GP Francia 2022, le pagelle di Le Castellet
F1 2022

F1 GP Francia 2022, le pagelle di Le Castellet


Avatar di Simone Valtieri , il 24/07/22

2 settimane fa - Le pagelle di MotorBox dopo il GP di Francia 2022 a Le Castellet

Le pagelle di MotorBox dopo il GP di Francia 2022 a Le Castellet: i voti migliori sono per un tris di fenomeni: Verstappen, Hamilton e Alonso
Benvenuto nello Speciale FRENCHGP 2022, composto da 26 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario FRENCHGP 2022 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

LE PAGELLE DI LE CASTELLET La Formula 1 approda in Francia, sulla pista del Paul Ricard, prima deputata solo ai test e da qualche anno tornata a pieno titolo nel Mondiale. Di seguito troverete, subito dopo la gara, i voti e le pagelle dei 20 piloti impegnati nel Gran Premio di Francia.

Clicca qui per leggere la cronaca del GP di Francia

MAX VERSTAPPEN - VOTO 9 Oggi Max mette a segno un colpo decisivo per il mondiale, nonostante sia da poca passata la metà del campionato. L'errore di Leclerc gli consegna una gara che avrebbe potuto vincere comunque con la strategia, visto che non era su tempi dissimili da quelli del ferrarista, il quale aveva vinto il primo round, tenendo dietro Max nel primo stint, ma avrebbe avuto difficoltà contro gli attacchi in ''undercut'' dell'olandese. Verstappen non ha avuto bisogno di fare altro che attendere, e poi spingere come sa fare, senza commettere errori: vittoria meritata e fuga iridata ripresa.

CHARLES LECLERC - VOTO 4 Parte alla grande, tiene dietro Verstappen come un leone per 12 giri, nonostante l'olandese possa disporre di DRS a ogni tornata. Poi, proprio quando inizia ad avere un margine, Max anticipa la sosta e Charles spinge per fermarsi anch'esso due giri dopo, ma proprio in quella fase commette un errore, va in testacoda e finisce a muro. Gara finita e un urlo nel team radio che vale più di mille parole. Gettata al vento un'occasione d'oro per accorciare su Verstappen in classifica, il mondiale è sempre più lontano.

LEWIS HAMILTON - VOTO 9 Il solito campione. L'unica sbavatura la compie dopo metà gara, quando va lungo e perde un po' del vantaggio costruito su Perez. Già, su una Red Bull, tenuta dietro sin dal primo giro, quando ha bruciato il messicano al via, e l'ha controllato per tutto il primo stint. E poi nel secondo, quando gli è anche andato via fino all'errore. Non poteva tenere il ritmo di Verstappen, ma ha fatto il massimo e questo secondo posto vale una vittoria. Bel modo per festeggiare il 300° GP in Formula 1.

CARLOS SAINZ - VOTO 8 Gran bella gara anche per Carlos Sainz, che scattava penultimo e che si è reso protagonista di una rimonta decisa, condita da due sorpassi eccezionali su Russell (esterno alla Signes) e su Perez (in tutto il terzo settore). Purtroppo un unsafe release, per nulla dipendente dalla sua volontà ma da un pasticcio dei meccanici, lo ha portato a dover cambiare la strategia nel finale, per cui la sosta in più lo ha fatto divertire un po' (ha dovuto sorpassare Ocon, Ricciardo, Norris e Alonso) e gli ha regalato il punto addizionale per il fast lap.

GEORGE RUSSELL - VOTO 7,5 La Mercedes in gara funziona meglio che sul giro secco, e i suoi due piloti la sfruttano al massimo del potenziale. Lui si difende alla grande con Sainz, e poi, nel finale, beffa Perez e lo tiene dietro fino alla bandiera a scacchi dimostrando ancora una volta di essere uno di quelli più tosti da superare. Sta crescendo molto bene e la casa tedesca sa di aver trovato un gran sostituto per il campionissimo Hamilton, quando deciderà di appendere il casco al chiodo.

