Autore:
Giulio Scrinzi

LA MERCEDES SPICCA IL VOLO... Fin dall'inizio del weekend belga i pronostici hanno dato la Mercedes come la favorita per la gara di domenica sul circuito di Spa-Francorchamps. E se serviva una dimostrazione, Lewis Hamilton oggi ha suonato alla grande la carica: dopo aver inanellato diversi giri nelle FP1 con un passo inavvicinabile per chiunque sulla mescola più dura portata dalla Pirelli (la Soft a banda gialla), nel secondo turno di libere ha fatto vedere a tutti chi comanda. Su gomme Ultrasoft, la W08 del britannico ha fermato il cronometro sull'1'44''753, diventando l'unico pilota a scendere sotto il muro dell'1'45''. Una grande prova di forza, che preannuncia una qualifica al cardiopalma: il record di Jarno Trulli su Toyota firmato nel 2009 (1'44''503) ha i secondi contati.

MA LA FERRARI NON MOLLA Dietro di lui si è piazzato Kimi Raikkonen, staccato di soli 262 millesimi e che dopo il rinnovo contrattuale sembra essere particolarmente motivato a fare bene. Nelle FP1, infatti, il finlandese si è subito imposto con il miglior tempo, mentre nel turno pomeridiano è stato l'unico a insidiare il tre volte Campione del Mondo britannico. La sfida alla Mercedes è stata lanciata: la Ferrari non ha intenzione di mollare la presa, e nel reparto corse di Maranello si sta cercando il set-up migliore provando sia un assetto aerodinamicamente più carico (utilizzato sulla SF70H del finlandese) ma anche molto meno influenzato dai flussi d'aria, come sulla Rossa di Sebastian Vettel, solamente quinto ma protagonista di un passo gara molto vicino a quello messo in campo dalle Frecce d'Argento durante il turno mattutino.

ATTENZIONE ALLA RED BULL Terzo tempo per la seconda Mercedes di Valtteri Bottas, che è stato capace di beffare per pochissimo la migliore delle Red Bull affidata al giovane Max Verstappen. L'olandese ha portato in pista una RB13 con maggior carico aerodinamico rispetto alla gemella di Daniel Ricciardo, e sembra che questa scelta sia il compromesso migliore per il reparto corse di Milton Keynes. Dati alla mano, Verstappen ha pagato 472 millesimi dalla vetta, mentre l'australiano 1 secondo e tre decimi. Una cosa è certa: per la gara di domenica Christian Horner sta architettando qualcosa per guastare la festa a Mercedes e Ferrari...

CHIUDONO LA TOP TEN Dietro a Ricciardo si è piazzato il migliore degli “altri”, un Nico Hulkenberg che ha portato la sua Renault al settimo posto davanti alla Force India di Esteban Ocon. Nono tempo per la Toro Rosso di Carlos Sainz Jr davanti alla seconda RS17 di Jolyon Palmer, finalmente capace di esprimere il potenziale della monoposto francese (che la minaccia dell'arrivo di Robert Kubica lo abbia svegliato?). Fuori dai primi dieci, invece, Fernando Alonso, solo 11esimo con la sua MCL32 e a quasi due secondi dalla vetta. Non ha girato, infine, Felipe Massa, protagonista in mattinata di un botto impressionante con il quale ha distrutto la sua Williams: dovrà aspettare pazientemente le FP3 di domani in modo che i meccanici sostituiscano il telaio ormai irrimediabilmente compromesso.

CLASSIFICA DI GIORNATA Qua di seguito la classifica dei tempi aggiornata alla seconda sessione di prove libere sul circuito di Spa-Francorchamps.

PILOTA TEAM TEMPO GAP
1. Lewis Hamilton Mercedes 1'44''753  
2. Kimi Raikkonen Ferrari 1'45''015 +0.262
3. Valtteri Bottas Mercedes 1'45''180 +0.427
4. Max Verstappen Red Bull Racing 1'45''225 +0.472
5. Sebastian Vettel Ferrari 1'45''235 +0.482
6. Daniel Ricciardo Red Bull Racing 1'46''072 +1.319
7. Nico Hulkenberg Renault 1'46''441 +1.688
8. Esteban Ocon Force India 1'46''473 +1.720
9. Carlos Sainz Jr Toro Rosso 1'46''561 +1.808
10. Jolyon Palmer Renault 1'46''670 +1.917
11. Fernando Alonso McLaren-Honda 1'46''743 +1.990
12. Sergio Perez Force India 1'46''984 +2.231
13. Romain Grosjean HAAS 1'47''285 +2.532
14. Stoffel Vandoorne McLaren-Honda 1'47''303 +2.550
15. Daniil Kvyat Toro Rosso 1'47''450 +2.697
16. Kevin Magnussen HAAS 1'47''556 +2.803
17. Lance Stroll Williams 1'47''861 +3.108
18. Marcus Ericsson Sauber 1'49''214 +4.461
19. Pascal Wehrlein Sauber 1'49''725 +4.972
20. Felipe Massa Williams    

 


TAGS: formula 1 sebastian vettel kimi raikkonen valtteri bottas lewis hamilton f1 F1 2017 max verstappen daniel ricciardo formula 1 2017 f1 2017 gp belgio