche sulle temperature delle gomme… Quello che vediamo è che in una stessa sessione riusciamo a passare dall’essere completamente non competitivi nel primo settore fino a essere, come accaduto nel secondo run in Q3, i più veloci in quella stessa parte della pista. E l’opposto è invece successo nel terzo settore del circuito! È chiaro, quindi, che c’è qualcosa che succede, magari dipendente dal vento o dalle gomme, ma che non permette alla nostra macchina di funzionare. Siamo al limite tra le stelle e le stalle, di sicuro c’è un margine super sottile che non riusciamo a comprendere”.


Pubblicato da Salvo Sardina, 24/07/2022
Tags
Gallery
FrenchGP 2022
Logo MotorBox