SERGIO PEREZ - VOTO 5 Oggi non era proprio la sua giornata: nel finale si è difeso con grinta da Russell (l'episodio con contatto era al limite, ma la direzione gara ha deciso fosse regolare) ma poi, alla ripartenza dopo la Virtual Safety Car, si è fatto beffare dal britannico della Mercedes. Inoltre va sottolineato che non aveva minimamente il passo del compagno Max Verstappen, e che i veri rivali per lui dovevano essere Leclerc ed Hamilton.

FERNANDO ALONSO - VOTO 9 Tra i migliori in pista in assoluto, il primo degli altri è lui, per disatcco. Meriterebbe una macchina che gli consentisse di lottare con i più forti e ci saprebbe far divertire. Lo fa anche con l'Alpine, comunque, oggi ha giocato al gatto col topo con Norris, andando lento appositamente per distruggergli le gomme e dando una lezione preziosa al giovane della McLaren. Il sesto posto vale un buon bottino di punti, migliore anche del compagno di team Ocon.

GLI ALTRI IN BREVE

VEDI ANCHE



LANDO NORRIS - VOTO 6,5 Giornata di scuola per il giovane aspirante campione, che dopo una partenza perfettibile, perde la lotta per la quinta con il maestro Alonso.

DANIEL RICCIARDO - VOTO 5,5 Non la migliore giornata per Daniel, che alla fine perde il duello diretto con Ocon, dopo averci rivaleggiato per tutta la gara. I 2 punti sono una magra consolazione.

ESTEBAN OCON - VOTO 6 ''Not great, not terrible'' la giornata di Ocon, che alla fine esce illeso dal contatto con Tsunoda e migliora di un paio di posizioni la posizionie in griglia finendo davanti a Ricciardo. 

LANCE STROLL - VOTO 7 Gran gara di Lance Stroll che in partenza recupare subito cinque posizioni e poi riesce a mantenersi nei punti, rintuzzando nel finale gli attacchi del compagno Vettel! 

SEBASTIAN VETTEL - VOTO 6 Manca solo la ciliegina finale, ma Stroll si è dimostrato duro da passare. Per il resto una gara senza squilli, ma che avrebbe potuto finire a punti.

PIERRE GASLY - VOTO 5,5 La sua strategia oggi è stata rovinata dalla SC, nel finale risale comuinque posizioni ma non fa meglio che 12°. E senza i ritiri forse sarebbe rimasto 14°, laddove era partito.

ALEX ALBON - VOTO 6,5 Bella gara del pilota thailandese, che ha lottato sulla soglia dei punti fino a tre quarti di gara, poi cala e scivola in 13° piazza, comunque un discreto risultato.

VALTTERI BOTTAS - VOTO 5 Oggi totalmente assente dalle cronache, partiva 11° ma non ha avuto la solita verve nella seconda parte di gara. Il 14° posto finale è deludente.

MICK SCHUMACHER - VOTO 5 Dopo le ultime brillanti uscite, un passo indietro per il tedesco, che si tocca anche con il compagno di team e va in testacoda. Poteva fare un paio di posizioni meglio della 15°.

KEVIN MAGNUSSEN - VOTO 6 Fa un primo giro da campione, da 20° a 13°, e risale fortissimo ma brucia le gomme, anticipa il pit e da lì è una rincorsa fino al contatto con Latifi che mette fine alla sua gara.

NICHOLAS LATIFI - VOTO 5 Non una giornata memorabile, da registrare un errore e un contatto in pista con Magnussen, incidente che pone fine alla sua gara.

GUANYU ZHOU - VOTO 5 In partenza sbaglia e scivola dalla 16° alla 20° posizione, poi prova a recuperare ma alla fine resta sempre nelle ultime posizioni, fino al ritiro (in realtà sarà classificato 16°).

YUKI TSUNODA - VOTO 5 Sprecata un'occasione grande, partiva ottavo e poteva puntare alla zona punti, ma il contatto con Ocon al via spegne le sue speranze. Poi il ritiro.


Pubblicato da Simone Valtieri, 24/07/2022
Tags
FrenchGP 2022
Logo MotorBox