Autore:
Giulio Scrinzi

DUE CAMPIONI NELLA STORIA L'aver battuto il suo beniamino, quell'Ayrton Senna che si era fermato a “sole” 65 pole position in carriera, non era sufficiente. Così Lewis Hamilton ha voluto proseguire sulla sua strada, e oggi è riuscito a centrare la 68esima partenza dalla prima casella, raggiungendo il primato assoluto che apparteneva in esclusiva al pilota più vincente della Formula 1, Michael Schumacher. Il sette volte Campione del Mondo tedesco, quindi, non è più il migliore di sempre in fatto di velocità sul giro lanciato, ma ha al suo fianco un inglese che è pronto a riscrivere la Hall of Fame del Circus iridato.

EMOZIONE INDESCRIVIBILE Terminata le qualifiche, Lewis Hamilton ha parcheggiato la sua Mercedes in mezzo al rettilineo della pista belga, adibito a “nuovo” parco chiuso dai proprietari della Liberty Media. Di lì a poco Ross Brawn gli ha recapitato un messaggio proveniente dalla moglie del Kaiser tedesco, Corinna Schumacher, nel quale gli sono stati rinnovati i complimenti per l'impresa appena compiuta. Stavolta la lacrima di commozione era incontenibile: “Oggi è una giornata speciale – ha commentato Hamilton – Ero consapevole che prima o poi sarei arrivato a firmare la 68esima pole position, ma non credevo che sarebbe accaduto proprio qui, sul circuito di Spa. Questa pista riporta la mia mente al 1996, quando venni a vedere il mio primo GP di Formula 1: all'epoca vidi alla curva 1 proprio Michael con la Ferrari F310. Quel rombo del V10... Che emozioni pazzesche!”.

GRAZIE DI TUTTO, MICHAELDa allora il mio amore per questo sport è cresciuto sempre più, e oggi sono qua dopo aver eguagliato il record di Schumacher: mi sembra impossibile esserci riuscito, è fantastico essere alla pari con una leggenda come lui!”, queste le ultime parole del tre volte iridato della Mercedes, che poco dopo ha postato un messaggio su Facebook in onore del sette volte Campione del Mondo tedesco. “Michael, sono onorato di aver corso accanto a te. Aver eguagliato lo stesso numero di pole della tua carriera è un sogno che diventa realtà. Pregherò sempre per te e per tutta la tua famiglia”. Firmato, Lewis Hamilton.


TAGS: formula 1 lewis hamilton f1 Michael Schumacher formula 1 2017 f1 2017 gp belgio mercedes amg petronas